Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 23 ottobre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FINANZA - EUROPA - PRES.EUROGRUPPO DONOHOE: "TRE PRIORITA' PER I PROSSIMI MESI: ECONOMIA PER RIPRESA CRESCITA, QUESTIONI FINANZIARIE ED EURO"

(2020-10-05)

  Riunione dell'Eurogruppo , presieduta dal Presidente  Paschal Donohoe che ha anticipato il programma dei lavori per i prossimi nove mesi.

"Un programma completo per contribuire a garantire che l'Eurogruppo continui a guidare l'economia dell'area dell'euro verso una ripresa inclusiva a vantaggio di tutti i cittadini e che lavori al rafforzamento dell'Unione economica e monetaria. Questo programma riflette un'ampia consultazione nelle ultime settimane e sono lieto di dire che ora è ufficialmente approvato.

Se esaminate questo programma, ora pubblicato, vedrete che, durante il mio mandato di presidente dell'Eurogruppo, ci concentreremo principalmente su tre priorità: l'economia, le questioni finanziarie e l'euro stesso. Quindi una parola su ciascuno.

In primo luogo, l'Eurogruppo si concentrerà sulle politiche economiche per sostenere la ripresa e la crescita a lungo termine e, in ultima analisi, per sostenere il tenore di vita dei cittadini in un momento di tale sfida. Ci impegneremo in un dialogo politico regolare per coordinare la nostra azione a livello nazionale. Ciò si baserà sulla visione continua dell'euro che possiamo ottenere più collettivamente attraverso il coordinamento dei nostri sforzi che possiamo realizzare da soli.

Il nostro obiettivo sarà sostenere la ripresa e sostenere la crescita ed evitare il rischio che la crisi del Covid-19 porti ad un allargamento degli squilibri e delle divergenze.

In secondo luogo, lavoreremo intensamente per rafforzare l'Unione bancaria e l'Unione dei mercati dei capitali. Lavoreremo per garantire che il settore finanziario possa sostenere meglio la ripresa economica e condividere e gestire meglio i rischi finanziari che ovviamente sono sempre con noi.

In terzo luogo, ci concentreremo sulla moneta comune, la nostra moneta comune dell'euro - che viene utilizzata ogni giorno dai cittadini ma che ora è anche una delle due valute mondiali predominanti.

La digitalizzazione sta creando grandi sfide ma allo stesso tempo apre molte opportunità nel settore finanziario e per la nostra moneta comune. Abbiamo iniziato subito a lavorare su questo programma, con una discussione sulla nostra prima priorità: sostenere la ripresa economica. Il nostro punto di partenza è che, come sapete, l'Europa ha accettato una riforma senza precedenti e una spinta agli investimenti, sostenuta da uno strumento di recupero e resilienza da 750 miliardi di euro.

La ripresa è una questione che riguarda tutti gli Stati membri dell'UE ma, per la zona euro, la posta in gioco è ancora maggiore, poiché le nostre economie sono strettamente intrecciate. L'Eurogruppo svolge qui un ruolo di coordinamento molto importante, per identificare le priorità e garantire che l'impatto positivo sulla crescita e sull'occupazione della zona euro sia maggiore della somma delle azioni dei singoli Stati membri.

Oggi ho percepito una visione condivisa attorno al tavolo non solo sulle sfide ma anche sulle azioni necessarie. Mentre ci allontaniamo progressivamente dall'azione di emergenza alla ripresa, abbiamo convenuto che le nostre politiche dovrebbero promuovere la trasformazione economica e sbloccare un nuovo potenziale di crescita nell'area dell'euro. Allo stesso tempo, la nostra politica dovrebbe affrontare i rischi di divergenza economica e di squilibri.

Questo ha diverse dimensioni.

Per quanto riguarda la politica di bilancio, abbiamo riconfermato l'opinione che dovremmo continuare a sostenere le economie. I ministri hanno condiviso le loro intenzioni di orientare gradualmente i loro bilanci verso misure di ripresa, mantenendo la flessibilità per reagire rapidamente a sviluppi imprevisti.

I progetti comuni di integrazione finanziaria, come l'unione bancaria e l'unione dei mercati dei capitali, sono ancora più rilevanti oggi di quanto non fossero prima della pandemia.

Dobbiamo anche prepararci per il futuro, per affrontare le sfide delle transizioni verdi e digitali.

Questa discussione informata e preparazione per le raccomandazioni della zona euro su cui concorderemo entro la fine dell'anno che codificheranno queste priorità e, in ultima analisi, si rifletteranno nei nostri piani di ripresa e resilienza per il prossimo anno.

Solo rapidamente e in conclusione:

- Abbiamo fatto il punto sull'andamento dei tassi di cambio - questo fa parte del nostro monitoraggio regolare prima degli incontri internazionali. La nostra risposta forte e unitaria alla pandemia ha alimentato il sentimento del mercato e ha contribuito all'apprezzamento dell'euro.

- Abbiamo anche fatto il punto sulla settima relazione sulla sorveglianza rafforzata per la Grecia e abbiamo elogiato le autorità greche e il nostro collega Christos Staikouras per i progressi compiuti. La pandemia ha colpito duramente l'economia greca, ma grazie al duro e difficile lavoro degli ultimi anni, il paese può contare su finanze pubbliche ben gestite e sulla fiducia che è stata instillata da un track record nell'attuazione di riforme economiche. (05/10/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07