Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 12 dicembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - ASSEMBLEA PARLAMENTARE MEDITERRANEO : 28 E 29 RIUNIONE SUL CONTRASTO AL TERRORISMO

(2019-11-26)

  Nelle giornate di giovedì 28 e venerdì 29 novembre, si riunisce a  Montecitorio il Gruppo speciale sul contrasto al terrorismo della Commissione permanente dell’Assemblea parlamentare del Mediterraneo.
I lavori di venerdì - aperti alle 9 dal vicepresidente della Camera, Ettore Rosato - vengono trasmessi in diretta webtv.
Le conclusioni saranno tratte da  Sergio Piazzi, segretario generale Apm, e Gennaro Migliore, presidente della Commissione.

In considerazione dei pericoli generati dall’evolversi della minaccia terroristica, in occasione della XIII Sessione plenaria svoltasi a Belgrado l’APM ha deciso di istituire una Commissione parlamentare speciale per il contrasto al terrorismo, presieduta dall’On. Gennaro Migliore (Italia), relatore dell’APM per il contrasto al terrorismo.

Scopo di tale organo ad hoc è razionalizzare e concentrare le attività dell’APM su questa importante questione di sicurezza, nel più vasto ambito dei lavori della prima Commissione permanente per la Cooperazione politica e in materia di sicurezza.

Nell’arco del 2019, l’APM ha lavorato molto intensamente nel campo del contrasto al terrorismo, in particolare organizzando una conferenza a San Pietroburgo di concerto con altre assemblee interparlamentari; organizzando una grande conferenza in Turchia sul legame fra movimenti di popolazione e sicurezza; informando il Consiglio di sicurezza dell’ONU sulle proposte dell’APM per un sistema diselezione volto ad affrontare la questione dei combattenti terroristi stranieri e delle loro famiglie nella Siria nordorientale; partecipando all’organizzazione di una riunione con il Consiglio d’Europa sul terrorismo e le nuove tecnologie; e contribuendo attivamente alle principali conferenze internazionali sul contrasto al terrorismo, oltre ad altre attività.


Nella prima sessione verrà trattata " la valutazione della minaccia dei combattenti terroristi stranieri e delle loro famiglie al momento attuale: rimpatrio, processo, riabilitazione";  nella seconda sessione si parlera' del " contrasto alla mobilità dei terroristi – Informazioni specifiche sui passeggeri (API) e Registro dei nomi dei passeggeri (PNR)"; nella III Sessione sara' affrontato " Il contrasto all’estremismo violento: affrontare le cause profonde della radicalizzazione; promuovere il ruolo delle vittime del terrorismo nel contrastare il richiamo terrorista; ruolo dell’educazione nel rafforzamento della coesione sociale e nella promozione della tolleranza e della pace"; nella IV Sessione, gli intervenuti : Affronteranno  la dimensione digitale del terrorismo: il contrasto alle minacce informatiche e alla criminalità informatica, l’uso di elementi di prova digitali nella lotta al terrorismo, il contrasto ai canali di finanziamento del terrorismo.


La riunione si prefigge di fare il punto sul lavoro recente dell’APM in materia di contrasto al terrorismo e di pianificare, assieme ai suoi partner principali, i passi futuri in base alle questioni prioritarie, fra le quali il processo e il rimpatrio dei combattenti terroristi stranieri, la neutralizzazione della mobilità dei terroristi mediante un rafforzamento delle misure di sicurezza alle frontiere e lo scambio d’informazioni, la promozione della solidarietà con le vittime del terrorismo e il riconoscimento del ruolo che esse possono svolgere nella lotta contro la diffusione della radicalizzazione e dell’estremismo, e infine l’attenzione alla dimensione digitale del terrorismo.

Attingendo alla conferenza, l’APM potrà approfondire gli ambiti di maggior interesse in relazione al contrasto al terrorismo, raccogliere raccomandazioni concrete per la risoluzione al riguardo da presentare alla prossima sessione plenaria di Atene, ed elaborare una bozza di piano di lavoro per il biennio 2020-2021 pianificando attività congiunte con i suoi principali partner in tale campo.

* * * * *

L’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (APM) è un’organizzazione internazionale istituita nel 2005 risultato di quindici anni di cooperazione tra gli Stati della regione Euro-Mediterranea, nel quadro del processo conosciuto col nome di “Conferenza sulla Sicurezza e la Cooperazione nel Mediterraneo – CSCM”, lanciato nel 1990. L’APM gode di capacità e personalità giuridica internazionale.

Obiettivo principale dell’APM è la cooperazione politica, economica e sociale tra i suoi Stati membri, quale base per trovare soluzioni comuni alle sfide della regione, e così garantire pace e prosperità durature per tutti i popoli del Mediterraneo. L’APM ha 34 Stati membri fondatori ed associati.

L’APM è uno strumento d’eccellenza di diplomazia parlamentare regionale. E’ un forum unico, aperto ai paesi mediterranei rappresentati su basi paritarie. Questo si riflette nella composizione dell’Ufficio Politico e nell’alternanza nord-sud alla Presidenza. La Sen. Alia Bouran (Giordania) è l’attuale Presidente.

L’operato dell’APM si basa fondamentalmente sulle attività delle sue tre Commissioni Permanenti

. All’occorrenza l’APM può istituire Commissioni Ad Hoc o Gruppi di Lavoro per affrontare temi particolari (Medio Oriente,
Migrazioni, Commercio, Terrorismo, Cambiamento Climatico, Gestione sostenibile delle risorse naturali, Energia,
Parità di Genere, ecc.).

L’APM opera e coordina le sue attività riguardo queste tematiche attraverso: Missioni sul campo, Missioni di Osservazione Elettorale, il Panel Economico e la Piattaforma Accademica.
Quando si interagisce con i parlamenti, i governi e la società civile della regione Euro-Mediterranea, benché non siano vincolanti, le risoluzioni adottate dall’APM rappresentano un efficace strumento di “soft diplomacy”.

Il Segretariato dell’APM ha anche la responsabilità di gestire la dimensione parlamentare del Dialogo 5+5 – Forum del Mediterraneo Occidentale e della MEDCOP parlamentare.
L’Italia è stata membro fondatore del CSCM, ed ha svolto un ruolo chiave nel disegno e nella costituzione dell’APM, di cui ne ha detenuto la Presidenza per il biennio 2012-2014, la Vice-Presidenza nel 2015-2017 ed attualmente ha la Vice-Presidenza dell’APM per il mandato 2019-2021. (26/11/2019 -ITL/ITNET)


Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07