Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 3 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - EUROPA/LAVORO - VISENTINI (SEGR.GEN.CES): "BENE DECISIONE COREPER MA CHIEDIAMO ALLA COMMISSIONE DI PUBBLICARE CON URGENZA LINEE GUIDA SURE" 28 MILIONI DI EUROPEI HANNO PERSO LAVORO

(2020-05-15)

  Commentando l'adozione del regolamento europeo SURE da parte del Coreper - Comitato dei rappresentanti permanenti dei Governi degli Stati Membri dell'Unione Europea **- il Segretario Generale della CES Luca Visentini ha dichiarato

"La CES accoglie con favore la decisione di adottare il sistema di risparmio nell'UE SURE***, ma si rammarica che ci sia voluto un mese perché tale decisione fosse assunta  a causa del veto di alcuni Stati membri che hanno messo a rischio posti di lavoro e redditi dei lavoratori dell'UE.

"Facciamo appello agli Stati membri affinché assumano tali garanzie immediatamente disponibili e ne assicurino l'attivazione  il prima  possibile - 42 milioni di lavoratori non possono più attendere oltre in Europa.
--------------------------------------------------------------------------
Il 28% degli europei afferma di aver perso il lavoro permanentemente o temporaneamente dall'inizio della crisi, ed il 15% dei lavoratori europei ritiene che probabilmente perderà il lavoro nei prossimi 3 mesi, il 34% in Bulgaria, 23% in Grecia e oltre il 20% in Italia, Portogallo, Polonia
------------------------------------------------------------------------
“Facciamo inoltre appello agli Stati membri affinché accelerino gli iter  burocratici e paghino la cassa integrazione ai beneficiari. È uno scandalo che dopo due mesi milioni di lavoratori stiano ancora aspettando il sostegno finanziario a cui hanno diritto.

"Chiediamo, quindi, alla Commissione di pubblicare con urgenza linee guida per sollecitare gli Stati membri a estendere la copertura del lavoro temporaneo e la remunerazione di quanto dovuto  a tutti i lavoratori, compresi i lavoratori non standard e autonomi, per garantire che il livello della compensazione raggiunga almeno l'80% della retribuzione ".

**
Il Comitato dei rappresentanti permanenti o Coreper [articolo 240 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE)] è responsabile della preparazione dei lavori del Consiglio dell’Unione europea. È composto da rappresentanti dei paesi dell'UE aventi il rango di ambasciatori degli Stati membri presso l’Unione europea ed è presieduto dal paese dell'UE che esercita la presidenza del Consiglio.

Detiene un ruolo centrale nel sistema decisionale dell'UE.È al tempo stesso organo di dialogo (dialogo tra i rappresentanti permanenti e di ciascuno di essi con la rispettiva capitale), e un'istanza di controllo politico (orientamento e supervisione dei lavori dei gruppi di esperti).

Il COREPER è responsabile dell’esame preliminare dei dossier iscritti all’ordine del giorno del Consiglio (proposte e progetti di atti presentati dalla Commissione). Il Coreper cerca di trovare un accordo su ciascun dossier al proprio livello; in mancanza di un accordo, esso può sottoporre orientamenti al Consiglio.

SURE: il nuovo strumento voluto dalla Presidente della Commissione Ursula von der Leyen  a sostegno dei lavoratori disoccupati  in Europa attivato per far fonte all'emergenza Covid-19.

Con SURE viene introdotto il concetto di short-time work (lavoro ridotto, ndr) che permetterà alle persone di mantenere la propria occupazione, alle aziende di sopravvivere in mancanza di domanda.

"Un fondo europeo a sostegno di strumenti tipo cassa integrazione per difendere il lavoro nei Paesi più colpiti" che attivera'  risorse fino a 100 miliardi di euro "garantite da tutti gli Stati membri",  durante il quale i lavoratori possono utilizzare il tempo disponibile per migliorare le proprie competenze professionali,ha spiegato il Commissario Gentiloni.
(15/05/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07