Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 23 gennaio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - GABINETTO VIEUSSEUX ALLA BOA DEL BICENTENARIO APRE ALLA "ICT" GENERATION IL SUO INESTIMABILE PATRIMONIO. COSTITUITO IL COMITATO NAZIONALE

(2019-12-23)

  Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, ha firmato il decreto per la costituzione del ‘Comitato Nazionale G.P. Vieusseux di Firenze” che avrà il compito di programmare, e curare le iniziative per celebrare il bicentenario della sua fondazione.

“Il Comitato - ha dichiarato il ministro Franceschini – contribuirà a promuovere e valorizzare il patrimonio inestimabile di libri, documenti, manoscritti custoditi dall’Istituto Fondato da Giovan Pietro Vieusseux“.

Fondato nel 1819 da Giovan Pietro Vieusseux come gabinetto di lettura di riviste e gazzette provenienti da tutta Europa, il Gabinetto Vieusseux diventa con gli anni una grande “biblioteca circolante”, destinata al prestito a domicilio, aggiornata delle novità italiane e straniere. Le collezioni sono caratterizzate da una vasta presenza di edizioni in lingua originale (in particolare francese e inglese) di ambito storico letterario dell’Otto–Novecento, su alcuni filoni specifici: narrativa, viaggi, memorie, biografie. Le ricche collezioni di libri stranieri, frutto del cosmopolitismo del Gabinetto originario, documentano il carattere europeo di questa biblioteca, unica nel suo genere non solo a Firenze, ma anche in tutto il territorio nazionale.

Oggi il patrimonio librario ammonta a circa 450.000 volumi, distribuiti tra Palazzo Strozzi, il Magazzino di Novoli, e Palazzo Corsini–Suarez. Circa 1/3 del patrimonio generale è costituito oggi di fondi speciali, in prevalenza Biblioteche d’Autore, di personalità del mondo artistico letterario del ‘900, giunte all’Istituto in donazione o in comodato.

I periodici italiani e stranieri (che costituiscono una parte cospicua del patrimonio) ammontano complessivamente a 2700 testate, di cui 600 ottocentesche;  i correnti sono 270.Dal 2002 ha trasferito l’Emeroteca (quotidiani e settimanali correnti) al Palagio di Parte Guelfa, pur conservando le annate pregresse di alcune testate straniere non presenti nelle altre biblioteche della città.

Per anni renitente all'apertura di una versione on line del proprio patrimonio, sentito come un qualcosa di estemporaneo, meccanicistico, rispetto alla tradizionale funzione prettamente culturale per cui era nato, il Gabinetto ha scelto abbastanza di recente di intraprendere, per alcuni versi, una strada irrinunciabile dell'affermazione on line della propria esistenza e della divulgazione mediatica. Un passo importante per una istituzione che ha portato avanti una preziosa funzione di testimone della cultura italiana...e non solo.

Il Comitato appena costituito è composto da Cristina Acidini (Presidente dell’Accademia delle arti e del disegno di Firenze), Sandra Bonsanti (giornalista), Luciano Canfora (Professore emerito di Filologia greca e latina dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”), Cosimo Ceccuti (Presidente della Fondazione Spadolini Nuova Antologia di Firenze), Enzo Cheli ( costituzionalista), Enrico Colle (Direttore del Museo Stibbert di Firenze), Fabio Corvatta ( Presidente del Centro internazionale degli studi leopardiani), Ernesto Ferrero ( Presidente del Centro Internazionale di studi Primo Levi di Torino), Giorgio Ficara (professore ordinario di Letteratura italiana dell’Università di Torino), Alba Franceschini ( Presidente del Gabinetto scientifico-letterario Vieusseux), Livia Frescobaldi (Presidente dell’Associazione Amici di Doccia), Paolo Galluzzi (direttore del Museo Galileo di Firenze), Francesco Gianni (Abate dell’Abbazia di San Miniato al Monte), Lino Leonardi (direttore della Fondazione Ezio Franceschini), Gloria Manghetti (direttore del Gabinetto scientifico-letterario Vieusseux), Dacia Maraini (scrittrice), Claudio Marazzini (Presidente dell’Accademia della Crusca), Giuseppe Matulli (Presidente dell’Istituto storico toscano della resistenza), Melania Mazzucco (scrittrice), Giuseppe Morbidelli (professore emerito di diritto amministrativo presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”), Francesco Neri (rappresentante del comune di Firenze nel Cda del Gabinetto G.P. Vieusseux), Massimo Onofri (professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli Studi di Sassari), Giovanni Palumbo (direttore dell’Istituto degli Innocenti), Sandro Rogari (Presidente dell’Accademia la “Colombaia” di Firenze), Marino Sinibaldi ( direttore di Radio Rai tre), Carlo Sisi (Presidente dell’Accademia di Belle Arti d Firenze), Gino Tellini (professore emerito di letteratura italiana presso l’Università degli studi di Firenze), Giorgio van Straten (direttore dell’Istituto Italiano di cultura a New York) e Massimo Vincenzini (Presidente dell’Accademia dei Georgofili). (23/12/2019 - ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07