Direttore responsabile Maria Ferrante − luned√¨ 18 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - CAROZZA(SEGRT.GEN.CGIE):?NO ALLO SMANTELLAMENTO DELLA RETE CONSOLARE, SI AD UN PROGETTO DI BUONA AMMINISTRAZIONE. SEGNALI D'ATTENZIONE DAL MINISTRO FRATTINI?

(2009-06-25)

?Non ha alcun senso voler ?rivoluzionare? l'assetto della rete consolare e la fruizione dei servizi che da essa ne derivano in assenza di un'opzione alternativa ed efficace sia per le nostre comunit? all'estero che, tout court, per il mondo produttivo e culturale. Tanto piu' che, fatti i dovuti calcoli, da tale cosiddetta ?razionalizzazione? non ne deriva nemmeno un'?economia di scala? tale da giustificare temporanei disservizi in vista di una diversa definizione a breve o medio termine. Il ?piano?, infatti, ? carente di ogni prospettiva, perfino all'interno di un'Europa comunitaria, dove con maggior rapidit? potrebbero essere raggiunti accordi bilaterali per servizi complementari.? Lo afferma il Segretario Generale del CGIE, Elio Carozza, annunciando di aver trasmesso al Governo  il previsto ?parere? del CGIE in materia.

Un programma di razionalizzazione della rete consolare la cui terza e quarta fase  ?sembra aver preso le distanze da ogni prospettiva realistica e di adeguata e moderna, ?buona amministrazione?, stigmatizza Carozza facendosi interprete delle proteste giunte dalle comunit? all'estero. ?La sua concretizzazione, aggiunge, otterrebbe l'unico intento di creare disagio e disservizi ad una platea di utenti che oltretutto non comprende solo gli italiani, disattendendo cosi'  l'obiettivo dichiarato dallo stesso Sottosegretario Mantica?. 

?Segnali positivi, invece, emergono dall'impegno del Ministro Frattini riguardo  al recupero di fondi per le comunit? italiane all'estero sulle misure di assestamento del  capitolo di bilancio riguardante la lingua e cultura italiana all'estero? annuncia il Segretario Generale del CGIE, che segnala l'attribuzione di un contributo di 3 milioni  di euro per una dotazione complessiva che nell'anno in corso ammonter? all'incirca a  diciannove milioni e mezzo di euro.

?Un'apertura, in questo senso, va segnalata anche sul fronte della Finanziaria 2010,  che avr? la stessa base di partenza dei risultati raggiunti quest'anno  con l'assestamento di bilancio, nonostante gli annunci di ulteriori tagli preannunciati alla finel 2008 nelle previsioni finanziarie triennali.?  ?

Il CGIE esprime, dunque, soddisfazione per la sensibilit?  ed il realismo dimostrato dal Ministro Frattini, il quale si ? impegnato a corrispondere alle reiterate richieste del CGIE di indizione della Terza Conferenza Stato/Regioni-Province-Autonome/CGIE. Conferenza che, stando alle previsioni, dovrebbe tenersi nella prima decade del prossimo mese di dicembre, in collaborazione con la Conferenza dei Presidenti delle Regioni ed il Ministero per gli Affari Regionali, oltre al Ministero degli Affari Esteri.

E per avviare il cammino preparatorio della Conferenza,  per la quale si attende il decreto di indizione del Presidente del Consiglio, ha partecipato ai lavori del Comitato di Presidenza, chiuso ieri a Roma,  il funzionario delegato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni.
Quanto prima dovrebbe essere, inoltre,  riunita la VI Commissione del CGIE (Stato-Regioni /Province Autonome-CGIE) per la messa a punto della Conferenza. Appuntamento al quale prenderanno parte i membri del Consiglio la cui Assemblea Plenaria si  terr? collateralmente alla  Conferenza.

?Proprio in funzione della preparazione dei lavori della Conferenza riterrei opportuno riunire anche le altre Commissioni tematiche del CGIE, in particolare la IV Commissione (Scuola e Cultura) con la quale procedere ad  una riconsiderazione dello statu quo alla luce del siapur contenuto incremento di bilancio? afferma il Segretario Generale.  ?Incontri necessari, oltre che dovuti per legge, pur nelle more delle difficolt? finanziarie che sussistono per lo stesso CGIE, nonostante un piccolo incremento di bilancio, che non ?copre? le spese degli impegni previsti dalla legge istitutiva.
Per tale motivo ? precisa il Segretario Generale - il Comitato di Presidenza, anche alla luce delle decisioni adottate dall'Assemblea Plenaria del maggio scorso, ha deciso la  ?sospensione? degli incontri delle Commissioni Continentali e di alcune riunioni del Comitato di Presidenza per i prossimi mesi  in attesa di un'auspicabile, quanto necessaria, inversione di tendenza.

In tal senso, lo stesso Segretario Generale si far? nuovamente interprete presso il Ministro degli Affari Esteri riguardo alla necessit? che i finanziamenti a disposizione delle comunit? vengano riportati a livello del 2008 e che il CGIE possa espletare le funzioni assegnate dalla legge.

?Vorrei, infine, sottolineare ? afferma Carozza -  la doverosa riflessione fatta dal Comitato di Presidenza del CGIE, e che sottopongo all'attenzione dell'opinione pubblica e dello stesso Sottosegretario con delega per gli italiani nel mondo, circa le inefficienze registrate, lo scarso numero dei seggi presso i soli Consolati e su quella che ? stata definita ?scarsa adesione partecipativa? da parte delle nostre comunit?  alle elezioni europee, atta a determinare solo un dispendio di fondi.

Affermazioni che dimostrano una superficiale lettura degli avvenimenti ? fa presente il rappresentante del CGIE - in quanto non registrano il dato fondamentale del raddoppio del numero delle iscrizioni alle liste locali, cui si aggiunge il contributo dei giovani, con doppia cittadinanza, la cui registrazione finisce per contare solo sul voto del Paese ospite. Elementi che richiedono una riconsiderazione della materia, almeno sul piano statistico. Fattore quanto mai significativo nell'ottica di una compiuta integrazione nel tessuto locale e della acquisizione della cittadinanza europea.  Un argomento, quest'ultimo, sul quale l'establishment politico italiano ha ancora molta strada da fare, nonostante padri fondatori dell'ideale europeo siano stati proprio gli italiani.?

Infine, il Segretario Generale, segnalando il positivo incontro, avuto con i vice capigruppo dei partiti alla Camera ed al Senato dell'Italia dei Valori e del Popolo delle Libert?, nel merito delle questioni riguardanti le comunit? all'estero, si augura che le espressioni di condivisione ed unitariet? d'intenti riscontrate nell'occasione fra esponenti della maggioranza e dell'opposizione, cosi' come nelle ultime prese di posizione,  possa essere foriero dell'instaurarsi di un concreto dialogo unitario a servizio delle comunita' italiane nel mondo.?(25/06/2009-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07