Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 28 settembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA E FINANZA - EUROPA/VERTICE ECOFIN - DOMBROVSKIS (V.PRES:COMM.UE) "AIUTI A PERSONE E AZIENDE MIRATI E TEMPORANEI. ENTRATE STATI SICURE. TASSAZIONE MINIMA IMPRESE IN CRESCITA

(2022-09-10)

"Tutte le economie dell'UE stanno attraversando un periodo estremamente impegnativo. Come sappiamo, le pressioni arrivano da più parti: inflazione record e problemi di approvvigionamento energetico, tanto per cominciare, stanno frenando la crescita e limitando il margine di manovra delle politiche. Quindi è importante affrontare il periodo difficile con le politiche giuste e in modo coordinato.

L'anno prossimo, la politica fiscale deve essere prudente. Deve dare priorità alla sostenibilità di bilancio ed essere coerente con il compito della BCE di ridurre l'inflazione.

Allo stesso tempo, dobbiamo aiutare le persone e le aziende che soffrono di più. Quindi le misure di sostegno devono essere ben mirate e temporanee.

Ciò è importante per contenere gli impatti di bilancio, considerando l'ampia portata dello shock e i limitati mezzi disponibili.

Ma dobbiamo anche compiere progressi nella revisione del futuro quadro di governance economica dell'UE.

Da quando abbiamo rilanciato le discussioni quasi un anno fa, abbiamo individuato alcune PRIORITA':

- assicurarsi che il debito pubblico stia effettivamente diminuendo, soprattutto quando è alto e anche durante i periodi di buona congiuntura economica.
- prestando la dovuta attenzione alla composizione e alla qualità delle finanze pubbliche, viste le attuali elevate esigenze di investimento per le doppie transizioni verde e digitale e la nostra sicurezza collettiva.
- riducendo la complessità e migliorando la conformità.

Sembra esserci un'ampia convergenza su queste priorità. Siamo quindi fiduciosi di poter andare avanti sulla base degli orientamenti che la Commissione pubblicherà più avanti in autunno.

Consentitemi di evidenziare alcuni elementi.

1) Il nostro primo obiettivo rimane garantire la sostenibilità del debito pubblico. Ciò richiederà aggiustamenti fiscali, riforme e investimenti.

Questi tre elementi dovrebbero essere tutti combinati in modo da ottenere una riduzione realistica, graduale e duratura degli indici del debito pubblico.

2) In secondo luogo, dati i livelli di debito divergenti tra gli Stati membri, non può esserci un approccio valido per tutti.

Come abbiamo sottolineato, ci può essere più margine di manovra per gli Stati membri, ma all'interno di un insieme comune di regole.

3)In terzo luogo, questo margine di manovra deve essere accompagnato da un'applicazione più forte in caso di non conformità.

Infine, in termini di semplificazione, la nostra sorveglianza dovrebbe concentrarsi su un unico indicatore osservabile, come un benchmark di spesa.

Discuteremo questi elementi in modo più dettagliato una volta che avremo presentato i nostri orientamenti.

Come dicevo, stiamo attraversando un periodo impegnativo e difficile. Le persone e le imprese hanno bisogno di fiducia nella stabilità economica dell'Europa.
Questo mi riporta alla tassazione. Dovremmo concentrarci sulla garanzia di entrate sicure per gli Stati membri, mentre cerchiamo di proteggere i più vulnerabili dall'impatto della crisi.

Allo stesso tempo, abbiamo bisogno di regole comuni chiare per dare alle imprese dell'UE la certezza giuridica di cui hanno bisogno per prosperare, investire e prendere le giuste decisioni strategiche in un ambiente stabile.

In breve: condizioni fiscali favorevoli alle imprese che aiuteranno le nostre imprese a crescere.
Ad esempio, l'UE ha concordato collettivamente di attuare l'accordo globale sulla tassazione minima.
Nella tassazione delle imprese, ora dovrebbe essere la nostra massima priorità mantenere questo impegno.
La Commissione è impegnata a portare avanti l'attuazione dell'accordo e ad adoperarsi per trovare il modo per farlo.
Questo è importante non solo per mantenere la credibilità dell'UE sui suoi accordi internazionali, ma è anche una questione di equità in questi tempi difficili. (10/09/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07