Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 14 novembre 2019
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Patronati

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - "QUOTA CENTO" - ZERILLO (ASSISTENZA E TUTELA ITAL UIL) "PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO IN ATTESA CHIARIMENTI MINISTERO DEL LAVORO E INPS"

  "Quota 100" e "reddito e pensione di cittadinanza" due misure al centro del dibattito parlamentare  e sindacale nell'impegno di una messa a punto dei provvedimenti che non privi alcune categorie di cittadini delle opportunità offerte.

Ricordiamo che entrambi i  provvedimenti impegnano in prima linea i servizi  di Patronato per quanto riguarda le domande di "Quota 100" e quelli dei Caf nell'attuazione del diritto e pensione di cittadinanza. 

Sulla prima delle due misure, "quota 100", a cui dovrebbero essere,  in parte, interessati anche i cittadini italiani all'estero, rassicurano dall'INPS,  Italiannetwork/Italialavorotv ha chiesto chiarimenti al Responsabile  Area Assistenza e Tutela del Patronato ITAL UIL.

  ZERILLO (ITAL UIL): "Sicuramente si tratta di  due provvedimenti  di grandissimo impatto. Lo dice la folla di cittadini che  fin dai primissimi giorni successivi all'entrata in vigore del decreto legge n.4 ha presentato richiesta di accesso a "quota 100" e delucidazioni sulle possibilità di accesso al diritto e pensione di cittadinanza.  Anzi, a dire il vero,  i lavoratori si sono rivolti ai nostri uffici ancor prima della pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale per avere notizie rispetto alla possibilità di andare in pensione con quota 100. ...

DATI AGGIORNATI (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57097 )

In quest'ambito sono state presentate alcune interrogazioni parlamentari...

ZERILLO (ITAL UIL): "Oggi il decreto -delega è ancora nella fase dell'iter parlamentare di conversione. Ci sono diversi emendamenti, anche quelli presentati da Cgil, Cisl e Uil.  Per gli italiani all'estero il problema "quota 100" non si pone, nel senso che è una prestazione richiedibile in Italia o all'estero a fronte dei requisiti identici. Ed  i 38 anni si possono maturare totalizzando, perché si è lavorato in un paese che applica un regolamento comunitario, un paese legato all'Italia da accordi bilaterali e si possono totalizzare questi contributi. Anche nei paesi extra UE legati all'Italia da accordi bilaterali."
Ci sono pero' degli aspetti su cui attendiamo pero', chiarimenti da parte dell'Inps. Si tratta di  quelle situazioni in cui si vengono a cumulare contribuzioni italiane versate presso l'assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti e altri pezzi di contribuzione versati in Italia a carico delle cosiddette forme esclusive per aver svolto attività di lavoro come pubblico dipendente. Su situazioni di questo tipo :  miste  in Italia più contribuzioni estere versate in paesi extra UE, attendiamo un chiarimento ufficiale dell'Inps."

E  Zerillo afferma  alla domanda se ci sia una posizione ostativa a priori "Non c'è una posizione ostativa a priori, c'è un chiarimento che aspettiamo tutti  e che poi va in senso più lato anche al di là di  "quota 100" per le pensioni che nascono in cumulo mettendo assieme più spezzoni di vita lavorativa prestata in Italia tra pubblico e privato.  Aspettiamo, dunque, un chiarimento ufficiale da parte dell'Inps rispetto alla possibilità di totalizzare in questi casi la contribuzione in paesi extra UE, mentre per i paesi UE riteniamo sia possibile laddove sia attuabile.


Avete rilevato incongruenze che penalizzano l'applicazione ?

ZERILLO (ITAL UIL):  "Per quanto riguarda l'applicazione di questa norma le procedure ci sono. L'Inps il giorno stesso della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto -legge le ha rese disponibili....

Infine, Italiannetwork/Italialavorotv  ha chiesto all'esponente dell'ITAL, quali interventi stiano a cuore ai sindacati in quest'ambito. Ricordiamo che  la UIL, insieme alla CGIL e alla CISL ,  ha incontrato il Governo, dopo essere stati auditi in precedenza in Senato nel corso dell'iter di conversione in legge del cosiddetto 'decretone', ottenendone  l'impegno ad incontrarsi successivamente ad un Tavolo di Lavoro su entrambi i provvedimenti..

"Come sindacati abbiamo chiesto, in particolare, e qui ne cito due soltanto:  una facilitazione d'accesso da parte delle donne in relazione al numero dei figli come abbattimento dell'anzianità contributiva di 38 .....

E Zerillo ricorda, anche, l'emendamento depositato dai sindacati in Senato "che rispecchia analoga norma inserita dalla penultima legge di bilancio,  di prorogare alla stessa data di scadenza di quota 100, l'APE social, perché ....

Misure che, tuttavia, non compaiono nel testo approvato dal Senato con 149 sì, 110 no e 4 astenuti, il quale riporta emendamenti  governativi relativi  ai due pilastri economici del governo pentaleghista, ma relativi soprattutto al reddito e pensione di cittadinanza, che - come più volte sottolineato in questi giorni negli interventi dei  parlamentari della Circoscrizione Estero e nella dichiarazione in Senato della Sen. Garavini,  sono inattuabili per i connazionali all'estero, prevedendo una residenza di 10 anni in Italia ed una presenza costante negli ultimi due anni... ( integrale: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57097. (04/03/2019-M.F.-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2019-03-04 00:03)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07