Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 13 agosto 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - VIOLENZA SULLE DONNE - DONNE CES A PRES.VON DER LEYEN IMMEDIATA RATIFICA UE E SINGOLI STATI MEMBRI CONVENZIONE ISTANBUL. "IL CASO POLONIA"

(2020-07-27)

I sindacati europei chiedono che i leader dell'UE diano finalmente la priorità alla ratifica della Convenzione di Istanbul a seguito di rapporti secondo cui la Polonia intende ritirarsi dal trattato sulla violenza contro le donne.

L'adesione all'UE, che è iniziata nell'ottobre 2015, ma è ancora bloccata nel Consiglio europeo, è attesa da tempo e garantirebbe maggiori tutele e diritti ai sensi del diritto dell'UE per le donne e le ragazze in ogni stato membro.

Trasmetterebbe anche il messaggio giusto ai cinque stati membri che devono ancora mettere il trattato nella legislazione nazionale, così come quelli che stanno prendendo in considerazione il loro impegno a prevenire la violenza contro le donne.

Più di 50 donne leader sindacali, di cui tre polacche, hanno già scritto a von der Leyen per chiedere l'adesione all'UE al fine di combattere la violenza contro le donne sul lavoro.

Esther Lynch, vice segretario generale della Confederazione europea dei sindacati, ha dichiarato:

“Il ritardo inaccettabile nella ratifica da parte dell'UE della Convenzione di Istanbul. Atteggiamento che ha inviato agli Stati membri un messaggio totalmente sbagliato sull'importanza di porre fine alla violenza contro le donne.

“I tentativi di ritirare le protezioni contro la violenza sulle donne in Polonia fanno parte di una crescente reazione contro l'uguaglianza di genere che dimostra che non possiamo dare per scontati progressi.

“I leader dell'UE devono ora dare priorità alla ratifica della Convenzione di Istanbul a livello europeo e in ogni stato membro. Le buone intenzioni devono essere trasformate in diritti per le donne che affrontano la violenza sul lavoro e in casa ". (27/07/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07