Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 13 aprile 2021 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - METALMECCANICI - TREU (PRES.CNEL): "NUOVO CONTRATTO SVOLTA STORICA RELAZIONI INDUSTRIALI" RIGUARDA 1.5 MILIONI LAVORATORI E MIGLIAIA DI IMPRESE - COMMENTO CGIL, CISL E UIL

(2021-03-25)

  “Il nuovo contratto dei metalmeccanici segna una svolta storica nelle relazioni industriali italiane ma soprattutto è l’espressione del modo in cui le parti sociali hanno reagito positivamente al cambiamento prodotto dalle grandi trasformazioni tecnologiche e dell’organizzazione del lavoro degli ultimi anni. L’accordo, che riguarda oltre 1,5 milioni di lavoratori e migliaia di imprese, apre una nuova stagione contrattuale per far ripartire l’economia. La storia del contratto dei metalmeccanici è la storia di un pezzo dell’industria del Paese. Fin dagli Anni Cinquanta le vicende della contrattazione nazionale nel settore metalmeccanico hanno avuto un ruolo di grande rilievo nelle relazioni industriali italiane, spesso condizionando le dinamiche anche in altri settori e anticipando i principali punti di svolta”.

Lo ha affermato il presidente del CNEL Tiziano Treu, aprendo i lavori de “Le relazioni industriali nell’industria Metalmeccanica. Dalla prima alla quarta rivoluzione industriale”, in occasione della presentazione dei primi risultati della ricerca promossa da CNEL e Federmeccanica con i segretari di Fim, Fiom e Uilm e gli esperti Lorenzo Bordogna, Luciano Pero e Mimmo Carrieri.

“L’impatto delle tecnologie riguarda i principali aspetti sia dell’organizzazione produttive sia del lavoro, e dall’interno delle fabbriche si proietta nei mercati del lavoro e assume crescenti dimensioni internazionali nelle catene del valore. Le analisi degli autori mettono in luce le connessioni ormai profonde fra le trasformazioni dei caratteri dei lavori (standard e atipici, dipendenti e con tratti diversi di autonomia), delle competenze e dei saperi del lavoratori, della quantità e qualità della occupazione e dall’altra parte le principali dinamiche delle relazioni industriali e contrattuali (l’organizzazione e la rappresentatività delle associazioni sindacali e datoriali, i rapporti di forza fra le parti e l’andamento dei conflitti, la centralità della persona e le relazioni interne)”, si legge nel documento.

“La centralità delle relazioni sindacali è cruciale per la competitività del nostro sistema produttivo, del nostro sistema industriale e delle nostre imprese - ha detto il presidente di Federmeccanica, Alberto Dal Poz - Abbiamo bisogno di proseguire gli incontri iniziati con un clima positivo perché questi prossimi passaggi e i prossimi mesi saranno fondamentali per capire la reale entità della discussione dell’applicazione del nuovo contratto di lavoro nelle nostre aziende e nei nostri territori. Tutti gli aspetti affrontati nelle relazioni sindacali sono trasversali e impattano sulla nostra capacità di essere attrattivi e competitivi”.

Per Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil, “Il ccnl dei metalmeccanici continua a essere un elemento centrale del nostro Paese, delle relazioni sindacali, delle relazioni industriali che dicono dove sta e dove va il lavoro. Quando si parla del contratto dei metalmeccanici, si parla del contratto per 1,5 milioni di lavoratori, che vanno dagli informatici ai siderurgici. Siamo l'unica categoria che ha mantenuto un unico contratto”.

“In questo contratto c’è il riconoscimento della capacità di innovazione e di cambiamento che hanno caratterizzato il sindacato negli ultimi anni e che, guardando avanti, vuole dare sempre più valore al lavoro. Siamo davanti ad una stagione importante”, ha osservato Roberto Benaglia, segretario generale Fim-Cisl.

“Il Ccnl è uno strumento ancora oggi indispensabile per assicurare ai lavoratori uniformità di diritti e tutele. Nel 2016 abbiamo salvaguardato il contratto nazionale rimettendo al centro lavoro e diritti. Con il rinnovo del 5 febbraio 2021 abbiamo rafforzato il Ccnl, le relazioni industriali, la partecipazione, la formazione, la sicurezza e abbiamo modificato l'inquadramento professionale dopo quasi 50 anni. Questo rinnovo guarda al futuro, un’iniezione di fiducia per i lavoratori e il Paese per sconfiggere una crisi senza precedenti. Il presidente di Federmeccanica Alberto Dal Poz ha svolto un ruolo importante in una fase complicata come questa”, ha dichiarato Rocco Palombella, segretario generale Uilm.(25/03/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07