Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 14 novembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO E IMPRESE - FRIULI VENEZIA GIULIA - ASSESS. BINI(REGIONE): NON SOLO INCENTIVI MA SINERGIE RICERCA, UNIVERSITA' E IMPRESE PER ESPLORARE NUOVE FRONTIERE SVILUPPO"

(2019-10-28)

  "Per sostenere le nostre imprese non possiamo prescindere dagli investimenti con l'obiettivo di garantire occasioni strutturali di formazione permanente e di riqualificazione continua, requisiti ormai essenziali in un mondo che cambia ad altissima velocità".

Lo ha affermato oggi a Trieste l'assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, intervenendo all'ex Ospedale Militare durante la finale della Contamination Cup 2019, la competizione tra idee d'impresa e startup a contenuto innovativo promossa dall'Università di Trieste e dal gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Venezia Giulia con il supporto della Fondazione CRTrieste.

"Negli ultimi anni - ha aggiunto Bini - la crisi ha messo in difficoltà moltissime aziende e ha distrutto molti posti di lavoro. Abbiamo quindi bisogno di investimenti che producano crescita economica oggi frenata, come indicato da numerosi studi, da carenze nella dotazione, sia quantitativa che qualitativa, di capitale umano".

"Mondo della ricerca, università, imprese e istituzioni devono fare rete, fare sistema, contaminarsi continuamente, soprattutto in vista della nuova programmazione europea riguardante la strategia di specializzazione intelligente S3. In questo contesto - ha ricordato l'assessore - le università giocano un ruolo fondamentale per aiutarci ad esplorare nuove frontiere di sviluppo".

"Sono sempre più convinto - ha evidenziato Bini - che una moderna politica di sviluppo non possa basarsi solo su incentivi e su interventi diretti ma debba invece mettere in campo conoscenza, ricerca, innovazione in quanto i meccanismi di modernizzazione si stanno rivelando sempre più complessi".

"Inoltre, con il disegno di legge SviluppoImpresa vogliamo superare una visione difensiva che sicuramente ha avuto il pregio di arginare il processo di depauperamento del tessuto imprenditoriale regionale. Abbiamo già messo a punto alcune forme di incentivazione dirette come il credito d'imposta che - ha detto l'assessore in conclusione - nel ddl in costruzione troverà ampie risposte con un ventaglio di opportunità di accesso al credito davvero importanti per startup innovative, giovani e per progetti di internazionalizzazione". (28/10/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07