Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 23 gennaio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

RICERCA SCIENTIFICA ITALIANA NEL MONDO - BIG DATA - CONVEGNO PROMOSSO DA INFN E AIFM SUI BIG DATA E LA MEDICINA DEL FUTURO

(2019-12-09)

lL 12 dicembre INFN e AIFM - ASSOCIAZIONE ITALIANA FISICA MEDICA-  organizzano un convegno dedicato alle prospettive che i big data possono portare alla medicina del futuro.
L’appuntamento è a Reggio Emilia in Emilia- Romagna, regione che ospiterà il supercomputer pre-exascale presso il futuro Tecnopolo di Bologna.

Le chiavi della medicina del futuro sono nascoste nei big data, l’enorme quantità di dati sulla salute dei cittadini archiviata nei registri clinici di medici di base e pediatri, nelle cartelle cliniche ospedaliere, nei referti delle visite specialistiche e negli esami di laboratorio, o registrate da dispositivi indossabili digitali. Per analizzarli e scovare le importanti informazioni che contengono serve un approccio nuovo, che arriva dall’intelligenza artificiale (AI), in grado di sfruttare la capacità di apprendimento degli algoritmi (machine learning) e la potenza di calcolo di supercomputer capaci di gestire e processare enormi quantità di dati. Ma anche di rendere visibili, attraverso modelli matematici, le associazioni nascoste tra le informazioni analizzate, al fine di potenziare i percorsi di screening e prevenzione e di studiare modelli personalizzati di diagnosi e cura.

A questo tema fortemente interdisciplinare e di grande impatto sociale è dedicato il convengo “Big data e Salute nelle prospettive del Tecnopolo di Bologna” organizzato da Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Associazione Italiana Fisica Medica presso l’azienda USL_IRCSS di Reggio Emilia e in programma il prossimo 12 dicembre.  Il convegno vede la partecipazione e il confronto di esperti di comunità di ricerca e istituzioni che operano nel campo dei big data e dell’AI, portatori di competenze e tecnologie cruciali per costruire una nuova alleanza digitale per la salute pubblica.  Le future applicazioni si estendono a numerosi settori della medicina, dalla biologia molecolare alla genomica, dall’oncologia alla immunoterapia, dalla radiologia alla radioterapia di precisione, a cui si aggiunge lo sviluppo di modelli efficaci per la realizzazione di strutture intelligenti ed integrate per la ricerca e la cura.

“Questo è il primo evento che INFN e AIFM organizzano nell’ambito di un accordo di collaborazione scientifica recentemente siglato. Entrambi crediamo che i big data e l’Intelligenza artificiale rappresentino oggi la frontiera più avanzata della ricerca nel campo della medicina personalizzata con l’obiettivo di curare il paziente e non la patologia” sottolinea Giacomo Cuttone, Coordinatore comitato scientifico INFN-AIFM “.

“Guardando al presente ma soprattutto al futuro” commenta il Presidente di AIFM, Michele Stasi, “INFN e AIFM hanno instaurato questo rapporto di collaborazione a lungo termine per far fronte, insieme con le società scientifiche di area radiologica, alle nuove sfide di una medicina sempre più personalizzata, multidisciplinare e multiprofessionale, e in cui l’innovazione tecnologica e l’intelligenza artificiale, saranno protagonisti”.

L’idea di organizzare il convegno in Emilia Romagna nasce da un’unicità che caratterizza questa regione: il futuro Tecnopolo di Bologna, infatti, sarà uno degli otto centri selezionati dall’Unione Europea, e l’unico in Italia, per ospitare un computer di classe pre-exascale, un supercomputer con elevatissime capacità di calcolo. Un progetto che vede un investimento complessivo di circa 240 milioni di euro per l’Italia e di circa 900 milioni a livello europeo.

“In questo ambito l’INFN può dare un contributo fondamentale grazie all’esperienza decennale nella gestione e nell’analisi, anche con tecniche di machine learning, di big data accessibili tramite efficienti piattaforme cloud” commenta Gaetano Maron, direttore del centro CNAF dell’INFN. “Questa esperienza viene ora valorizzata e potenziata dai grandi investimenti infrastrutturali nel settore della “High Performance Computing” che saranno realizzati in Italia, e in particolare in Emilia Romagna nell’area del Tecnopolo bolognese” conclude Maron.

PROGRAMMA SU FB https://www.facebook.com/ITALIANNETWORK-149298065429451/ (09/12/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07