Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 13 agosto 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SPECIALE: ECONOMIA ITALIANI ED ITALIANI ALL'ESTERO - EUROPA - CONCLUSIONI CONSIGLIO EUROPEO: LE SPESE: MERCATO UNICO, INNOVAZIONE, AGENDA DIGITALE (IIa PARTE)

(2020-07-21)

  Conclusioni Consiglio Europeo II. PARTE I: SPESE 
Ia parte su  http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=62692

RUBRICA 1 - MERCATO UNICO, INNOVAZIONE E AGENDA DIGITALE
25. Il mercato unico, l'innovazione e l'agenda digitale costituiscono un settore in cui l'azione UE presenta un notevole valore aggiunto. I programmi che rientrano in questa rubrica hanno grandi potenzialità per contribuire alle priorità di Bratislava e di Roma, in particolare per quanto riguarda la promozione di ricerca, innovazione e la trasformazione digitale, gli investimenti strategici europei, l'azione a favore del mercato unico e la competitività delle imprese e delle PMI. Nell'assegnare i finanziamenti all'interno di questa rubrica si deve dare particolare priorità al conseguimento di un significativo e progressivo miglioramento delle iniziative dell'UE per la ricerca e l'innovazione. Nel contempo, andrebbe garantita la complementarità tra i programmi che rientrano in questa rubrica, ad esempio nel settore digitale.

26. Il livello di impegni per questa rubrica non supererà 132 781 milioni di EUR:

Grandi progetti
27. La rubrica continuerà a sostenere il finanziamento di grandi progetti nell'ambito del nuovo programma spaziale europeo, nonché del progetto di reattore sperimentale termonucleare internazionale (ITER).
i. La dotazione finanziaria per la realizzazione di ITER per il periodo 2021-2027 sarà pari a un massimo di 5 000 milioni di EUR.
ii. La dotazione finanziaria per l'attuazione del programma spaziale per il periodo 2021- 2027 sarà pari a un massimo di 13 202 milioni di EUR, di cui 8 000 milioni di EUR destinati a Galileo e 4 810 milioni di EUR a Copernicus.

Orizzonte Europa
28. È necessario potenziare e ampliare l'eccellenza della base scientifica e d'innovazione dell'Unione. Lo sforzo nel settore ricerca, sviluppo e innovazione sarà pertanto basato sull'eccellenza. Il programma Orizzonte Europa aiuta i paesi oggetto dell'ampliamento ad accrescere la partecipazione al programma. Nel contempo, occorre continuare ad affrontare i divari in termini di partecipazione e di innovazione mediante varie misure e iniziative, ad esempio attraverso incentivi a favore di consorzi che contribuiscano a colmare tali divari.

Questa impostazione, unitamente a un insieme unico di norme, garantirà l'efficienza e l'efficacia della futura politica di ricerca europea, che offrirà anche migliori possibilità di partecipazione ai programmi da parte delle PMI e delle nuove imprese. Saranno promossi collegamenti migliori tra gli istituti di ricerca e innovazione in tutta Europa al fine di rafforzare la collaborazione nel settore della ricerca in tutta l'Unione. Sarà rivolta particolare attenzione al coordinamento delle attività finanziate mediante Orizzonte Europa con quelle finanziate nell'ambito di altri programmi dell'Unione, compresa la politica di coesione.

In questo contesto saranno necessarie importanti sinergie tra Orizzonte Europa e i fondi strutturali ai fini della "condivisione dell'eccellenza", potenziando in tal modo la capacità di R&I regionale e l'attitudine di tutte le regioni a sviluppare poli di eccellenza.

29. La dotazione finanziaria per l'attuazione del programma Orizzonte Europa per il periodo 2021-2027 sarà pari a 75 900 milioni di EUR.

InvestEU
30. Il Fondo InvestEU funge da meccanismo unico di sostegno agli investimenti dell'UE per l'azione interna e sostituisce tutti gli strumenti finanziari esistenti. Il suo obiettivo generale è sostenere gli obiettivi delle politiche dell'Unione attraverso la mobilitazione di investimenti pubblici e privati nell'ambito dell'UE che rispettano il criterio di addizionalità, rimediando in tal modo ai fallimenti del mercato e alle situazioni subottimali in termini di investimenti che ostacolano il conseguimento degli obiettivi dell'UE in materia di sostenibilità, competitività e crescita inclusiva.
Disposizioni chiare nell'ambito dei relativi atti di base stabiliranno le varie interazioni finanziarie tra i programmi di spesa applicabili e il Fondo InvestEU. La dotazione per il Fondo InvestEU per il periodo 2021-2027 è pari a 2 800 milioni di EUR, che saranno integrati da rientri di capitale provenienti dagli strumenti antecedenti al 2021. Sarà istituito un regime specifico per una transizione giusta nell'ambito di InvestEU quale secondo pilastro del meccanismo per una transizione giusta.

Meccanismo per collegare l'Europa
31. Al fine di pervenire a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e di stimolare la creazione di posti di lavoro, l'Unione necessita di infrastrutture moderne e di elevata efficienza che contribuiscano all'interconnessione e all'integrazione propria e di tutte le sue regioni nei settori dei trasporti, dell'energia e digitale. Tali interconnessioni sono fondamentali per la libera circolazione delle persone, dei beni, dei capitali e dei servizi. Le reti transeuropee favoriscono i collegamenti transfrontalieri, ad esempio il progetto Rail Baltica, promuovono una maggiore coesione economica, sociale e territoriale e contribuiscono a un'economia sociale di mercato più competitiva e alla lotta ai cambiamenti climatici tenendo conto degli impegni assunti in materia di decarbonizzazione. Tutti gli Stati membri dovrebbero essere trattati allo stesso modo e si dovrebbe tenere debitamente conto degli svantaggi derivanti da
vulnerabilità geografiche permanenti.

32. La dotazione finanziaria per l'attuazione del meccanismo per collegare l'Europa (MCE) per il periodo 2021-2027 sarà pari a 28 396 milioni di EUR. Tale importo sarà ripartito fra i settori nel modo seguente:
a) trasporti: 21 384 milioni di EUR,
• di cui 10 000 milioni di EUR saranno trasferiti dal Fondo di coesione e destinati ad essere spesi in conformità delle disposizioni del regolamento MCE: o il 30 % è messo a disposizione sulla base di un livello elevato di competitività tra gli Stati membri ammissibili al finanziamento del Fondo di coesione e il 70 % rispetta le dotazioni nazionali nell'ambito del Fondo di coesione fino al 2023 e successivamente sarà basato sulla piena concorrenza tra gli Stati membri ammissibili al Fondo di coesione;

• di cui 1 384 milioni di EUR saranno utilizzati per completare i principali collegamenti ferroviari  transfrontalieri mancanti tra i paesi beneficiari del Fondo di coesione al fine di sostenere il funzionamento del mercato unico. Si applicano le norme sul cofinanziamento del trasferimento dal Fondo di coesione all'MCE.
b) energia: 5 180 milioni di EUR;
c) digitale: 1 832 milioni di EUR.

Programma Europa digitale
33. Il programma Europa digitale investirà nelle capacità digitali strategiche fondamentali quali il calcolo ad alte prestazioni, l'intelligenza artificiale e la cibersicurezza dell'UE. Integrerà altri strumenti, in particolare Orizzonte Europa e l'MCE, al fine di sostenere la trasformazione digitale dell'Europa. La dotazione finanziaria per l'attuazione del programma Europa digitale per il periodo 2021-2027 sarà pari a 6 761 milioni di EUR. (21/07/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07