Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 6 marzo 2021 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - ITALIANI IN UK - DA SINDACATI UK FORTE PREOCCUPAZIONE: 6 DOMANDE SU 10 INDENNITA' MALATTIA PER QUARANTENA RESPINTE NELLO YOKSHIRE E HUMBER: MINACCIA PER SALUTE PUBBLICA"

(2021-02-15)

Uno  studio della Conferenza dei Sindacati Britannici (TUC) relativo a 15 autorità locali nello Yorkshire e Humber mostra un'enorme domanda insoddisfatta di indennità di malattia per l'autoisolamento poiché più di 6 candidati su 10 finiscono senza supporto

• 6 consigli hanno esaurito i fondi discrezionali e hanno dovuto colmare il divario finanziario da soli
• L'organismo dell'Unione avverte che la mancanza di un'indennità di malattia dignitosa sta minando l'approccio alla salute pubblica del Regno Unito
Il TUC ha avvertito oggi che troppi lavoratori stanno andando senza il sostegno finanziario di cui hanno bisogno per autoisolarsi nello Yorkshire e Humber, ed ha pubblicato nuovi risultati che mostrano come più di 6 domande su 10 di autoisolamento nella regione sono state respinte .

L'indennità per la quarantena  è stata introdotto dal governo il 28 settembre 2020, sei mesi dopo l'inizio della pandemia, e offre un pagamento una tantum di £ 500 per coloro che hanno bisogno di autoisolarsi a causa del coronavirus ma non possono lavorare da casa.

Le autorità locali utilizzano sovvenzioni discrezionali per sostenere i richiedenti che non soddisfano i rigidi criteri stabiliti dal governo per il principale schema di autoisolamento. Secondo la Resolution Foundation , 7 lavoratori su 8 non sono ammissibili per il regime principale, quindi devono invece fare affidamento su pagamenti discrezionali.

L'organo sindacale afferma che la maggior parte dei candidati al programma nello Yorkshire e Humber è stata lasciata senza il sostegno finanziario di cui ha bisogno per autoisolarsi. La ricerca ha trovato:

Complessivamente, più di 6 domande su 10 (62,4%) al programma finiscono senza pagamento
Per i pagamenti discrezionali, 3 domande su 10 (32%) hanno esito positivo
4 domande su 10 (42%) al programma principale di autoisolamento ottengono la sovvenzione

L'organismo sindacale afferma anche che il governo sta finanziando il programma a livello nazionale,  ma che sta esercitando pressioni sulle autorità locali perchè colmino da sole il deficit di finanziamento o respingano le richieste di lavoratori a basso reddito che hanno bisogno di sostegno finanziario per autoisolarsi.

Il governo ha recentemente annunciato altri 20 milioni di sterline per lo schema di autoisolamento, inclusi 10 milioni di sterline per lo schema discrezionale. Ma, il TUC afferma che questo è "troppo poco ed avviene  troppo tardi" in quanto non sarebbe sufficiente per soddisfare la domanda e arriva dopo che alcuni consigli locali hanno dovuto spendere soldi per colmare da soli il divario. 

Nello Yorkshire e Humber, al momento della risposta , 6 consigli avevano esaurito completamente i fondi discrezionali e avevano  finanziato il programma da soli per tenere il passo con la domanda.

Altri 3 stavano per esaurire i fondi. Ciò significa che il 60% dei consigli con cui abbiamo parlato aveva esaurito, o stava per esaurirsi, il finanziamento discrezionale iniziale a gennaio.

Il programma di autoisolamento era originariamente previsto  terminasse il 31 gennaio 2021, ma il governo non ha chiarito se i finanziamenti sarebbero stati completati fino a metà gennaio.

L'organismo sindacale afferma che i finanziamenti bassi, combinati con l'incertezza sui finanziamenti futuri, sembrano aver creato riluttanza tra alcuni consigli ad offrire sovvenzioni discrezionali per paura di un'epidemia che potrebbe portare a esaurimento dei soldi.

Ad esempio, nel Richmondshire, solo due (10%) domande per il regime discrezionale hanno avuto successo.

Al contrario, l'Hull City Council, il Wakefield Council e il Barnsley Council hanno approvato un numero enorme di richieste a persone bisognose, effettuando pagamenti rispettivamente del 425%, 225% e 223% oltre la dotazione di bilancio.

Il TUC afferma che questi risultati mostrano che il sistema attuale non funziona.

L'organismo sindacale chiede che l'indennità di malattia legale venga portata al livello del salario dignitoso reale di 330 sterline a settimana e venga d estesa a tutti i lavoratori. Ciò impedirà ai lavoratori di soffrire di difficoltà quando viene loro richiesto di autoisolarsi.

L'organismo sindacale afferma che la mancanza di una paga decente per la malattia sta minando l'impegno per la salute pubblica del paese in una fase cruciale nella lotta contro il coronavirus.

L'indennità di malattia legale è di sole 95,85 sterline a settimana e oggi vale meno in termini reali di quanto non fosse dieci anni fa. È rimasta la stessa nel mezzo di una grave crisi di salute pubblica, nonostante i ripetuti inviti a innalzarla da parte del TUC.

Il Regno Unito ha attualmente uno dei tassi di indennità di malattia più bassi in Europa e quasi due milioni di lavoratori non guadagnano abbastanza per qualificarsi. E si tratta per la maggior parte donne.

Molti lavoratori che fanno affidamento sull'indennità di malattia legale subirebbero un enorme impatto sui loro redditi se contraggono il virus.

Un recente sondaggio del TUC ha rivelato che due quinti (40%) dei lavoratori afferma che dovrebbero contrarre debiti o arretrare le bollette se il loro reddito scendesse a 96 sterline a settimana, l'attuale livello di indennità di malattia legale.

Il sondaggio ha anche rivelato che per i lavoratori costretti ad autoisolarsi ma non in grado di lavorare da casa, 1 su 5 (20%) non ha ricevuto alcuna indennità di malattia (o salario).

Il responsabile  dei test e delle tracce Dido Harding ha affermato  di recente che le persone erano "spaventate" di farsi avanti per un test a causa della mancanza di sostegno finanziario del governo.

Bill Adams, segretario regionale del TUC Yorkshire e Humber, ha dichiarato:

“Nessuno dovrebbe essere costretto a scegliere tra fare la cosa giusta ed essere immerso nelle difficoltà.

“L'attuale sistema di pagamenti irregolari di autoisolamento e misera paga per malattia non funziona.

“Troppi lavoratori a bassa retribuzione qui nello Yorkshire e Humber non hanno il sostegno finanziario di cui hanno bisogno per andare in quarantena.

“I consigli che stanno spendendo tantissimi soldi per aiutare a mantenere a galla le famiglie devono essere completamente finanziati dal governo.

“I parlamentari conservatori della nostra regione devono rendersi conto della crisi nelle loro comunità e spingere il governo ad agire.

“Il governo potrebbe risolvere il problema domani offrendo un'indennità di malattia dignitosa a coloro che devono autoisolarsi.

“I ministri devono smetterla di chiudere un occhio e aumentare l'indennità di malattia legale almeno fino al salario minimo reale. E devono garantire che tutti possano accedervi ".

-------------------------------------------------------------------------
- Il Trades Union Congress (TUC) riunisce più di 5,5 milioni di lavoratori che sono iscritti a 48 sindacati membri. (15/02/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07