Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 23 ottobre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - LAVORO / GERMANIA - DGB: " PROCESSO UNIFICAZIONE DUE GERMANIE INCOMPIUTO SUL FRONTE PARI OPPORTUNITA' A 30 ANNI RIUNIFICAZIONE

(2020-09-29)

  Anche 30 anni dopo la riunificazione, ci sono notevoli differenze tra Est e Ovest. Anche se più donne sono impiegate in Oriente, generalmente guadagnano meno dei loro colleghi in Occidente. In generale, i dipendenti nella Germania orientale continuano a guadagnare meno che nella Germania occidentale anche 30 anni dopo la riunificazione. 

Ad affermarlo la Confederazione dei Sindacati tedeschi, la DGB, che riporta i dati di uno studio dell'Istituto di scienze economiche e sociali (WSI): 

Sono stati compiuti progressi sia nell'Est che nell'Ovest sull'uguaglianza di genere, ma resta ancora molto da fare. L'Oriente a volte è un po 'più lontano: le donne nella Germania dell'Est sono su un maggiore piano di parità con gli uomini rispetto alle donne in Occidente. E le donne dell'est che lavorano sono più numerose  rispetto alle donne nell'ovest.

Il  part-time delle donne della Germania occidentale è stata recentemente rilevato essere del 48,6%, ben al di sopra di quella delle donne della Germania orientale (34,7%). Secondo il WSI, ciò è dovuto principalmente alla migliore offerta di assistenza all'infanzia.

Quanto alle  differenze salariali: il divario retributivo di genere nell'ovest è del meno 21%  rispetto agli uomini ma nella Germania orientale è quasi del 7%.

Elke Hannack del comitato esecutivo federale del DGB ha chiesto, pertanto  che vengano prese decisioni politiche per raggiungere una maggiore parità. Inoltre, deve essere possibile un migliore equilibrio vita-lavoro, anche attraverso l'assistenza tutto il giorno nelle scuole primarie.

Lo stesso  presidente del DGB Reiner Hoffmann, in occasione del 30 ° anniversario dell'unificazione, ha puntato il dito sulla questione chiedendo parità di condizioni di vita e di lavoro nell'Est e nell'Ovest

Hoffmann,, pur sottolineando che la riunificazione può essere considerata il grande risultato di una  rivoluzione pacifica che, oltre ad avere ha unito la Germania,  ha aperto la strada a un'Europa unita, non ha potuto fare a meno di rilevare "Ma purtroppo ancora oggi vediamo i deficit dell'unità tedesca. Perché condizioni di vita equivalenti, previste dalla Legge fondamentale, non esistono ovunque. Ciò è particolarmente evidente nell mercato del lavoro: con redditi, che sono ancora notevolmente inferiori nei nuovi Stati federali. Con orari di lavoro, spesso più lunghi in Oriente. Fattori che giustamente causano malcontento nella popolazione.

Le soluzioni, per la DGB, sono ovvie: una maggiore copertura della contrattazione collettiva significa salari più alti. Grazie ai sindacati dei nuovi Stati federali, i salari collettivi potrebbero essere quasi allineati. Ma c'è un urgente bisogno che più persone siano messe sotto la protezione dei contratti collettivi. Solo così potremo  garantire un buon lavoro a tutti in Germania.

A trent'anni dalla caduta del muro di Berlino, le realtà della vita delle persone in Oriente e in Occidente differiscono ancora in modo  fondamentale. È ora di cambiare la situazione. I sindacati DGB si battono per questo ". (29/09/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07