Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 18 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA SCIENTIFICA ITALIANA NEL MONDO - AMBIENTE - MARINE LITTER "DA EMERGENZA AMBIENTALE A POTENZIALE RISORSA" INCONTRO A ROMA PROMOSSO DA ACCADEMIA DEI LINCEI ED ENEA

(2017-11-20)

  Il prossimo 1° dicembre l’Accademia dei Lincei e l’ENEA organizzano a Roma il convegno "Marine litter: da emergenza ambientale a potenziale risorsa", dedicato alla allarmante problematica dei rifiuti plastici in mare (venerdi' 1 dicembre  - presso sede Accademia dei Lincei) .
Obiettivo del convegno è quello di fare il punto sulla situazione nazionale in termini di attività scientifiche applicate ad aspetti specifici quali la caratterizzazione e il riutilizzo delle plastiche; iniziative intraprese a livello locale; adeguamento della normativa e programmi di gestione sostenibile.

I materiali polimerici, comunemente detti plastiche, costituiscono la maggior parte degli oggetti che quotidianamente utilizziamo, la loro applicazione davvero non ha confini. Non ne possiamo più fare a meno. Le caratteristiche che ne hanno consentito la rapida diffusione ed applicazione - leggerezza, resistenza e costi di produzione contenuti - rappresentano, oggi, l’origine dei danni ambientali attribuiti alle plastiche, soprattutto in ambienti marini. Oltre l’80% dei rifiuti nel Mar Mediterraneo, spiagge comprese, è rappresentato da plastiche e il rischio di trasformare i nostri mari in discariche è molto elevato. Il Mar Mediterraneo non è ancora agli stessi livelli del Pacific Trash Vortex, l’isola di plastica nell’Oceano Pacifico, ma la plastica rappresenta già un problema ambientale da quantificare, conoscere ed affrontare: un rapporto UE del 2015 stima, nel Mar Mediterraneo, oltre 100.000 pezzi di plastica/km2. (20/11/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07