Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 11 agosto 2020
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Imprese

ITALIANI ALL'ESTERO - IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - ON. PORTA(PRES. COM.IT/MONDO E VALORIZZAZIONE SISTEMA ITALIA):"COINVOLGERE ITALIANI ALL'ESTERO NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE"

  Non maggiori risorse, ma un diverso modo di organizzare la promozione, più in linea con un Made in Italy innovativo ma nel solco della tradizione, anche grazie al contributo delle comunità all’estero, di persone e di affari: questo il messaggio lanciato dal Seminario “Una promozione diversa per una Italia diversa: il contributo delle comunità all’estero per lo sviluppo dell’impresa dall’Italia al mondo” – organizzato dal Comitato Italiani nel mondo e per la Promozione del Sistema Paese della Camera dei Deputati, in collaborazione con Assocamerestero – l’Associazione delle Camere di Commercio Italiane all’Estero – che si è tenuto nei giorni scorsi a Montecitorio.

L'iniziativa fa seguito al percorso di consultazione realizzato dal Comitato per gli italiani nel mondo della Camera – afferma l'on. Fabio Porta, Presidente del Comitato ad Italialavorotv/Italiannetwork a conclusione dell'incontro, le cui ultime battute sono state lasciate ai rappresentanti delle Istituzioni,  come Giuseppe Tripoli Direttore Generale per le Politiche dell'Internazionalizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha dato atto dell'importanza delle imprese italiane all'estero da sempre e dell'apporto in loco delle Camere di Commercio Italiane all'Estero.

Un impegno, quello della Cabina di regia, sulla quale si è soffermato anche l'Ambasciatore Maurizio Melani, Direttore Generale del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri, che ha diffusamente spiegato l'impegno della Cabina , ma anche il ruolo del mondo diplomatico e delle stesse ambasciate nel rapporto con l'imprenditoria italiana all'estero per la crescita del Paese.

“Una promozione diversa, così come diversi sono i Paesi e le comunità, capace di definire l’“offerta di Italia” basandosi su quella che è la reale “domanda di Italia” dei mercati esteri, di recepire gli input di nuovi consumatori che apprezzano l’Italian style: questo è quello che serve. In quest’ottica, diventa strategico il contributo delle reti italiane nel mondo, di quelle comunità d’affari che possono veicolare un nuovo concetto di “made by” piuttosto che di “made in” Italy. Comunità di cui fanno parte i 1.300 amministratori-imprenditori delle Camere italiane all’estero e che possono diffondere presso le altre imprese il nuovo volto del prodotto italiano”, ha sottolineato Leonardo Simonelli Santi, Presidente di Assocamerestero, che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa.

"Un lungo ed utile confronto", quello promosso dal Seminario, ha fatto presente ad Italialavorotv/Italiannetwork l'on. Porta, traendo le conclusioni del Seminario che ha permesso di interfacciarsi anche con altre realtà per socializzarne i contenuti. E il Presidente del Comitato per gli italiani all'estero la Valorizzazione del sistema Italia nel mondo ha fatto l'esempio degli stessi parlamentari italiani attivi sul tema dell'internazionalizzazione nelle diverse Commissioni. Al centro del processo di internazionalizzazione così importante per l'Italia, le comunità italiane all'estero che devono essere considerate - ed in questo senso dobbiamo imparare anche noi a supportarle in maniera sempre più incisiva - non più come un retaggio del passato ma come uno strumento fondamentale di penetrazione culturale, sociale, economica ed anche commerciale."

In futuro, ha dichiarto l'on. Porta:  "Intendiamo lavorare su un coordinamento attivo fra tutti i soggetti preposti, anche con una mozione parlamentare di indirizzo politico al Governo perchè prenda spunto dal dibattito di oggi per dare un orientamento preciso alla propria amministrazione e dove non esistono tavoli forum nel Paese mettendo a sistema le nostre realtà imprenditoriali migliori con il mondo degli imprenditori italiani all'estero".

Nuovi strumenti legislativi ?
"Non è il momento di fare nuove leggi. Nel caso, si tratta di incidere maggiormente sul percorso legislativo esistente. Quello che dovremo fare tutti insieme in maniera corale come parlamento è una mozione, un documento od una risoluzione - lo vedremo - che impegni il nostro Governo, i nostri Ministeri a lavorare in questo senso dando anche seguito a quello che noi abbiamo inserito lo scorso anno nel piano di stabilità e cioe' al fatto che nei processi di internazionalizzazione si coinvolga a pieno titolo la collettività degli italiani all'estero." (24/06/2014-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2014-06-24 00:06)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07