Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 21 novembre 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Lavoro

LAVORO SCOMPOSTO - ALLE ACLI MIN.TREMONTI(ECONOMIA):"IL TEMA DELL'EQUITA' FISCALE E' CENTRALE NELL'AGENDA POLITICA DI QUESTE ORE..IN ITALIA C'E' UN'ENORME EVASIONE FISCALE"

<a href="http://195.110.140.247/streaming/ACLITREMONTI.wmv" />

    “Se uno ci fa caso nei 90 anni che passano tra l’enciclica “Rerum Novarum” e l’enciclica “Laborem Exercens” vi è una densità di cambiamenti enormemente inferiore a quella che si coglie nel lasso di tempo tra la “Laborem Exercencens” e la “Caritas in Veritate”. Lo ha affermato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, intervenenedo all’incontro di studi delle ACLI a Castel Gandolfo dal titolo:  il “Lavoro scomposto”.

  “Nei primi 90 anni – ha spiegato il Ministro - c’è stata un’intensa trasformazione della struttura sociale e civile dei nostri Paesi...“Sono abbastanza vecchio da ricordare il G7. ...Questo meccanismo si rompe con la globalizzazione, non è capace di prevenire la crisi né di gestirla e si giunge al G20. È un altro quadro politico che non controlla, bensì rappresenta, l’80% delle ricchezze del mondo, non è più unificato da un codice linguistico... La ricchezza finanziaria cessa di essere strumentale rispetto all’economia reale e diventa dominante di tutto. Per un mondo che aveva 4 operazioni finanziarie per ogni operazione reale, abbiamo adesso 20 operazioni finanziarie: sulla base dell’economia reale si aggiunge un’enorme entità finanziaria, che comporta la perdita di sovranità monetaria degli Stati. È un mondo in cui l’unica regola e non avere regole”. ...
...La crisi marca un cambiamento di linea imposta da un eccesso di debito. Non affrontiamo una crisi di credibilità, bensì una crisi di liquidità. Questa è la crisi che stiamo vivendo, con effetti non limitati alla finanza ma all’economia ed alla vita sociale”.

    Inevitabile - e molto atteso - il riferimento alla manovra: “è certo che se si deve fare una legge di bilancio, è necessario avere una logica di equità: si ha credibilità se si ha una base di equità. Il tema dell’equità fiscale è centrale nell’agenda politica di queste ore: la manovra resta invariata. Il gettito di un’imposta sugli energetici, inizialmente destinato per metà ai Ministeri e per metà a comuni, province e Regioni, viene dato tutto a comuni, province e Regioni che hanno una funzione sociale più prossima e più diretta”.

    “Poi – ha proseguito Tremonti - è venuto meno il contributo di solidarietà (rispetto al quale manifesto una non assoluta contrarietà), sostituito da alcuni provvedimenti necessari nel contrasto all’evasione fiscale. Il contributo di solidarietà avrebbe rappresentato il 2,5% della manovra, non una cifra esorbitante, che viene coperta con la lotta all’evasione fiscale. Sicuramente in Italia c’è un’enorme evasione fiscale ma c’è anche un numero di partite Iva superiore a quello che si registra in Francia o in Germania. Se uno dà per scontati questi elementi, deve capire che non basta l’Agenzia delle Entrate, non basta la Guardia di Finanza. Serve qualcosa di più prossimo al territorio, più vicino alla società civile, in modo che una forma di controllo venga esercitata sul territorio. Dobbiamo chiudere la simmetria “evasione-debito”, imponendo ai Comuni di partecipare al contrasto all’evasione fiscale”.

      “Non possiamo fare affidamento solo su due strutture centrali: solo coinvolgendo la società civile, l’opinione pubblica ed i consigli tributari si può prevenire l’evasione fiscale. Il ritorno ad un ruolo importante dei comuni è il primo passaggio decisivo. Altro punto fondamentale è quello del rapporto con le banche, finora basato su norme di oggettivo segreto: oggi è importante superare questa logica in nome della trasparenza. Resta, infine, la normativa penale che si articolerà coinvolgendo le banche ed i comuni. Questa mi sembra una riforma strutturale che va nel senso dell’equità” ha concluso Tremonti.(03/09/2011 – ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2011-09-03 00:09)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

 

Ultime news

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07