Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 9 luglio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - ITALIANI IN GERMANIA - DGB: " CORONAVIRUS. LA DGB CHIEDE PROGRAMMA INVESTIMENTI CHE GARANTISCA SOSTENIBILITA' A LUNGO TERMINE

(2020-03-10)

La  paura del coronavirus  ha colpito l'economia. Nei paesi fortemente colpiti, le aziende limitano la produzione, le fiere vengono cancellate e il prezzo delle azioni cala. E' la sintesi estrema degli effetti prodotti dalla pandemia del Coronavirus tracciata in questi giorni dalla Confederazione dei Sindacati tedeschi, la DGB, che chiede un  programma di investimenti che garantisca la sostenibilità a lungo termine dell'economia.

Anche se la diffusione del virus  venga  rapidamente controllata, non rimarrà senza conseguenze per l'economia globale" sostiene la DGB. "L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) prevede attualmente solo una crescita economica globale del 2,4 per cento quest'anno - a novembre le previsioni erano aumentate di mezzo punto percentuale.

Secondo l'OCSE c'è, comunque, una differenza rispetto alle precedenti epidemie:  l'economia globale è ora più interconnessa  rispetto a 15 anni fa. La Cina, in particolare, ora svolge un ruolo significativamente più grande nel commercio globale come produttore industriale, importatore di materie prime, ma anche nel mercato del turismo. Per quel paese particolarmente colpito dal Coronavirus, l'OCSE ha adeguato le previsioni di crescita di 0,8 punti percentuali a solo il 4,9% nel 2020. Per la Germania, riduce le previsioni di 0,1 punti percentuali e prevede una crescita dello 0,3 per cento nel 2020. Tuttavia, se il Coronavirus  si diffonderà  maggiormente e l'epidemia durerà più a lungo, potrebbe colpire l'economia globale molto più duramente.

Dunque, per DGB è importante che il governo federale si prepari anche a contromisure di  politica economica. Ciò significa garantire che la produzione e l'occupazione possano essere garantite a breve termine, in particolare attraverso un più facile accesso al lavoro a breve termine, ma anche attraverso il superamento dei prestiti in caso di carenze finanziarie. Tuttavia, i tagli fiscali generali per le società non sono appropriati.

Invece, afferma la DGB, un programma di investimento pubblico a lungo termine dovrebbe essere avviato immediatamente. Ciò non solo stabilizzerebbe la domanda a breve termine, ma assicurerebbe la redditività futura dell'economia a medio termine. Di fronte alla digitalizzazione, ai cambiamenti climatici e ai mutevoli processi di globalizzazione, sono necessari ingenti investimenti, ad esempio nelle infrastrutture digitali, nell'istruzione e nel sostegno alla transizione energetica". Ed ancora: Inoltre, una risoluzione del portafoglio di investimenti statali contribuisce a migliorare le condizioni di vita, a migliorare i trasporti locali e gli alloggi a prezzi accessibili".

Poi la centrale sindacale tedesca fa presente "Non è solo alla luce del Coronavirus che l'espansione degli investimenti nel settore sanitario è in ritardo. Gli ospedali tedeschi stanno già lavorando al limite. C'è carenza di personale e negli ultimi anni si è accumulato un arretrato di investimenti di € 39,7 miliardi, causato dagli stati federali e con differenze evidenti da paese a paese.

Le autorità sanitarie, che sono responsabili, tra l'altro, del coordinamento del controllo delle infezioni e delle misure di quarantena, sono state vittime di un tasso di riduzione negli ultimi anni. Ad esempio, è stato stimato che il numero di medici negli uffici sanitari è stato ridotto di quasi un terzo negli ultimi 20 anni. Più capacità nel sistema sanitario aiutano a rallentare la diffusione del coronavirus - probabilmente il compito più urgente nel contesto dell'epidemia." conclude la Confederazione dei Sindacati tedeschi, in piena sintonia con quelli italiani .(10/03/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07