Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 21 novembre 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Pianeta donna

LAVORO - DONNA - DAI SINDACATI: OCMIN(CISL):"CONTRATTAZIONE II° LIVELLO SOSTEGNO OCCUPAZIONE FEMMINILE". "INNALZAMENTO PENSIONI": NON SI PUO' CHIEDERE SENZA POLITICHE SOSTEGNO."

<a href="http://195.110.140.247/streaming/OCMIN2511.wmv" />

      “In questi ultimi vent'anni la legislazione di tutela delle donne, della maternità, dei congedi parentali  ha dato prova di poter rispondere in termini di  tutela, copertura degli incentivi e dei finanziamenti che hanno garantito i percorsi di carriera, scambio di buone prassi, conciliazione. Tutto questo patrimonio legislativo non ha però rilanciato l'occupazione femminile. E questo ci deve far riflettere”. Così Liliana Ocmin, segretario confederale Cisl con delega per le Politiche Migratorie, Donne e Giovani, nel corso di una intervista ad ItalialavoroTV/ItalianNetwork. “Ma come è possibile – si è domandata Ocmin- che tante tutele non diano un risultato efficace ed efficiente per quanto riguarda l'occupazione femminile?” La soluzione, per il segretario confederale, è da ricercare nella contrattazione di secondo livello.

  “Non vogliamo certo rinunciare ai diritti- ha fatto presente Ocmin-  tant'è che insieme alla UIL abbiamo firmato l'accordo interconfederale per  lo stimolo e l'incentivo della contrattazione di secondo livello. Contrattazione  che ha dato prova tangibile di come gli accordi di prossimità, di secondo livello e  territoriali, abbiano meglio risposto alla necessità di flessibilità di cui aziende e lavoratori avevano bisogno ”. In questo modo - ha affermato Ocmin “Sia l'azienda che il lavoratore usufruiscono dei benefici di questa contrattazione in una logica di collaborazione reciproca che non vede nell'azienda l'unica leva per la risoluzione dei problemi ” . “Quella del reciproco scambio - ha proseguito- è  cultura che appartiene alla Cisl e, quindi,  raccogliamo con grande soddisfazione la sottoscrizione della CGIL a distanza di due anni”, ha dichiarato l'esponente della CISL.

  Circa la pesante questione dell'innalzamento dell'età pensionabile, che tiene banco in questi giorni sul fronte politico e sindacale, su opposte posizioni, Ocmin ribadisce: “Il tema delle pensioni non può essere affrontato solo con l'idea di far cassa. Sappiamo perfettamente che in Italia, il peso del debito pubblico costringe a fare i conti con un necessario pareggio di bilancio ed ha giustificato, anche negli ultimi anni, un incremento che ha infoltito e salvaguardato le casse per garantire il pareggio di bilancio”. “Ma – ha aggiunto l'esponente Cisl - questa nuova necessità di andare a rivedere  norme e parametri non vede la disponibilità della Cisl”.
Per Ocmin: “non si può continuare a chiedere senza dare in cambio politiche di sostegno all'autosufficienza e  alla famiglia”. “Il tema pensioni e dell'innalzamento dell'età pensionabile femminile – ha aggiunto- avevano avuto anche dei vincoli di rassicurazione che non sono stati rispettati con la costituzione del famoso tesoretto che doveva andare a finanziare e garantire il periodo lavorativo dell'età fertile delle donne”.....(vedi abstract: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=31089 ) . (27/10/2011-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2011-10-27 00:10)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07