Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 18 agosto 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Tributi

FISCO - ACCORDO ITALIA/SVIZZERA - ITALIANI ALL'ESTERO - INCONTRO INTERPARLAMENTARE A ROMA IN PREPARAZIONE RINNOVO NEGOZIATO IN MATERIA FISCALE:DOPPIE IMPOSIZIONI E TRASPARENZA BANCARIA

<a href="http://195.110.140.247/streaming/ITAIASVIZZERA1.wmv" />

    “Il rapporto tra Italia e Svizzera è oggi più che mai importante, se consideriamo che il nostro Paese è il secondo partner commerciale della Svizzera. Un rapporto da sempre caratterizzato da amicizia e collaborazione ma che, negli ultimi anni, ha subito alcune tensioni legate a problemi di carattere fiscale ed alla questione delle doppie imposizioni. Lo ha affermato il Presidente della Commissione Esteri del Senato, sen. Lamberto Dini, in occasione della conferenza stampa illustrativa degli esiti dell’incontro, svoltosi stamani, tra le delegazioni del Parlamento italiano e del Consiglio degli Stati della Confederazione elvetica, dei rispettivi ambasciatori e dei rappresentanti del mondo bancario e delle Camere di Commercio. Al centro del dibattito le tematiche fiscali a tutela del lavoro transfrontaliero e contro le doppie imposizioni e le regole necessarie per garantire la trasparenza bancaria.

  “La tensione - ha spiegato il senatore - è aumentata attorno ai fondi italiani depositati nel sistema fiscale svizzero, sui quali l’Italia chiedeva la nominatività ed una maggiore chiarezza. Purtroppo lo stallo creatosi è andato avanti per tanto, troppo tempo. Ci sono stati diversi tentativi di ricucire lo strappo, senza che ci sia riusciti a sedersi al tavolo del negoziato, nonostante il desiderio da parte svizzera di concludere un negoziato fiscale. Nel frattempo la Confederazione elvetica ha  concluso gli stessi accordi con Germania e Regno Unito: in questi accordi la Confederazione garantisce la tassazione dei fondi ed opera come vero e proprio sostituto fiscale dei Paesi partner”.

    “E’ questa la base su cui la Commissione Esteri del Senato ha inteso, da subito, lavorare in modo da porre fine a questa situazione di stallo che ha portato, ad esempio, al blocco del ristorno dell’imposta sul reddito alla fonte dei lavoratori frontalieri italiani da parte del Canton Ticino. Ed è per questo  che i nostri parlamentari si sono spesi su questo tema, presentando alcune mozioni (una bipartisan a prima firma dell’on. Narducci) ed un odg a nome del sen. Micheloni. I risultati di quest’attività hanno portato all’incontro di oggi che ha visto la partecipazione delle Camere di Commercio e delle associazioni bancarie dei due Paesi coinvolti”.(16/09/2011 – ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2011-09-16 00:09)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07