Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 22 agosto 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FISCO - IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - IMPATTO PROVVEDIMENTI FISCALI 2017: RIDUZIONE IRES= - 12,7% MAXI AMMORTAMENTO = -1,6% ACE= +4,2%: = SCONTO D'IMPOSTA 10,1%

(2017-06-16)

Nel 2017 la riduzione dell'aliquota IRES determinerà un taglio lineare del 12,7% dell'imposta, la proroga del maxi-ammortamento uno sconto medio dell'1,6% e il depotenziamento dell'ACE un aggravio di imposta del 4,2%. La proroga del maxi-ammortamento e il depotenziamento dell'ACE produrranno congiuntamente un aumento medio del prelievo IRES del 2,6%, via via inferiore (fino ad annullarsi) all'aumentare della dimensione dell'impresa. L'effetto complessivo dei provvedimenti si può valutare in uno sconto di imposta del 10,1%.  E' quanto afferma oggi  l'Istat.

La riduzione dell'aliquota IRES avrà effetti su tutte le imprese a debito di imposta, che costituiscono il 63,7% delle società di capitali. La proroga del maxi-ammortamento interesserà solo il 24% delle imprese mentre il 38% delle società risulterà svantaggiato dalle modifiche alla normativa ACE. Tenendo conto congiuntamente dei tre provvedimenti, i beneficiari rappresentano il 55% delle società di capitali attive in Italia.

Nel 2017 l'aliquota effettiva mediana del prelievo ai fini IRES sui redditi delle imprese scenderà di 2,5 punti percentuali. Il depotenziamento della deduzione ACE renderà il ricorso al capitale più oneroso rispetto al capitale di terzi. Il cuneo fiscale si manterrà comunque negativo per tutte le forme di finanziamento. (16/06/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07