Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 22 agosto 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - COMMISSIONE P.O. FVG - DUSY MARCOLIN NEO PRESIDENTE - V.PRES.ASSEMBLEA REGIONALE RUSSO: "SOLO 6 DONNE SU 49 CONSIGLIERI: E' EMERGENZA FEMMINILE"

(2019-07-18)

  La Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna ha eletto la sua nuova presidente. Si tratta di Dusy Marcolin, che durerà in carica per 2 anni e mezzo al pari delle due nuove vicepresidenti, Raffaella Palmisciano e Rosi Toffano, salvo loro riconferma in quanto la Commissione resta in carica per la durata della legislatura o comunque sino all'insediamento della nuova Commissione. La Crpo è stata istituita la prima volta nel 1990 con la legge regionale n. 23 di quell'anno.

Ad accogliere la nuova Commissione presso la sede del Consiglio regionale è stato il vicepresidente dell'Assemblea, Francesco Russo, che ha raccontato come per lui sia stato uno shock registrare che l'Aula è composta da sole 6 donne, dei 49 consiglieri regionali totali.

Purtroppo anche in Italia c'è una vera e propria emergenza femminile - ha detto Russo - e nasconderlo è uno degli errori più gravi che la politica potrebbe fare. Dalla classifica internazionale sul "gender gap" (il divario di genere) si apprende che il nostro Paese passa dall'82esima al 70esima posizione: mi sembra una magra soddisfazione. La classifica tiene conto di criteri quali le opportunità in campo economico, il livello di istruzione, l'accesso alla sanità, la vita media, perciò significa che in tutti questi campi c'è ancora molto da fare, e lo è anche in Friuli Venezia Giulia, che pure è una Regione considerata privilegiata.

Se c'è una colpa "bipartisan" per Russo, è il fatto che manchi ancora una legge che favorisca la partecipazione femminile alla vita politica a livello regionale. Si sono fatti miglioramenti per la partecipazione delle donne a livello comunale - ha fatto presente -, ma ciò nonostante ci sono ancora Comuni che non hanno alcuna presenza di donne nelle Giunte come la legge prevederebbe e altri Comuni che hanno meno della soglia del 40% di rappresentanza femminile nei loro Consigli. A mio parere ci dovrebbe essere una legge non per creare "quote rosa", ma che favorisca tale presenza.

Le funzioni della Crpo dettate dalla Lr 23/1990 - ha poi evidenziato il vicepresidente - sono importanti, nobili e vincolanti, stringenti anche per il Consiglio e la Giunta regionali che guardano a questa Commissione.

Per la Giunta ha, così, preso la parola l'assessore regionale Alessia Rosolen, a cui fanno capo gli interventi per le pari opportunità nei settori lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, interventi che la Rosolen ha elencato alla Commissione e per i quali ha chiesto collaborazione nella loro previsione e progettualità.

Ho voluto che all'interno della nuova Crpo ci fosse una forte rappresentanza delle organizzazioni sindacali - ha quindi spiegato - perché ritengo che tutte le azioni che devono essere fatte per favorire la presenza delle donne all'interno delle istituzioni e della società passano in primo luogo per tutte le garanzie di accesso che lo stato sociale deve dare loro, e questo per me vale più di qualunque legge. Credo che la precedente Crpo si sia concentrata molto sulle analisi, mentre a voi chiedo suggerimenti e risposte, anche perché le analisi le facciamo già in maniera attenta e regolamentata a tutti i livelli, anche europeo e nazionale; i dati li abbiamo già."(18/07/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07