Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 10 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - DEMOCRAZIA PARITARIA - PRES. COMMISSIONE REGIONALE PARITA' BASILICATA BLASI: LA DOPPIA PREFERENZA DI GENERE E' INDICE DI CAMBIAMENTO

(2018-08-03)

"La Commissione regionale pari opportunità, da tempo immemore, e non solo in questa legislatura, ha cercato e, purtroppo ad oggi dobbiamo dire invano, di aprire riflessioni sulla legge elettorale”. E’ quanto dichiarato dalla presidente della Commissione regionale pari opportunità, Angela Blasi.

“Tanti gli incontri, formali ed informali. Nella prima Commissione consiliare ‘Affari Istituzionali’, risultano essere agli atti le nostre legittime proposte ed osservazioni, elaborate e scaturite da incontri territoriali con amministratrici, associazioni e comunità locali. A giugno 2017 – ricorda Angela Blasi - attraverso un Forum delle amministratrici e di libere associazioni, organizzato dalla Crpo fu elaborato un documento - proposta che rivendicava l'attuazione ed il rispetto da parte della Regione del dettato degli articoli 122, 117 e 51 della Costituzione e l'osservanza della legge
n.20 del 2016 sull'equilibrio di genere nei Consigli regionali”.

“Anche nella predisposizione e rivisitazione dello Statuto regionale – sottolinea Angela Blasi - la Crpo ha rivendicato che potesse trovare accoglimento nella fonte ordinamentale una garanzia che valorizzasse la differenza di genere, principio quest'ultimo finalizzato a dare piena attuazione ad una vera democrazia rappresentativa. Con determinazione e forza, ancora oggi, richiediamo di considerare le proposte emerse negli incontri formali col la Presidenza del Consiglio e la Commissione ‘Affari Istituzionali’, ricordando che la democrazia paritaria non è da considerarsi un argomento esclusivo delle donne, ma resta un indicatore di diritti di uguaglianza e civiltà".

“Ricordiamo – continua la Presidente Crpo -  che solo nell'Assemblea regionale della Basilicata non c'è rappresentanza femminile e che molte Regioni hanno legiferato nel rispetto dei principi costituzionali e ancora, che la doppia preferenza non è stata considerata concessione elargitiva di contentini, ma convinto valore di rappresentanza democratica. Confidiamo – conclude Angela Blasi - nelle rimarcate sensibilità che, per onestà intellettuale abbiamo registrato nelle nostre interlocuzioni, perchè possano continuare a prevalere nella difesa di sacrosanti diritti costituzionali e osservanze legislative”. (03/08/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07