Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 23 settembre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - MADE IN ITALY - PONTE SAN GIORGIO CON IL PROGETTO DI RENZO PIANO RILANCIA L'ITALIA NEL MONDO DELLE GRANDI INFRASTRUTTURE

(2020-08-03)

  Collega la Liguria di levante con quella di Ponente,  a due anni di quel drammatico giorno  che è costato la vita a 43 persone. Stiamo parlando del Ponte San Giorgio, inaugurato oggi dal Premier Giuseppe Conte alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella e dei Presidenti delle due Camere. 
Il ponte, progettato dall'architetto di fama internazionale Renzo Piano, è una infrastruttura dotata degli ultimi ritrovati tecnologici,tra cui un sistema di sicurezza robotizzato a guardia delle 19 campate di 1.067 metri che attraversano la valle del torrente Polcevera.

Il ponte è costituito da un impalcato in acciaio, con una travata continua di lunghezza totale pari a 1067 metri costituita da 19 campate, di cui 14 campate in acciaio-calcestruzzo da 50 metri, 3 campate in acciaio -calcestruzzo da 100 metri; 1 campata in acciaio-calcestruzzo da 40,9 metri; 1 campata in acciaio-calcestruzzo da 26,27 metri

Il ponte è sorretto da 18 pile in cemento armato di sezione ellittica a sagoma costante. Le dimensioni esterne delle pile (9,50 x 4,00 metri) sono le stesse sia per le campate da 50 che da 100 metri, per garantire l’uniformità prospettica dell’opera e la velocità di realizzazione grazie all’utilizzo di una sola tipologia di cassero esterno.
La geometria dell’ellisse, con assenza di angoli netti, permette alla luce di “scivolare” sulla superficie, mitigando così l’impatto visivo e la presenza nel contesto urbano delle nuove pile.
La scansione delle pile è frutto di una scelta architettonica finalizzata all’utilizzo di elementi più frequenti ma snelli che si inseriscono meglio nel tessuto urbano.

Sulle pile poggia l’impalcato realizzato in struttura mista acciaio-calcestruzzo.
La parte in acciaio dell’impalcato è costituita da tre conci trasversali, così da rendere semplice e veloce la costruzione e il montaggio di più campate in sequenza. La struttura interna, composta da diaframmi in acciaio, permette l’ottimizzazione delle prestazioni dei materiali stessi in relazione alla velocità di realizzazione e assemblaggio delle parti. Completa l’impalcato la soletta, realizzata con elementi prefabbricati in calcestruzzo armato e successivo getto di completamento.

La forma dell’impalcato richiamerà la carena di una nave, e la riduzione graduale della sezione verso le estremità del ponte ne attenuerà l’impatto visivo

E per evitare l'ammaloramento delle strutture in acciaio, per effetto dell’aria salmastra del mare, il ponte San Giorgio presenta un sistema speciale di deumidificazione che evita la formazione di condensa salina.

All’occorrenza, scorrono lungo binari sospesi posti sotto le carreggiate, che radiografano il ponte per  rilevare in tempo reale eventuali lesioni della struttura.

Una nave  ormeggiata nella valle: così l'ha descritta Renzo Piano, che di  giorno riflette la luce del sole ed assorbe energia solare e di notte la restituisce.  "Un ponte sobrio, nel rispetto del carattere dei genovesi".

Impegnata nella costruzione della struttura  PERGENOVA S.C.p.A. la società consortile per azioni costituita da Fincantieri Infrastructure e Webuild per la progettazione e la costruzione del viadotto Polcevera dell’autostrada A10. La joint venture rappresenta un modello di collaborazione tra grandi aziende complementari tra loro con l’obiettivo di mettere a disposizione della città e del paese un know-how unico costruito in anni di esperienza in tutto il mondo.

Il ponte che nasce - ha dichiarato Pietro Salini - Amministratore Delegato Salini Impregilo- è un simbolo non solo della ripresa economica della città di Genova, ma anche di una nuova ripartenza per il paese intero. Ricostruire questo ponte può diventare un’occasione per dare il via ad un nuovo rinascimento italiano." E  fin dal primo momento Fincantieri si è resa disponibile. "lo dovevamo a Genova e alla Liguria" ha affermato Giuseppe Bono - Amministratore Delegato Fincantieri
------------------------------------------------
Webuild è uno dei maggiori global player nel settore delle costruzioni di grandi infrastrutture complesse. È tra i leader globali del settore idrico (dighe e impianti di gestione delle acque) e dei trasporti, impegnato nei principali sistemi di mobilità sostenibile (metropolitane e ferrovie). Ha realizzato alcuni dei progetti infrastrutturali più iconici al mondo per ponti, strade e autostrade, edifici civili e industriali, aeroporti. Il Gruppo è l’espressione di 113 anni di esperienza ingegneristica applicata in cinque continenti, con attività? di design, engineering e costruzione in quasi 50 paesi, con più di 35.000 dipendenti di oltre 100 nazionalità?. Firmatario del Global Compact delle Nazioni Unite, persegue obiettivi di sviluppo sostenibile e supporta i clienti su temi strategici quali la produzione di acqua ed energia pulite, la realizzazione di sistemi per la mobilita sostenibile e la costruzione di edifici a basso impatto ambientale.

Fincantieri Infrastructure, società controllata di Fincantieri, è specializzata nella progettazione, realizzazione e montaggio di strutture in acciaio su progetti di grande dimensione quali ponti, stadi, porti oltre a progetti di tipo industriale, commerciale e istituzionale. Fincantieri Infrastructure opera come EPC contractor con competenze di project management, di ingegneria e di costruzione non comuni, maturate in un settore complesso come quello della costruzione navale, in cui Fincantieri è leader mondiale. Il modello operativo è altamente integrato, per supportare i clienti lungo l’intero ciclo vita del prodotto fornendo servizi di life-cycle management.
Fincantieri Infrastructure fornisce realizzazioni complete dalla progettazione al montaggio, facendo leva anche sulla distribuzione mondiale di venti cantieri in quattro continenti. La società può contare su un team altamente competente, qualificato con una lunga e consolidata esperienza nella progettazione, pianificazione e installazione di strutture metalliche estremamente complesse in tutto il mondo .

IL 4 LUGLIO IL PONTE SARA' ACCESSIBILE AI VEICOLI. (03/08/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07