Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 25 luglio 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Pianeta donna

IMPRENDITORIA FEMMINILE - "RISORSA" PER IL PAESE: A COLLOQUIO CON TIZIANA POMPEI V.SEGR.GEN. UNIONCAMERE. MOLTEPLICI GLI ARGOMENTI DALLE RETI D'IMPRESA AI CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE DELLE CAMERE

<a href="http://195.110.140.247/streaming/POMPEIUNION.wmv" />

  Nel 2011 in Italia si contavano quasi 7mila imprese ‘rosa’ in più rispetto al 2010, con un incremento dello 0,5%, per un totale di 1.433.863 imprese, pari al 23,5% delle imprese italiane. Il che non vuol dire che le imprese a guida femminile non abbiano risentito della crisi, ma che  l'universo femminile dimostra di saper resistere con grande impegno grazie anche al patrimonio di competenze - spesso più elevate rispetto a quelle maschili. Un patrimonio che va assolutamente promosso e incoraggiato attraverso progetti di sostegno, formazione e informazione, cui partecipano i Comitati per l'imprenditoria femminile.
  In questo senso  il progetto "BE WIN - Business Entrepreneurship Women in Network", cofinanziato dalla Commissione Europea e coordinato da Unioncamere Toscana, (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=32986) cui partecipa naturalmente Unioncamere nazionale per il coordinamento delle strutture camerali, e che nell'ultimo incontro a Firenze ha affrontato le potenzialità dei "Contratti di rete”  per accrescere lo sviluppo e la competitività aziendale.

Uno strumento che appare essenziale nell'accompagnamento delle aziende considerando l'attuale situazione economico finanziaria che sta vivendo il nostro Paese. Come conferma ad Italialavorotv/Italiannetwork il Vice Segretario Generale di Unioncamere, Tiziana Pompei.

  "Il progetto  "BE WIN  sta facendo passi ulteriori e la conferenza sulle reti d'impresa dei giorni scorsi era mirata a sensibilizzare le imprenditrici su questo nuovo strumento di aggregazione che riteniamo uno strumento valido per tutti. Tant'è che come Unioncamere stiamo portando avanti diverse iniziative sul tema delle reti d'impresa per tutte le imprese, naturalmente, non solo per quelle femminili.  In particolare è valido  per le imprese femminili dove l'importanza di fare rete è  ancora piu' grande.  Inoltre, abbiamo individuato questo aspetto specifico per aiutarle intanto a capire che cosa e' una rete d'impresa, come si fa a sottoscrivere un contratto di rete, quali sono i vantaggi. In buona sostanza, oltre a  incentivare all'utilizzo dello strumento ci siamo soffermati sull'aspetto più tecnico, concreto, sul come si puo' fare per aggregarsi e sottoscrivere il contratto di rete."

Uno strumento a sostegno di  imprese femminili che reggono l'aggravarsi della crisi... 
"In questa situazione di difficolta' rimangono stabili, spiega l'esponente di Unioncamere, perche'  solo 600 hanno chiuso ed  e' anche la prima volta che si registra una diminuzione di quelle femminili. Fino allo scorso anno crescevano, anche se crescevano di meno.  Quest'anno obiettivamente c'e' stata una diminuzione, pero' possiamo dire che alla fine fra nuove nate e chiuse rimangono stabili.
Naturalmente - precisa Tiziana Pompei- ci sono regioni in cui storicamente l'imprenditoria femminile e' più' solida, e quindi crescono ed altre in cui perdono, ma perdono ancora poco.  Da questo punto di vista possiamo dire che ancora sono un pezzo importante dell'imprenditoria italiana che tiene ed e' anche un modo, quello di fare impresa per le donne, di reagire anche alla crisi."....
.
  Nel corso dell'intervista numerosi gli argomenti, fra cui  la legge sulle quote rosa che garantisce la presenza delle donne all'interno dei consigli di amministrazione delle societa' quotate in borsa ma, anche, delle societa' a prevalente partecipazione pubblica. E su questo fronte  Tizana Pompei sottolinea "c'e' ovviamente un impegno a rispettare l'indicazione legislativa ed anche un impegno dei Comitati e delle Camere a formare le donne in vista della loro presenza all'interno dei Consigli. Ecco che, tra le iniziative che come sistema camerale stiamo mettendo in campo ci sono anche quelle della formazione delle imprenditrici, delle donne in genere, perche' ci possano essere le professionalita' giuste  per partecipare ai consigli di amministrazione delle imprese."

Nell'immediato, per la dirigente di Unioncamere e'  comunque importante che si possa arrivare al piu' presto alla sottoscrizione del protocollo di intesa fra Unioncamere e Ministeri del lavoro e  dello sviluppo economico. Parliamo del Protocollo che riguarda i Comitati per l'imprenditoria femminile,  perchè riconfermi questo impegno ma anche un passo importante per ribadire l'importanza, appunto, dell'imprenditoria femminile in Italia. E ci auguriamo di poterlo fare prima della fine dell'anno, proprio per rilanciare il tema- e magari la visibilita' ed il ruolo dei Comitati (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=40253. (23/11/2012-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2012-11-23 00:11)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07