Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 16 settembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - SEMINARIO UIL - BARBAGALLO “GOVERNO VALORIZZI LAVORO, RIVALUTI PENSIONI, GIOVANI" FOCCILLO : "MIN.DADONE CONVOCHI PARTI SOCIALI...VERTENZA PUBBLICO IMPIEGO"

(2019-09-06)

Si è conclusa  la due giorni seminariale dell´Esecutivo nazionale della Uil. Un momento di discussione e di analisi sulle linee guida dell´azione sindacale per i prossimi mesi, anche alla luce di un confronto informale con alcuni economisti e sociologi. Ha dato il proprio contributo al dibattito, tra gli altri, anche il professor Domenico De Masi.

«Abbiamo molto riflettuto - ha dichiarato il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo - sul futuro del lavoro nel nostro Paese e sul ruolo del Sindacato nell’attuale scenario politico ed economico. L´impegno della Uil sarà, come sempre, per valorizzare il lavoro, rivalutare le pensioni, creare le condizioni di prospettive occupazionali per i giovani. Questo è ciò che chiederemo al nuovo Governo, il cui operato valuteremo sulla base della capacità di raggiungere quegli obiettivi. Se, dunque, non avremo risposte alle rivendicazioni contenute nella piattaforma unitaria - ha concluso Barbagallo - daremo continuità alla nostra mobilitazione».

Da parte sua il Segretario Confederale  Antonio Foccillo inviando gli auguri alla neo Ministro, Fabiana Dadone,ha auspicato di iniziare al più presto un dialogo e un confronto sulle tante vertenze inerenti il pubblico impiego e la nostra Pubblica Amministrazione.

I temi all’ordine del giorno, sia in termini economici che normativi, sono tanti: dalla stabilizzazione dei precari alla proroga delle graduatorie in scadenza a fine anno, dal ricambio generazionale degli uffici alle tutele per i lavoratori pubblici a fine carriera, da migliori relazioni sindacali sui luoghi di lavoro alla ripresa della stagione contrattuale. Quest’ultima, tra l’altro, esige un rinnovo che, dopo l’ultimo, intervenuto dopo dieci anni e scaduto lo scorso 31.12.2018, recuperi il potere d’acquisto perso negli anni dai pubblici dipendenti. Non possiamo, infatti, assolutamente ricadere nel blocco contrattuale del passato e, quindi, bisogna stanziare subito in Legge di Bilancio le risorse necessarie per chiudere e bene i negoziati.

Non solo: riteniamo fondamentale restituire dignità e valore a tutto ciò che è e rappresenta il servizio pubblico nazionale. Per farlo è indispensabile invertire il trend dei tagli lineari al pubblico e tornare, fin dalla vicina Legge di Bilancio, a investire, stanziando le risorse opportune a garantire servizi equi e puntuali per tutti i cittadini.

Infine, chiediamo che si chiuda il sipario sulla continua criminalizzazione dei lavoratori, anche perché i numeri di chi sbaglia son più che circoscritti, come hanno ben evidenziato gli stessi tecnici del Parlamento. Tutt’al contrario, vanno riconosciute le tante professionalità ed eccellenze che operano ogni giorno nelle nostre PP.AA.

Il nostro auspicio è che il lavoro che attende la Ministra possa trovare in una proficua collaborazione con la nostra organizzazione, e in generale con tutte le parti sociali, la strada maestra per rilanciare e rendere più moderna la nostra Pubblica Amministrazione.

Chiediamo, quindi, alla Ministra di fissare al più presto un incontro per metterci insieme al lavoro sulle tante vertenze in agenda. (06/09/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07