Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 22 ottobre 2021 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - PIATTAFORME/LAVORO - CES: "SENTENZA CORTE PAESI BASSI TERZA GRANDE VITTORIA SINDACATI EUROPEI SU SOCIETA' PIATTAFORME- URGENTE PIATTAFORMA EUROPEA

(2021-09-13)

  "I sindacati europei hanno ottenuto oggi una terza grande vittoria quest'anno contro lo sfruttamento dei conducenti da parte di Uber, dimostrando l'urgente necessità per l'UE di porre fine allo scandalo del falso lavoro autonomo da parte delle società di piattaforme." Lo afferma una nota della Confederazione Europea dei Sindacati, che spiega :

"In una causa intentata dal sindacato FNV per conto degli autisti Uber, la Corte di Amsterdam ha stabilito che "il rapporto giuridico tra Uber e questi conducenti soddisfa tutte le caratteristiche di un contratto di lavoro".

La sentenza nei Paesi Bassi segue le vittorie dei sindacati contro Uber sulla stessa questione in Belgio e Regno Unito , nonché su Deliveroo e Globo in Spagna e Italia.

E arriva poco prima della scadenza di mercoledì per la seconda fase della consultazione della Commissione europea su come migliorare le condizioni di lavoro per le persone che lavorano attraverso piattaforme di lavoro digitali.

La risposta alla consultazione della CES richiede una direttiva che:

Fornisca la presunzione del rapporto di lavoro in tutte le piattaforme di lavoro digitali;
Inverte l'onere della prova sullo stato lavorativo dal lavoratore al datore di lavoro;
Non includa la creazione di una terza categoria di lavoratori tra lavoratori dipendenti e autonomi come stanno facendo pressioni per Uber & co.

Il segretario confederale della CES Ludovic Voet ha dichiarato:

“La sentenza di oggi è l'ultima di una lunga serie di sconfitte legali per le pratiche di sfruttamento dell'occupazione delle società di piattaforme.

“I tribunali e i governi nazionali rilevano costantemente che le società di piattaforme stanno violando i diritti dei lavoratori a una retribuzione e condizioni di lavoro adeguate.

“Non potrebbe essere più chiaro di così : ora abbiamo bisogno di un'azione a livello europeo per porre fine allo scandalo del falso lavoro autonomo in tutti gli Stati membri.

“La Commissione deve respingere la disperata e disperata attività di lobbying delle società di piattaforme che cercano di salvare un modello di business rotto e garantire che tutti i lavoratori ricevano il loro diritto fondamentale a una retribuzione equa e condizioni di lavoro.

"Poiché ogni piattaforma digitale del lavoro è o può diventare un datore di lavoro, la presunzione del rapporto di lavoro e l'inversione dell'onere della prova sono gli unici strumenti politici in grado di tutelare i lavoratori erroneamente classificati come autonomi da un lato, e i veri lavoratori autonomi da cambiamenti imprevisti nelle loro condizioni di lavoro d'altra parte." (13/09/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07