Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 23 giugno 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA ITALIANA NEL MONDO - ACCADEMIA DELLA CRUSCA: RINNOVATO IL MANDATO DEL PRESIDENTE CLAUDIO MARAZZITI

(2017-05-09)

Venerdì 5 maggio 2017 il Collegio degli Accademici della Crusca, riunito in seduta straordinaria, ha confermato per il secondo mandato Claudio Marazzini come Presidente e Aldo Menichetti come Vice Presidente. Vi sono ora tre nuovi consiglieri nel direttivo. Il nuovo Consiglio direttivo dell’Accademia (che entrerà in carica dal 7 giugno prossimo) è così composto: Claudio Marazzini (Presidente), Aldo Menichetti (Vice Presidente), Giovanna Frosini (Accademica Segretaria), Paolo D’Achille e Giuseppe Patota.

Claudio Marazzini, nato a Torino nel 1949, è professore ordinario di Storia della lingua italiana nell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro”. Ha insegnato nelle università di Macerata e Udine. Ha tenuto corsi in qualità di professeur invité all’Università di Losanna. Storico della lingua italiana ha pubblicato numerosi saggi, libri e articoli su riviste specializzate, dedicando speciale attenzione al Piemonte, alle teorie linguistiche, alla questione della lingua, alla storia della lessicografia.

Claudio Marazzini è titolare dal 1990 della rubrica di lingua “Parlare e scrivere” del settimanale «Famiglia Cristiana». Ha scritto opere rivolte alla scuola, pubblicate da Zanichelli, SEI, D’Anna. Condirige la rivista «Lingua e stile», pubblicata dal Mulino di Bologna. È membro dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana (ASLI), della Società Italiana di Glottologia (SIG) e Socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino. Dal 2014 è Presidente dell’Accademia della Crusca.

«Ringrazio i colleghi accademici per la fiducia che mi è stata confermata – ha dichiarato Claudio Marazzini – e in particolare i consiglieri uscenti Massimo Fanfani, Vittorio Coletti e Luca Serianni che mi hanno coadiuvato in questi primi anni di presidenza. In questi anni l’Accademia della Crusca ha gettato le basi per la ripresa dell’attività lessicografica, suo obiettivo fin dalle origini, sviluppando al tempo stesso l’alta formazione in campo linguistico, la promozione e la diffusione della lingua italiana e il prezioso servizio di consulenza linguistica. Vanno in questa direzione i progetti ormai ben avviati di un Osservatorio sugli italianismi nel mondo, di un Vocabolario dantesco e di un grande Vocabolario storico dell’italiano postunitario. In questi anni sono stati attivati o riconfermati importanti corsi di formazioni rivolti alle professioni (magistrati, insegnanti, giornalisti, commercialisti, assistenti sociali), ma è senz’altro cresciuta la conoscenza dell’Accademia anche tra il grande pubblico, grazie soprattutto all’intensa attività di consulenza linguistica, alle visite guidate rivolte alle scuole e agli adulti, alla collaborazione con Unicoop Firenze e con il quotidiano “La Repubblica”.

Aldo Menichetti (Vice Presidente), Socio dal 1995, Accademico dal 2010. Già docente di Filologia romanza presso l’Università di Friburgo (Svizzera) dal 1968 al 2005, con ripetuti incarichi di Filologia italiana presso quella di Losanna. Dal 1981 al 2003 professore a contratto di Filologia romanza all’Università Cattolica di Milano. Dirige il Centro di Filologia Italiana dell’Accademia e gli «Studi di Filologia italiana». È membro dell’Accademia Ambrosiana e dottore honoris causa dell’Università di Timi?oara. Si è occupato in particolare dei poeti italiani delle origini e di metrica.

Giovanna Frosini (Accademica Segretaria), Accademica corrispondente dal 2014. Accademica ordinaria dal febbraio 2017. Giovanna Frosini è ordinaria di Storia della lingua italiana presso l’Università per Stranieri di Siena. È con-direttrice (con Luca Serianni e Luigi Matt) degli «Studi linguistici italiani», e componente del comitato di direzione degli «Studi di lessicografia italiana» editi dall’Accademia; fa parte del consiglio direttivo dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, del consiglio direttivo del «Centro italiano di studi di storia e d’arte» di Pistoia, del comitato scientifico per l’edizione dell’Epistolario Cateriniano presso l’Istituto Storico Italiano per il Medioevo, e del comitato scientifico di «Casa Artusi» di Forlimpopoli. Fa parte della Commissione dell’Accademia per il Vocabolario Dantesco, ed è tra i responsabili del progetto L’italiano in cucina. Per un vocabolario storico della lingua italiana della gastronomia. Le sue ricerche riguardano principalmente la lingua poetica delle Origini, la lingua e la tradizione testuale delle opere di Dante; i volgarizzamenti di età medievale e moderna; l’epistolografia, le scritture agiografiche e mistiche; la storia del lessico tecnico e scientifico; la storia della lingua della cucina e dell’alimentazione dall’età medievale all’età contemporanea.

Paolo D’Achille (Consigliere), Accademico corrispondente dal 2011. Accademico ordinario dal 2013. Professore ordinario di Linguistica Italiana presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre. È stato presidente della SILFI (Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana), segretario dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana), membro del Comitato Esecutivo della SLI (Società di Linguistica Italiana); dal dicembre 2012 è coordinatore dell’ASLI - Scuola. È socio ordinario dell’Arcadia e socio corrispondente della Società Romana di Storia Patria. Ha fatto parte del comitato scientifico della Enciclopedia dell’italiano, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana. Si è occupato di vari temi e problemi di storia della lingua italiana (in particolare dei rapporti tra il parlato e lo scritto, la produzione semicolta e in genere le varietà diafasiche e diastratiche in prospettiva storica, la lingua del melodramma e del teatro, le scritture esposte, specifiche questioni di morfologia e di sintassi) e di vari aspetti dell’italiano contemporaneo (neologismi, revisione redazionale dei testi, varietà regionali, linguaggio giovanile, vecchi e nuovi media). Ha inoltre condotto ricerche sulla situazione linguistica romana e laziale.

Giuseppe Patota (Consigliere), Accademico corrispondente dal settembre 2011. Accademico ordinario dal febbraio 2017. Professore ordinario di Storia della lingua italiana presso l’Università di Siena-Arezzo. È socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia, socio dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana), socio della SILBA (Société Internationale Leon Battista Alberti) e membro della giuria del “Premio Strega”. Dal 2004 è Direttore scientifico del Dizionario Italiano Garzanti. Ha al suo attivo più di ottanta pubblicazioni fra scientifiche, didattiche e divulgative. Si è occupato di lingua letteraria italiana sette-ottocentesca, di sintassi storica dell’italiano, di storia della grammatica italiana. Giuseppe Patota si è dedicato anche alla didattica dell’italiano antico e moderno, rivolta sia a italiani sia a stranieri. È autore, con Valeria Della Valle, di alcuni testi divulgativi dedicati alla lingua italiana di grande successo. Ha svolto e svolge attività di consulenza linguistica per alcuni programmi realizzati da Rai Educational per l’insegnamento dell’italiano a stranieri, anche in collaborazione con il Ministro dell’Istruzione e con il Ministero degli Esteri.(09/05/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07