Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 18 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

UNIVERSITA' ITALIANE NEL MONDO - INTERNAZIONALIZZAZIONE - SOTTOSEGR. AMENDOLA: "NON VUOL DIRE SOLTANTO ATTRARRE "TALENTI" MA FORMARE QUADRI FUTURI ALTRI PAESI

(2017-11-16)

  "L’internazionalizzazione del sistema universitario nazionale rappresenta una priorità di politica estera in un’ottica di sviluppo e di proiezione esterna del Paese." Lo ha detto il Sottosegretario agli Affari Esteri, con delega per gli italiani nel mondo, on. Enzo Amendola rispondendo ad una interrogazione dell'on. Lia Quartapelle  sull’attuazione della « Strategia per la promozione all’estero della formazione superiore italiana », che ha stigmatizzato come "Sempre di più l’istruzione sia  un settore di grande rilevanza e dagli importanti risvolti economici per alcuni Paesi, nonché uno strumento di soft power straordinariamente efficace. L’Italia ha moltissime potenzialità in questo settore. Promuovere una politica di internazionalizzazione non vuol dire soltanto attrarre "talenti" verso l’Italia. Vuol dire anche formare i quadri futuri degli altri Paesi, che dialogheranno più olentieri con il nostro e con le sue aziende.

Stiamo parlando quindi di una eccellente leva e di un ottimo strumento di cooperazione e collaborazione che va valorizzato adeguatamente e utilizzato pienamente.

Per questo motivo abbiamo presentato lo scorso 28 marzo il piano strategico predisposto assieme al MIUR per il quadriennio
2017/2020, a dimostrazione di quanto questo tema sia prioritario non solo per la nostra politica estera ma per il nostro Paese in generale.

Con gli Stati Generali, e con il lancio della Strategia, abbiamo cercato di sistematizzare gli sforzi fatti finora e di farli convergere, coinvolgendo nell’esercizio tutti gli attori interessati nel sistema della formazione superiore: i Ministeri competenti, le università, le associazioni e anche il mondo delle imprese perché crediamo che sia importante lavorare insieme a chi dovrà un giorno assumere i giovani laureati.

Il Piano Strategico ha avuto il merito principale di identificare le nostre priorità geografiche e stabilire un piano di lavoro.
La Strategia ha l’obiettivo in definitiva di rendere più attraente e soprattutto maggiormente visibile la nostra offerta formativa.

Tra le principali proposte operative contenute nella Strategia per la promozione all’estero della formazione superiore italiana 2017/2020, vi è la promozione, a cura del MAECI e del MIUR, di Roadshow di presentazione delle nostre istituzioni di formazione superiore nei Paesi riconosciuti di prioritario interesse per il sistema della formazione superiore italiana.

Ed è proprio sulla realizzazione dei Roadshow che abbiamo deciso di partire in questi primi mesi. Riteniamo che sia la maniera ottimale per presentare al mondo la nostra offerta formativa di eccellenza in Paesi che abbiamo riconosciuto essere di
interesse prioritario.

Attraverso la realizzazione di questi eventi vogliamo avvicinarci ai potenziali studenti internazionali interessati a studiare nel nostro Paese, presentando loro la nostra offerta formativa, il nostro sistema di formazione superiore, le sue modalità di accesso e le opportunità di finanziamento a disposizione, come, ad esempio, il programma di borse di studio per studenti stranieri gestito annualmente dalla Farnesina e dalla sua rete diplomatico-consolare all’estero.

In tutti gli appuntamenti chiediamo anche di coinvolgere cittadini locali che hanno compiuto il proprio corso di studi in Italia e che oggi sono imprenditori e dirigenti di successo nei loro rispettivi Paesi.

Ad oggi, il Gruppo di lavoro ha deciso di organizzare Roadshow in Cina, in India, e negli Stati Uniti. Ciò è stato e sarà possibile anche grazie alla disponibilità del Fondo per il potenziamento della promozione della cultura e della lingua italiana all’estero, istituito nello stato di previsione del MAECI dalla legge di bilancio 2017.

Il MAECI ha messo a disposizione della rete diplomatico-consolare coinvolta nell’organizzazione dei Roadshow, rispettivamente,
50.000 euro per le iniziative in Cina, 50.000 euro per le iniziative in India, e 100.000 euro per le iniziative negli Stati
Uniti.

Il primo Roadshow si è tenuto dal 21 al 29 ottobre in Cina, nel contesto della China Education Expo 2017, la principale fiera nazionale dell’istruzione che attrae ogni anno centinaia di migliaia di studenti.

Il Roadshow in questione, che abbiamo deciso di denominare « Italian Days on Higher Education » ha fatto tappa a Pechino,
Chengdu, Guangzhou e Shanghai.

Il prossimo Roadshow si terrà invece in India dal 24 al 28 novembre, in concomitanza della nota fiera universitaria QS, e farà tappa a Mumbai, Kolkata, Bangalore e New Delhi.

Il Roadshow negli Stati Uniti d’America è invece in programma dal 27 maggio al 1o giugno 2018, e si inquadrerà nell’ambito
dell’edizione 2018 della NAFSA, la più importante fiera al mondo nel settore della formazione superiore che l’anno prossimo si terrà a Filadelfia.

  Da primi contatti avviati con la CRUI, con Uni-Italia e con varie realtà italiane coinvolte nelle edizioni passate della NAFSA è emerso il forte interesse, da parte degli atenei, dei conservatori e delle accademie di belle arti italiane ad aderire all’iniziativa. Di questo siamo molto contenti. Si tratterà sicuramente di una ottima opportunità per il nostro sistema di presentarsi nel migliore
dei modi alle potenzialità del mercato statunitense.

C’è ancora tanto da fare. Siamo solo all’inizio di un percorso e speriamo di essere sulla buona strada.
Cerchiamo anche di coinvolgere cittadini locali che hanno compiuto il proprio corso  di studi in Italia e che oggi sono imprenditori e dirigenti di successo nei loro rispettivi Paesi.
Ad oggi, il Gruppo di lavoro ha deciso di organizzare Roadshow in Cina, in India, e negli Stati Uniti.
Ciò è stato e sarà possibile anche grazie alla disponibilità del Fondo per il potenziamento della promozione della cultura e
della lingua italiana all’estero, istituito nello stato di previsione del MAECI dalla legge di bilancio 2017." ha concluso il Sottosegretario agli Affari Esteri con delega per gli italiani all'estero del MAECI.(16/11/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07