Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 14 novembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA SCIENTIFICA ITALIANA NEL MONDO -TRASFERIMENTO TECNOLOGICO - A TRIESTE: MEET IN ITALY FOR LIFE SCIENCES

(2019-10-16)

  "In tema di innovazione il Friuli Venezia Giulia è ai vertici a livello europeo. Ora dobbiamo mettere insieme le imprese, il nostro sistema di formazione, le università, il mondo della ricerca e tutti i risultati prodotti in questi ambiti per fare un ulteriore salto di qualità".
Il cambio di passo è stato auspicato dall'assessore regionale a Ricerca e Università, Alessia Rosolen, in apertura di Meet in Italy for Life Sciences, il principale appuntamento dedicato alle Scienze della Vita in programma fino al 18 ottobre al Molo IV di Trieste, organizzato dalla Regione Fvg, dal Cbm, da Area Science Park, dal Comune di Trieste e dal Cluster tecnologico nazionale Scienze della vita Alisei.

"È una visione di prospettiva quella che guida la regione in un settore così importante per la qualità della nostra vita e lo sviluppo della società come quello delle Scienze della vita - ha sottolineato Rosolen, portando i saluti del governatore Fedriga -. Stiamo cercando di costruire un sistema, che abbiamo identificato all'interno del Cluster Smart Health Fvg, mettendo insieme 130 aziende, 11 enti di ricerca, 2 Irccs e 2 aziende universitarie integrate".

"Questo sistema non si limita, però, alle imprese e agli enti di ricerca ma segue anche la filiera della formazione. Abbiamo investito molto sul sistema degli Its e qui a Trieste abbiamo un istituto tecnico superiore dedicato proprio alle nuove tecnologie della vita. Inoltre - ha aggiunto l'assessore - continueremo a scommettere su ricerca e innovazione con la nuova programmazione della strategia di specializzazione intelligente (S3), uno strumento utilizzato in tutta l'Unione europea per migliorare l'efficacia delle politiche pubbliche in questi settori".

"Il Friuli Venezia Giulia - ha evidenziato Rosolen - sta puntando con convinzione anche sull'Agenzia Lavoro&SviluppoImpresa, l'ente regionale nato con l'obiettivo di diventare uno strumento di raccordo tra le esigenze del settore produttivo e imprenditoriale e le attività dei soggetti pubblici e privati competenti in materia di attività produttive e politiche del lavoro".

"I nostri ricercatori - ha affermato l'assessore - stanno lavorando in settori importanti per il futuro come la medicina personalizzata, le tecnologie avanzate, le analisi predittive. I dati che riescono a elaborare possono essere utili per decidere quali investimenti fare nel prossimo futuro, per capire quali settori si svilupperanno e quali saranno le esigenze della nostra popolazione. Ora, però, è venuto il momento di mettere in comune tutti questi dati, facendo una seria analisi sulla necessità della loro conservazione e della loro sicurezza".

"Mettendo insieme il nostro sistema di formazione, le nostre università, il mondo della ricerca, le imprese e tutti questi dati - ha concluso Rosolen - potremo avere davvero un'immagine nitida di quella che sarà la nostra società fra 20 anni".

Un'edizione, la sesta quest'anno,  ricca di appuntamenti e con la presenza dei massimi esperti nazionali e internazionali delle life science.

Il primo giorno al mattino : la conferenza internazionale dal titolo “Dalla genomica all’epigenomica: il futuro della medicina” introdotta dal Direttore scientifico del Berlin Institute for Medical Systems Biology, Nikolaus Rajewsky, cui seguono due tavole rotonde, una dedicata al mondo della ricerca scientifica “Alla scoperta delle potenzialità della genomica per la ricerca di base”, l’altra rivolta alle imprese del settore “Potenzialità della ricerca applicata per la personalizzazione delle cure: dalla genomica alla medicina rigenerativa”. Le discussioni registrano  la partecipazione di relatori di alto livello appartenenti alle principali istituzioni scientifiche del Paese, con tematiche, oggi di frontiera, che porteranno nel giro di pochi anni a uno stravolgimento della medicina rispetto a come è stata concepita fino a ora. La medicina personalizzata, basata su tecniche genetiche ed epigenetiche, permetterà infatti cure sempre più personalizzate in grado di somministrare farmaci specifici adeguati a ogni singola persona.

Al termine della mattinata la Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI, Diana Bracco, comunicherà la regione e la città che ospiterà l’edizione 2020 della manifestazione.

Una tre giorni densa di appuntamenti: sono più di 400 le realtà, provenienti da 31 Paesi, iscritte alla manifestazione e che daranno vita a oltre 1.800 meeting organizzati in collaborazione con Enterprise Europe Network. La conferenza internazionale di apertura è affiancata da 30 workshop di approfondimento, in cui gli ospiti possono ascoltare esperti discutere dalla nutraceutica al ruolo della diagnostica, dalle nanotecnologie applicate alla medicina agli aspetti più innovativi delle life science. Presenti inoltre 27 espositori che presentano le novità del settore.

Come ogni anno, Meet in Italy for Life Sciences ospita l’Italian Healthcare Venture Forum: il percorso dedicato alle start-up organizzato in collaborazione con Tech Tour. Un evento rivolto ad aziende innovative che promuovono tecnologie emergenti nel settore delle scienze della vita. Dalle 68 candidature pervenute, una giuria di esperti composta da Venture Capitalist ed esperti in digital health, medtech, biotech e pharma ha selezionato 20 start up finaliste che il 18 ottobre a Trieste avranno la possibilità di presentare il proprio progetto imprenditoriale di fronte a una giuria di investitori europei specializzati nelle scienze della vita.
Le 20 start up finaliste provengono da 6 Paesi: una da Austria, Regno Unito e Bulgaria, 2 da Finlandia e Germania e 13 dall’Italia.

------------------------------------------------
Meet in Italy for Life Sciences è un’iniziativa del Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI ed è quest’anno promossa e organizzata dalla Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia, dal Comune di Trieste, da CBM Distretto di Biomedicina Molecolare del Friuli Venezia Giulia e gestore del Cluster Smart Health FVG e da Area Science Park.

L’iniziativa si avvale per l’organizzazione del brokerage event di Enterprise Europe Network, la più grande rete nel mondo di supporto alle piccole e medie imprese, istituita dalla Commissione Europea per sostenere innovazione e internazionalizzazione e presente in oltre 65 paesi.

Accanto ai promotori l’organizzazione di Meet in Italy for Life Sciences vede il coinvolgimento del Cluster Tecnologico Nazionale ALISEI, di ART-ER, Assolombarda, BioPmed, C.H.I.CO. (Lazio Cluster of Health Innovation and Community), Cluster Lombardo Scienze della Vita, Confindustria Dispositivi Medici, Confindustria Toscana, Distretto Toscano Scienze della Vita, ENEA, Farmindustria, Innovhub, Agenzia ICE, Lazio Innova. Co-organizzatori dell’evento sono FAST e Unioncamere Veneto. L’evento è realizzato in collaborazione con: Enterprise Europe Network, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino, Confindustria Lombardia, Federchimica Assobiotec, Scientific and Innovation System of Friuli Venezia-Giulia, Unioncamere Emilia Romagna.

L’evento ha ottenuto il patrocinio proESOF2020, quello della Regione Emilia Romagna, Regione Lazio e Regione Lombardia.

L’edizione 2019 di Meet in Italy for Life Sciences è realizzata con il supporto di: Alifax, Biofarma, Bracco, Chiesi, Diaco, EIT Health, EURO BioHighTech, Giomi, Innova Partners, LifeSeeder, M2Test, Silver Economy Network, Studio Torta, VivaBioCell.
________________________________________

Meet in Italy for Life Sciences è un’iniziativa del Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI ed è quest’anno promossa e organizzata dalla Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia, dal Comune di Trieste, da CBM Distretto di Biomedicina Molecolare del Friuli Venezia Giulia e gestore del Cluster Smart Health FVG e da Area Science Park.

L’iniziativa si avvale per l’organizzazione del brokerage event di Enterprise Europe Network, la più grande rete nel mondo di supporto alle piccole e medie imprese, istituita dalla Commissione Europea per sostenere innovazione e internazionalizzazione e presente in oltre 65 paesi.

Accanto ai promotori l’organizzazione di Meet in Italy for Life Sciences vede il coinvolgimento del Cluster Tecnologico Nazionale ALISEI, di ART-ER, Assolombarda, BioPmed, C.H.I.CO. (Lazio Cluster of Health Innovation and Community), Cluster Lombardo Scienze della Vita, Confindustria Dispositivi Medici, Confindustria Toscana, Distretto Toscano Scienze della Vita, ENEA, Farmindustria, Innovhub, Agenzia ICE, Lazio Innova. Co-organizzatori dell’evento sono FAST e Unioncamere Veneto. L’evento è realizzato in collaborazione con: Enterprise Europe Network, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino, Confindustria Lombardia, Federchimica Assobiotec, Scientific and Innovation System of Friuli Venezia-Giulia, Unioncamere Emilia Romagna.

L’evento ha ottenuto il patrocinio proESOF2020, quello della Regione Emilia Romagna, Regione Lazio e Regione Lombardia.

L’edizione 2019 di Meet in Italy for Life Sciences è realizzata con il supporto di: Alifax, Biofarma, Bracco, Chiesi, Diaco, EIT Health, EURO BioHighTech, Giomi, Innova Partners, LifeSeeder, M2Test, Silver Economy Network, Studio Torta, VivaBioCell. (16/10/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07