Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 17 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

UNIVERSITA' ITALIANE NEL MONDO - ITALIA/POLONIA - ALL'ATENEO DI PADOVA GESTIONE "FONDO LITWORNIA": 15.000 VOLUMI DELLE MAGGIORI OPERE POLACCHE DELL'ATENEO DI BRESLAVIA

(2017-03-02)

Tomas Orlowski, Ambasciatore della Repubblica di Polonia in Italia, Rosario Rizzuto, Rettore dell’Università degli Studi di Padova, hanno siglato oggi una lettera d’intenti che prevede la cessione in deposito al nostro Ateneo del “Fondo Litwornia”. È questo un modo per rafforzare la cooperazione già esistente tra l’Università di Wroc'aw (Breslavia) presieduta dal Rettore Adam Jezierski e quella di Padova.

Grazie all’interessamento dell’Ambasciatore, l’Università di Wroc'aw ha potuto acquisire il prezioso fondo librario - 15.000 volumi tra cui 300 libri  antichi e le edizioni critiche complete di tutte le più importanti opere letterarie polacche – raccolto negli anni dal professor Andrzej Litwornia, eminente studioso della letteratura polacca e italiana scomparso nel 2004.
Il “Fondo Litwornia”, acquistato dalle autorità governative e locali della Polonia per un importo di 600.000 euro, è stato ora concesso in deposito all’Università di Padova per la Biblioteca del Polo Beato Pellegrino.

Nella lettera d’intenti, firmata anche alla presenza di Ugo Zovatto, Console onorario polacco a Venezia, e Giovanna Valenzano, Prorettrice al Patrimonio artistico, musei e biblioteche dell’Ateneo, l’Università di Padova è pronta ad accogliere il “Fondo Litwornia”. Si impegna a creare le condizioni ottimali per la custodia della raccolta, la sua consultazione ai fini di ricerca e a promuovere collaborazioni di didattica e di ricerca con l’Università di Wroc?aw (Breslavia) affinché le lingue e le letterature italiana e polacca possano essere studiate al meglio.

L’Ateneo di Padova, nei suoi oltre sette secoli di vita, ha formato intellettuali e scienziati tra i quali Copernico (Mikolaj Kopernik), Vitello (Erazmus Cio?ek Witelo) e Jan Kochanowski, massimo poeta umanista. Fin dal XIII secolo numerosi sono stati i giovani polacchi che hanno studiato a Padova e tra le varie nationes - le comunità di stranieri presenti nell’Ateneo sin dalla sua nascita - quella polacca, nel XIV e XV secolo, era una delle più organizzate e meglio rappresentate. Stemmi  e ritratti di eminenti studiosi polacchi sono presenti infatti in Aula Magna e nella Sala dei Quaranta. Nel 1920 l’Università di Padova ha istituito il primo insegnamento di slavistica in Italia e oggi è riconosciuta come sede di privilegiata per lo studio della lingua e della sua letteratura in Italia. (02/03/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07