Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 23 ottobre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRENDITORIA FEMMINILE - CRESCONO START UP FEMMINILI - MILANO E LONDRA INSIEME DOPO LA FASCION WEEK PER UNA MODA SEMPRE PIU' SOSTENIBILE ED INNOVATIVA

(2020-09-30)

  Una moda sempre più sostenibile e innovativa, la promozione delle nuove idee nelle startup di donne e il rapporto con il Regno Unito sono i temi su cui si concentra l’iniziativa di questo  30 settembresull'"Innovazione per una moda sostenibile. Uno sguardo al femminile". La promuove la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, dopo la Fashion Week per avvicinare i due Paesi attraverso il suo Comitato Imprenditoria Femminile e il Tavolo Giovani, in collaborazione con il Consolato Generale britannico a Milano.

La giornata vede la partecipazione di Richard Burn, Commissario di Sua Maestà per il Commercio con l’Europa del Department for International Trade.

Voci a confronto: l’assessore Tajani, il Console Generale britannico Graham, il Presidente della Camera della Moda Capasa. Per la Camera di commercio partecipano Sergio Rossi, Vice Segretario Generale e Federica Villa che coordina il Comitato Imprenditoria Femminile.

A seguire un Tavolo Giovani, con le proposte delle startup con Alvise Biffi, Membro di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi Venerdì 30 settembre, “Innovazione per una moda sostenibile uno sguardo al femminile”, ore 14:15 - 15:10 Verso una moda sostenibile: Esperienze a confronto 15.10 - 17.00 Tavolo Giovani #Greenfashion: Spazio alle startup femminili.

Ecco le “best practice” al femminile. Le idee delle startup femminili, dalla impresa che aiuta le donne colpite dall’acido, a quella impegnata in Tanzania, ai materiali che aiutano l’ambiente Ha commentato Alvise Biffi, Membro di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Oggi sempre più start up coniugano sensibilità ambientale nel settore fashion ed innovazione tecnologica. Con il Tavolo Giovani della Camera di commercio diamo una opportunità concreta di far conoscere i propri progetti d’impresa”.
“Come Amministrazione - commenta Cristina Tajani, Assessora alle Politiche per il Lavoro, Commercio, Moda e Design del
Comune di Milano - abbiamo sempre sostenuto e valorizzato in questi anni il lavoro delle start-up cittadine in ogni campo, dalla moda al design convinti che la loro capacità creativa e di proporre modelli produttivi nuovi, sempre più attenti alla qualità, alla circolarità e alla sostenibilità costituisca uno dei tratti imprescindibili del Made in Italy"

“Sostenibilità, sostegno ai giovani talenti e la diversity e l’inclusion sono tra i pilastri principali della strategia operativa di Camera Nazionale della Moda Italiana” dichiara il Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa. “Siamo felici di sostenere questo tipo di iniziative che hanno il fine di supportare le giovani designer che s’impegnano per presentare tecniche di lavorazione e collezioni sempre più green e sostenibili”.

Dichiara Richard Burn, Commissario per il Commercio con l’Europa: “Il commercio tra Regno Unito e il potente distretto
produttivo di Milano, Monza, Brianza e Lodi dimostra quanto siano forti i legami tra i nostri Paesi. È indispensabile condividere best practice per favorire start-up sostenibili e innovative e far ripartire le nostre economie dopo la crisi pandemica, ricorrendo alle risorse umane in maniera inclusiva. L’incontro di oggi ne è un ottimo esempio”.

Per i Catriona Graham, Console Generale britannico a Milano e direttore del Department for International Trade Italia: “Questo convegno affronta i temi che sono al primo posto dell’agenda politica ed economica del Governo britannico e di DIT:
Clean Growth, ovvero crescita sostenibile, anche nel settore moda e tessile, Technology, come essenziale strumento di innovazione per il successo, Diversity and Inclusion, che significa promuovere pari opportunità per tutte le diversità, e soprattutto valorizzazione delle donne”.

Sergio Rossi, Vice Segretario Generale della Camera di commercio afferma: “La Camera di commercio da tempo promuove lo
sviluppo delle startup e le supporta nel loro processo di crescita e  di inserimento nel mercato, con un'attenzione ancora più forte oggi, in un momento critico come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia Covid-19. L'innovazione di cui sono portatrici le startup è un fattore fondamentale per il rilancio del nostro sistema economico”.

Ha commentato Federica Villa che coordina il Comitato Imprenditoria Femminile: “Puntiamo a una moda innovativa, sostenibile, promuovendo e valorizzando le numerose esperienze di imprenditorialità femminile. Il settore vede una forte
concentrazione di donne, che guidano oltre 4 mila imprese tra Milano, Monza Brianza e Lodi, il 38% delle 12 mila imprese del
comparto. L’alleanza con Londra punta a mettere insieme queste esperienze. L’obiettivo è, in questa fase difficile a causa della terribile epidemia, rafforzare una collaborazione per favorire la competitività dei nostri territori”.

Forti gli scambi tra Milano e Regno Unito. Secondo il rapporto Milano Produttiva 2020 della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, il Regno Unito si trova al settimo posto per l’export di Milano, con circa un miliardo e mezzo di euro esportati nell’anno 2019. Nel 2019 la crescita dell’export milanese nel Regno Unito era del +13,8%. Per l’import, il Regno Unito si colloca al nono posto dei Paesi da cui Milano importa nel 2019 con 1,8 miliardi, - 15% rispetto all’anno precedente. Nei primi sei mesi 2020 calano gli scambi. La somma di import e export è pari a 1,2 miliardi in sei mesi, in calo rispetto all’anno precedente del 28% a Milano.
L'export di prodotti tessili, di abbigliamento, pelli ed accessori verso il mondo nel 2019 vale circa 8,2 miliardi di euro per Milano, Monza e Lodi nel 2019.(30/09/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07