Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 25 maggio 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - EUROPA /AFGHANISTAN - ALTO RAPPRESENTANTE UE BORREL: UE E STATI MEMBRI CONDANNANO DECISIONE TALEBANI STOP ISTRUZIONE SECONDARIA AD OLTRE UN MILIONE DI RAGAZZE AFGHANE

(2022-03-28)

L'Unione Europea ed i suoi Stati membri, insieme ai partner internazionali, hanno condannato la decisione dei talebani di negare fino a nuovo avviso l'istruzione secondaria a oltre un milione di ragazze afghane. " Lo ha dichiarato l'Alto Rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza a nome dell'Unione Europea, sottolineando che :

"Si tratta di una palese violazione del diritto fondamentale all'istruzione per tutti i bambini, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani, e da diversi strumenti internazionali sui diritti umani, di cui l'Afghanistan è uno Stato parte. Nessuna ragione religiosa o sociale potrebbe mai giustificare tale disparità di trattamento."

Inoltre "È anche un capovolgimento dell'impegno pubblico dei talebani nei confronti del popolo afghano e fa marcia indietro sulle assicurazioni fornite ai partner dell'Afghanistan, che hanno lavorato duramente per fornire le condizioni necessarie affinché tutti gli afgani potessero tornare a scuola a tutti i livelli per il nuovo anno scolastico.

Questa decisione - ha dichiarato Borrel -  erode ulteriormente le possibilità dei talebani di ottenere la legittimità interna che cercano, che dovrebbe essere guadagnata da un governo inclusivo e responsabile piuttosto che attraverso l'uso della forza e della violenza.

La negazione dell'istruzione secondaria delle ragazze mina ulteriormente la credibilità dei talebani agli occhi dei partner internazionali. Nonostante l'acquisizione militare dell'Afghanistan da parte dei talebani nell'agosto dello scorso anno, l'UE, tra gli altri partner, ha optato per una politica di impegno mirato e di principio nell'interesse del popolo afgano. La decisione dei talebani, a meno che non venga revocata con urgenza, avrà implicazioni di vasta portata sull'aspetto del rafforzamento della fiducia che tale impegno richiede.

Una popolazione istruita è di vitale importanza per qualsiasi società fiorente e prospera. L'istruzione delle ragazze è necessaria per la partecipazione piena, equa e significativa delle donne alla società afgana. L'Unione europea riconosce la forza e la resilienza delle donne e delle ragazze dell'Afghanistan, che possono contare sul sostegno incrollabile dell'Unione europea." ha concluso Borrel . (28/03/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07