Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 21 novembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - STALKING - AL VIA LA MODIFICA ART.162 SULL'ESTINZIONE DEL REATO DI STALKING

(2017-10-26)

  Dopo le polemiche dei mesi scorsi,  e l'applicazione ex lege della disposizione contenuta nella riforma del processo penale da parte del giudice di Torino, sulla modifica dell'estinzione del reato di stalking per riparazione si muove finalmente qualcosa. "lo sottolinea l'Avv. Marina  Crisafi dello Studio Cataldi che spiega:

L'emendamento ad hoc presentato dalla senatrice Puglisi al ddl orfani infatti ha ricevuto il parere favorevole del ministero della giustizia e la prossima settimana sarà cruciale.

La norma della discordia è l'art. 162-ter c.p. introdotto dalla riforma del processo penale che amplia la portata delle condotte riparatorie, portando alla dichiarazione di estinzione dei reati in cambio della restituzione, risarcimento del danno o eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose degli stessi.

Tra i reati cui si applica la disposizione vi sono tutti quelli perseguibili a querela soggetta a remissione e, dunque, anche lo stalking.

La norma, peraltro, non subordina l'efficacia della condotta riparatoria all'accettazione da parte della vittima: è sufficiente, quindi, che il giudice reputi congrua l'offerta aldilà di ciò che pensa la persona offesa dal reato.

Dopo le polemiche che hanno accompagnato la norma, già all'indomani della sua introduzione e gli annunci di intervento da parte del ministero, nei giorni scorsi è arrivata una delle prime applicazioni pratiche.

Il giudice di Torino, infatti, applicando "diligentemente" quanto previsto dall'art. 162-ter del codice penale sulla giustizia riparativa, ha ritenuto congrua l'offerta di uno stalker di 1.500 euro, nonostante il rifiuto della vittima, e ha dichiarato estinto il reato.

La levata di scudi successiva  ha fatto trovare subito la strada per la correzione della norma, attraverso l'emendamento presentato dalla senatrice Puglisi alla proposta di legge a tutela degli orfani dei crimini domestici che la prossima settimana sarà discussa in Commissione Giustizia del Senato.

Il testo dell'emendamento al ddl orfani, che si propone di sottrarre lo stalking dal novero dei reati per i quali è possibile dichiarare l'estinzione in forza delle condotte riparatorie dell'imputato modifica l'art. 162-ter c.p.c., aggiungendo il seguente periodo al primo comma: "Le disposizioni del presente articolo non si applicano nei casi di cui all'articolo 612-bis".

L'emendamento è stato accolto subito con favore. L'ufficio legislativo, infatti, su precisa direttiva del Ministro Orlando, nei giorni scorsi ha depositato parere favorevole." conclude l'avvocato Crisafi.(26/10/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07