Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 28 novembre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI DEI CITTADINI - EUROPA /SALUTE - EUROPARLAMENTO APPROVA AMBIZIOSO PROGRAMMA D'AZIONE SANITARIA UE EU4Health CONTRASTO PRINCIPALI MINACCE SANITARIE TRANSFRONTALIERE

(2020-11-13)

Per colmare le lacune esposte dal COVID-19 e garantire che i sistemi sanitari possano affrontare future minacce per la salute pubblica, è necessario un ambizioso programma sanitario dell'UE, affermano gli eurodeputati che oggi hanno adottato una proposta da inviare alla Commissione perchè si intensifichi  in modo significativo l'azione dell'UE nel settore sanitario, attraverso il cosiddetto " Programma EU4Health " con 615 voti contro 34 e 39 astensioni.

COVID-19 ha dimostrato che l'UE ha urgentemente bisogno di un programma ambizioso per garantire che i sistemi sanitari europei possano affrontare future minacce per la salute, in modo che l'UE rimanga la regione più sana del mondo, affermano i deputati. Secondo il Parlamento, ciò non sarebbe stato possibile se il bilancio fosse stato ridotto a 1,7 miliardi di euro come proposto dagli Stati membri. Nel recente compromesso sul bilancio a lungo termine dell'UE , i deputati li hanno convinti a triplicare il budget per il programma ( 5,1 miliardi di euro ).

Minacce per la salute transfrontaliere

EU4Health ha lo scopo di preparare l'UE in modo più completo per le principali minacce sanitarie transfrontaliere e rendere i sistemi sanitari più resilienti. Ciò dovrebbe consentire all'UE di affrontare non solo future epidemie, ma anche sfide a lungo termine come l'invecchiamento della popolazione e le disuguaglianze in materia di salute.

I deputati vogliono anche aumentare la cooperazione a livello dell'UE per essere meglio preparati in caso di crisi sanitaria, ad esempio sostenendo la creazione di un meccanismo europeo di risposta sanitaria. Dovrebbe inoltre essere istituito un portale di comunicazione dell'UE per il pubblico per condividere informazioni che sono state accuratamente controllate, inviare allarmi ai cittadini europei e combattere la disinformazione. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) dovrebbero avere mandati più forti.

Garantire che medicinali e dispositivi medici siano disponibili e convenienti in tutti gli Stati membri

La crisi del COVID-19 ha evidenziato le numerose debolezze dei sistemi sanitari nazionali, inclusa la loro dipendenza dai paesi extra UE per la fornitura di medicinali, dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale. Il programma dovrebbe quindi sostenere lo sviluppo di un sistema europeo per il monitoraggio, la segnalazione e la notifica delle carenze di medicinali, dispositivi medici, vaccini, strumenti diagnostici e altri prodotti sanitari. Ciò impedirebbe la frammentazione del mercato unico e garantirebbe che tali prodotti siano più disponibili e convenienti. Le loro catene di approvvigionamento sarebbero anche meno dipendenti dai paesi non UE.

Per raggiungere gli obiettivi del programma, la relazione propone anche una maggiore attenzione alla prevenzione delle malattie affrontando i rischi per la salute come l'uso dannoso di alcol e tabacco, sistemi sanitari più solidi e assistenza sanitaria digitalizzata creando e applicando il record europeo di sanità elettronica. I deputati vogliono anche ottenere una copertura sanitaria universale, compreso l'accesso alla salute e ai diritti sessuali e riproduttivi, e rafforzare la lotta dell'UE contro il cancro in sinergia con il piano europeo contro il cancro.

Per garantire che il programma venga attuato in modo efficace, i deputati propongono di istituire un gruppo direttivo composto da esperti indipendenti di sanità pubblica.

Dopo il voto, il relatore del Parlamento Cristian-Silviu Bu?oi (PPE, RO) ha dichiarato: “La crisi del COVID-19 ha messo in luce la necessità di strumenti sanitari ben definiti e adeguatamente finanziati. Dobbiamo anche promuovere l'innovazione e investire di più nella salute in generale. È stato fondamentale aumentare i finanziamenti per il programma EU4Health da 1,7 miliardi di euro a 5,1 miliardi di euro per essere in grado di affrontare future pandemie e minacce per la salute e per rendere i nostri sistemi sanitari più resilienti ".

Il Parlamento è ora pronto per avviare i negoziati con gli Stati membri in modo che il programma possa essere implementato dall'inizio del 2021.(12/11/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07