Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 12 dicembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - EUROPA - LA CES :FAR VIOLENZA CONTRO LE DONNE E' UN CRIMINE NELLA UE : MANDATI DI ARRESTO EUROPEO PER I RESPONSABILI

(2019-11-25)

  "Fare violenza contro le donne un crimine UE, occorre fare in modo che mandati d'arresto europei possano essere emessi per i responsabili: questa è una tra le proposte sostenute da più di 50 donne dirigenti sindacali di tutta Europa in una lettera inviate alla Commissione europea.

La CES ha scritto a Ursula von der Leyen, presidente eletto della Commissione europea, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

La lettera prevede:
adesione dell'UE alla Convenzione di Istanbul contro la violenza alle donne
Maggiore sostegno, protezione e diritti per le vittime della violenza contro le donne, se i resti della Convenzione bloccati nel Consiglio europeo
La violenza contro le donne da aggiungere alla lista dei crimini UE (sostenere la prevenzione, la protezione e la riparazione, compreso transfrontalieri mandati di arresto europeo per i reati di violenza contro le donne)
L'UE debba incoraggiare la ratifica della convenzione di Istanbul da quei sei Stati membri dell'UE che non l'hanno ancora ratificata (Bulgaria, Repubblica Ceca, Ungheria, Lettonia, Lituania, Slovacchia e Regno Unito)
L'UE debba incoraggiare la ratifica da parte di tutti gli Stati membri della Convenzione ILO 190 sulla violenza e molestie sul posto di lavoro

Ad accompagnare la lettera, alcune riflessioni del Vice Segretario Generale della CES Esther Lynch:

“La violenza contro le donne è una delle peggiori e più distruttive forme di discriminazione, ma non sembra raggiungere ancora livelli allarmanti in Europa, favorita da una normativa inadeguata e impunità per i responsabili.

“La nostra lettera è una manifestazione di solidarietà, un riconoscimento del fatto che la violenza di genere colpisce tutte le donne e che, sulla scia del movimento Me Too, non accetteremo che le nostre figlie continuino a vivere sotto la minaccia di aggressioni maschili. Essa dimostra anche il nostro impegno a garantire la ratifica UE ed a implementare la Convenzione di Istanbul del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica.

“Nel posto di lavoro, molte donne subiscono abusi su base giornaliera, ed hanno spesso troppo paura per farsi avanti e denunciarla. Ora i sindacati ne hanno avuto abbastanza.” (25/11/2019- ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07