Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 22 ottobre 2021 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - G20 DONNE - PREMIER DRAGHI: "RUOLO FONDAMENTALE PER DONNE TUTTO IL MONDO. RIDURRE ENTRO 2025 25% DIVARI DI GENERE. FARE IL POSSIBILE PER LIBERTA' E DIRITTI DONNE AFGHANE"

(2021-08-26)

  La Conferenza, presieduta dalla Ministra Elena Bonetti, vede la partecipazione dei Ministri responsabili per le pari opportunità del Paesi del G20 e dei Paesi ospiti, di rappresentanti di organizzazioni internazionali (UN Women, OIL, OCSE), del mondo delle imprese, dell’accademia e della società civile che si incontreranno per dibattere su due specifiche aree di approfondimento: STEM, competenze finanziarie e digitali, ambiente e sostenibilità; Empowerment lavorativo ed economico e armonizzazione dei tempi di vita, ma l'attenzione di tutti i partecipanti è indirizzata anche alle donne dell'Afghanistan.

Se emerge, in generale, la necessità di sostenere l’empowerment economico delle donne e di migliorare l’accesso, le possibilità e le condizioni di lavoro delle donne in termini di occupabilità, retribuzione, crescita professionale. Questo, nell’ottica della creazione di nuove opportunità professionali, anche per le donne vittime di violenza. Ed è inoltre importante valorizzare le esperienze positive e di successo di lavoratrici e imprenditrici, soprattutto in relazione alle imprese creative e culturali, al settore finanziario e tecnologico, all’economia circolare, green e sostenibile.

Per le Donne Afghane si tratta di tentare di preservare i loro diritti, difenderle dalla violenza, non disperdere il patrimonio di competenze acquisito in questi ultimi vent'anni.
 
La Conferenza è, inoltre, per i partecipanti l’occasione per condividere opinioni e buone pratiche sugli strumenti di sostegno all’empowerment femminile e di promozione della parità di genere. In tale contesto vengono presi in considerazione gli outcomes sulla parità di genere prodotti da altre aree di lavoro nel quadro del G20, dall’Engagement Group Women20 e dall’alleanza G20 Empower, il cui obiettivo è promuovere la leadership femminile nel settore privato. I risultati della discussione saranno raccolti dalla Presidenza italiana e portati all’attenzione dei Leader del G20 in vista del vertice di Roma del 30 e 31 ottobre 2021.

  "La giornata di oggi segna la prima conferenza sulla parità di genere nella storia del G20." ha stigmatizzato il Presidente del Consiglio Mario Draghi, ringraziando  la Ministra Bonetti "per l'eccellente lavoro preparatorio svolto".

L'Italia è pienamente impegnata nella lotta contro le disuguaglianze di genere e riteniamo che il G20 possa svolgere un ruolo fondamentale nel sostenere le donne in tutto il mondo. Durante la Presidenza italiana, abbiamo adottato misure concrete per migliorare la posizione delle donne nel mondo del lavoro, promuovere la loro emancipazione e rimuovere gli ostacoli che frenano le loro carriere.

A giugno abbiamo adottato una tabella di marcia volta a raggiungere e superare l'obiettivo fissato a Brisbane, che prevede di ridurre del 25% entro il 2025 i divari di genere nel tasso di partecipazione alla forza lavoro nei Paesi del G20. La tabella comprende 17 indicatori che consentono di monitorare i progressi raggiunti verso la piena parità di genere nel mondo del lavoro.

Ogni perdita di talento femminile è una perdita per tutti noi.

La riunione odierna è stata resa ancora più urgente dalla crisi in Afghanistan. Non dobbiamo illuderci: le ragazze e le donne afghane sono sul punto di perdere la loro libertà e la loro dignità, di tornare alla triste condizione in cui si trovavano vent'anni fa. Rischiano di diventare ancora una volta cittadine di seconda classe, vittime di violenza e di discriminazioni sistematiche, soltanto per il fatto di essere donne.

Il G20 deve fare tutto il possibile per garantire che le donne afghane mantengano le loro libertà e i loro diritti fondamentali, in particolare il diritto all'istruzione. Le conquiste raggiunte negli ultimi vent'anni devono essere preservate.

In quanto paesi del G20, abbiamo degli obblighi non soltanto nei confronti dei nostri cittadini, ma anche nei confronti della comunità globale. Dobbiamo difendere i diritti delle donne ovunque nel mondo, soprattutto dove esse sono minacciate...."  (26/08/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07