Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 21 maggio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA SCIENTIFICA ITALIANA NEL MONDO - FISICA - ALLA SCOPERTA PROPRIETA' SINGOLE MOLECOLE ATTRAVERSO LA FLUORESCENZA

(2019-02-27)

Quando l’ISTAT ci dà informazioni medie sulla popolazione italiana, come il reddito medio, l’età media, il peso e l’altezza, spesso non ci riconosciamo, perché ognuno di noi è diverso dall’altro e quasi mai in media con il resto della popolazione.

Lo stesso succede per le molecole in chimica. Quando si misura un campione macroscopico, anche se contiene una sola sostanza chimica, ogni molecola sarà un po’ diversa dalle altre, perché è diversa la loro conformazione tridimensionale. Le molecole, infatti, non sono bacchette rigide, possono ruotare e piegarsi leggermente. Il risultato è che quello che viene misurato è in realtà una media delle varie conformazioni. La misura di molecole isolate invece ci può dire qual è la conformazione di ognuna di esse, e quindi può darci molte più informazioni che nella misura mediata sono nascoste.

Un team internazionale di ricercatori, tra i quali Giulio Cerullo, Dario Polli e Antonio Perri del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano, è riuscito a caratterizzare le proprietà di singole molecole isolate mediante la fluorescenza che esse emettono. La fluorescenza è quella luce che si vede ad esempio sui nostri vestiti bianchi quando in discoteca vengono illuminati dalle lampade ultraviolette, o che illumina di verde le lancette dell’orologio di notte.

La misura che è stata realizzata è tecnicamente molto difficile: immaginate quanto è piccola una molecola, e quindi quanta poca luce di fluorescenza possa emettere. I ricercatori l’hanno messa al buio sotto un microscopio e l’hanno illuminata con dei flash di luce: su 100 colpi di flash, la molecola 99 volte non rispondeva affatto, e 1 volta rispondeva emettendo un singolo fotone. Un singolo fotone è pochissimo: basta pensare che i nostri occhi durante il giorno ricevono normalmente milioni di milioni di fotoni in un solo secondo di tempo. Raccogliendo questi fotoni di luce emessa da una singola molecola è possibile ottenere preziose informazioni riguardo alla sua conformazione peculiare.

Il lavoro è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista PNAS, organo dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d’America. Oltre al Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano, hanno partecipato l’Università Tecnica di Monaco di Baviera, che ha proposto lo studio e fatto le simulazioni, e l’Università di Copenaghen, che ha condotto gli esperimenti.

Per saperne di più: https://www.pnas.org/content/early/2019/02/14/1808290116. (27/02/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07