Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 8 luglio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FISCO - EUROPA - CONCLUSIONI CONSIGLIO UE FUTURA COOPERAZIONE AMMINISTRATIVA: COMMISSIONE PRESENTI PROPOSTE LEGISLATIVE

(2020-06-02)

  Oggi il Consiglio ha approvato conclusioni che stabiliscono orientamenti politici e priorità in vista di ulteriori riforme in due settori chiave della politica fiscale dell'UE:

Conclusioni del Consiglio sulla futura evoluzione della cooperazione amministrativa nel settore fiscale nell'UE

Conclusioni del Consiglio relative alla struttura e alle aliquote dell'accisa applicate al tabacco lavorato

Per entrambe le questioni, il Consiglio invita la Commissione a presentare proposte legislative al fine di affrontare le questioni e le preoccupazioni esposte nelle conclusioni.

Evoluzione futura della cooperazione amministrativa nell'UE

La cooperazione amministrativa aiuta le autorità fiscali nazionali a raccogliere e salvaguardare le entrate fiscali. Una stretta cooperazione tra questi organismi è inoltre fondamentale per individuare e ridurre la frode fiscale.

La prima direttiva sulla cooperazione amministrativa (DAC) è stata adottata nel 2011. Da allora, il campo di applicazione della direttiva è stato ampliato in cinque occasioni e ora copre:

lo scambio di informazioni tra le autorità nazionali sulle informazioni relative ai conti finanziari,
sentenze fiscali transfrontaliere e accordi anticipati sui prezzi,
relazioni specifiche per paese che forniscono determinate informazioni finanziarie riguardanti le maggiori società multinazionali,
accesso a informazioni utili sulla proprietà,
informazioni su accordi di pianificazione fiscale transfrontaliera potenzialmente aggressivi.
Le conclusioni sottolineano che gli sforzi per migliorare la cooperazione amministrativa per combattere la frode fiscale e l'evasione fiscale sono particolarmente rilevanti nel contesto della necessità di recupero dalla crisi causata dalla pandemia di COVID-19.

Accisa sul tabacco

Le accise sono imposte indirette sulla vendita o sull'uso di prodotti specifici, quali alcol, tabacco ed energia.

Dal 2011 la legislazione dell'UE stabilisce norme comuni per la tassazione del tabacco lavorato, comprese le categorie di prodotti, le aliquote minime e le strutture da applicare. Anche il tabacco prodotto è soggetto alle disposizioni comuni per i prodotti soggetti ad accisa ai sensi del diritto dell'UE.

Le conclusioni evidenziano in particolare che le norme applicabili sono diventate meno efficaci, in quanto non sono più sufficienti o troppo strette per affrontare le sfide attuali e future relative a determinati prodotti, quali liquidi per sigarette elettroniche, prodotti del tabacco riscaldati e altri tipi di prodotti di prossima generazione che stanno entrando nel mercato. (02/06/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07