Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 20 giugno 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - I MILLENIALS E CULTURA NELL'ERA DIGITALE - ASSOCIAZ.CIVITA: "POLITICHE CHE ASCOLTINO I PUBBLICI DELLA CULTURA"

(2019-04-09)

Se "potenziare il coinvolgimento dei giovani nel mondo della Cultura è un obiettivo cruciale per costruire una società migliore ma anche per massimizzare la diffusione dei benefici derivanti dal “consumo” e dalla “produzione” culturali a livello personale e professionale" come afferma l'Associazione Civita nel Report di ricerca del 2019 sui millenials e la cultura in piena epoca digitale, l'impegno assume contorni ben più ampi e significativi se si fa riferimento alle giovani generazioni di origine italiana o giovani italiani trasferitisi all'estero. E'  l'elemento culturale uno degli strumenti prioritari allorchè si tratti di La sfida degli operatori culturali e, più in generale, delle agenzie formative è quella di far percepire ai giovani la cultura, nelle sue molteplici declinazioni, come un interesse rilevante fra le svariate opzioni di impiego del tempo libero.
Se la Cultura è, dunque, una risorsa preziosa per dotare le giovani generazioni di strumenti utili ad affrontare le sfide della modernità senza esserne soggiogati, come avvicinare e far interagire, di fatto, questi mondi?

Dall’analisi condotta dal Centro Studi dell’Associazione Civita, che ha inquadrato da diverse prospettive il mondo giovanile indagandone aspirazioni, attitudini ed ambiti di criticità, emergono quattro obiettivi prioritari per ottimizzare le strategie di audience development rendendole realmente inclusive e massimizzandone gli impatti indiretti e indotti:

1. AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA CULTURALE
Incrementare a livello locale l’offerta di prodotti e attività culturali personalizzati sulle esigenze dei segmenti di (non)pubblico in cerca di motivazione, integrando maggiormente la dimensione dell’intrattenimento con quella culturale.

2. CREAZIONE DI CONTESTI IDONEI E STUMENTI AD HOC
Predisporre idonei contesti per la fruizione culturale e la sperimentazione creativa, facendo uso di strumenti calibrati sugli interessi di questi giovani “iperconnessi”, affinché la Cultura venga percepita come un’opzione rilevante fra le alternative nell’impiego del proprio tempo libero (favorendo, ad esempio, anche la dimensione ludico-esperienziale).

3. FACILITARE L’ACCESSO ALLA CULTURA
Adottare misure per abbattere, o rendere meno vincolante, la barriera economica all’accesso (gratuità selettive e forme di membership che favoriscano la fidelizzazione), senza trascurare altre dimensioni di accessibilità (raggiungibilità con mezzi pubblici; orari di apertura ampliati; infrastrutturazione digitale dei luoghi culturali; presenza di servizi ricreativi, ecc.). Ancora
più della mancanza di interesse o tempo libero, il fattore economico costituisce la prima barriera sia al consumo culturale che alla produzione creativa dei giovani.

4. FAVORIRE TUTORIAL E SUPPORTI FINANZIARI A FAVORE DI INIZIATIVE CULTURALI E CREATIVE
Incentivare mediante tutorship e supporti finanziari le iniziative creative e culturali ideate e proposte dai giovani stessi.
In definitiva strutture ed offerta adeguate, stimoli esterni e tutorial sono elementi potenzialmente incentivanti la pratica artistica dei giovani, i quali oggi cercano sul web le fonti privilegiate di ispirazione e informazione per alimentare e dare concreto sfogo alla propria creatività.

Le iniziative di engagement dei giovani, oltre a rendere interessante e memorabile l’esperienza culturale, devono, quindi, essere inquadrate in un’ottica più ampia e articolata: quella delle politiche che parlano a e ascoltano i pubblici della cultura.(09/04/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07