Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 14 novembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE AI VERTICI - EUROPA - LA GIURISTA ROMENA LAURA CODRUTA KOVESI PROCURATORE CAPO DELL'UNIONE EUROPEA

(2019-10-17)

La giurista romena Laura Codruta Kövesi è stata nominata Procuratore Capo dell'Unione Europea.
La sua nomina è stata formalmente approvata dai capi dei gruppi politici il 16 ottobre, è stato l’ultimo passo nel processo di nomina.

Pronta ad insediarsi nel 2020, Kövesi guiderà il nuovo Ufficio di Procura europea (EPPO), che indagherà sui crimini finanziari in UE quali la frode sull'IVA transfrontaliera, il riciclaggio di denaro e la corruzione.

In quanto precedente  Direttorato nazionale anticorruzione della Romania (DNA), un'unità di procura specializzata nell'indagine su casi di corruzione di alto livello, Kövesi si è trovata talvolta al centro di situazioni tese.

Kövesi è la scelta del Parlamento europeo, ma i ministri dell'UE hanno sostenuto anche altri candidati, fino a poco tempo fa.

Attualmente soltanto le autorità nazionali possono indagare e perseguire le frodi contro il bilancio dell'Unione europea, ma i loro poteri si fermano alle frontiere nazionali. Il Parlamento ha richiesto l'istituzione di un corpo dell'UE in diverse risoluzioni, sottolineando l'importanza di assicurare l'indipendenza dei suoi procuratori.

L'Ufficio di Procura europea (EPPO dall'inglese European Public Prosecutor Office) è stato approvato nel 2017, e sono stati finalmente raggiunti degli accordi riguardo a chi dovrebbe guidarlo nel settembre 2019.
Fino ad ora, 22 stati membri hanno aderito all'EPPO. I cinque paesi che attualmente non partecipano - Svezia, Ungheria, Polonia, Irlanda e Danimarca - potranno unirsi in qualsiasi momento.

Nel 2017, le frodi hanno interessato 467.1 milioni di euro del bilancio dell'UE nei paesi membri. Dichiarazioni e documenti falsi o falsificati hanno costituito il tipo più comune di frode, secondo una relazione della Commissione.

La sede della Procura europea si troverà in Lussemburgo, assieme alla procuratrice capa e ai procuratori di tutti gli stati partecipanti. La Procura dirigerà le indagini criminali quotidiane svolte dai procuratori delegati dai paesi membri. L'Ufficio della Procura Europea dovrebbe essere operativo alla fine del 2020. (17/10/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07