Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 29 gennaio 2023 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - THE NEW HUMAN AGE - A DAVOS SESSIONE DEDICATA AL LAVORO DELLE DONNE NELL'ERA POST-PANDEMIA: FONDAMENTALE: LAVORO ATTRAENTE, APPROCCIO OLISTICO, RAPPORTI EQUI E SOLIDALI, FLESSIBILITA'.

(2023-01-20)

LAVORO ALLETTANTECinque modi per aiutare le donne a prosperare nel mondo del lavoro post-pandemia

Durante la pandemia 1,7 milioni di donne hanno lasciato la forza lavoro statunitense e non sono più tornate, e la tendenza è replicata in molti paesi a livello globale.

Il burnout, i licenziamenti in ruoli sovrarappresentati dalle donne (ospitalità, vendita al dettaglio) e le donne che si occupano di più del lavoro a casa, significano tutti che la parità di genere nella forza lavoro è del 62,9%. il livello più basso registrato dall'inizio del Global Gender Gap Index del World Economic Forum (WEF) nel 2006.

Come abbiamo scoperto nel rapporto sulle tendenze della forza lavoro 2023 di ManpowerGroup, The New Human Age , le donne vogliono che il lavoro lavori per loro. Per fare ciò, le organizzazioni devono reinventare quando, dove e come il lavoro viene svolto, offrire equità retributiva e promuovere la riqualificazione, il che non solo riporterà indietro le donne, ma contribuirà ad alleviare la crisi globale dei talenti.

Per trovare soluzioni pratiche per invertire questa tendenza, Becky Frankiewicz di ManpowerGroup ha riunito una schiera di leader di sole donne, tra cui Francine Katsoudas di Cisco, Silvana Koch-Mehrin di Women Political Leaders e la moderatrice Nadira Tudor per una sessione sulle donne nel Il mondo del lavoro post-pandemia durante l'incontro annuale del WEF 2023 a Davos, in Svizzera. Dall'autonomia e flessibilità, alle opportunità di apprendimento e tutoraggio, il panel appassionato ha condiviso storie personali e indicazioni pratiche per accelerare la parità di genere. 

Ecco diversi modi in cui i datori di lavoro e gli individui possono aiutare le donne ad avere successo nel mondo del lavoro post-pandemia:

Ascolta. Le donne chiedono alle aziende di fare di più

Sebbene nessuno sia stato risparmiato dagli effetti del COVID-19, l'impatto sulle donne è stato sproporzionatamente alto e più grave. Ma prima di poter risolvere qualsiasi problema, Frankiewicz afferma che dobbiamo affrontare e capire come si sentono attualmente le donne riguardo al lavoro.

“Le donne credono che le aziende dovrebbero fare di più. Si sentono sottovalutate . Vogliono autonomia alle loro condizioni”, dice Frankiewicz. “Vogliono l'uguaglianza di retribuzione, una retribuzione equa per un lavoro equo e una retribuzione equa per lo stesso lavoro degli uomini. E vogliono leader e manager empatici che si prendano il tempo per conoscere le sfide che stanno affrontando sia dentro che fuori dal posto di lavoro.

Renditi conto che dobbiamo tornare al futuro, non al passato

Uno dei motivi per cui più donne non sono tornate è che vogliono tornare non solo in un posto di lavoro diverso, ma anche in un modo diverso di lavorare. Per fare ciò e rendere il lavoro più allettante, Katsoudas avverte che le aziende che si aspettano che i loro dipendenti lavorino come facevano prima saranno sfidate a coinvolgere nuovamente la loro forza lavoro.

“Dobbiamo tutti capire come rendere l'ufficio una calamita, non un mandato. Il modo in cui lo facciamo è concentrandoci sul lavoro. Mettiamo in chiaro che per questo particolare tipo di lavoro, siamo i migliori quando siamo insieme. Quando diciamo alla nostra gente che entrano. Vogliono sentire che la cultura funziona per loro ", dice Katsoudas. “Se chiediamo loro di entrare, sedersi davanti al loro computer e scrivere e-mail, donne e uomini diranno allo stesso modo: 'Posso farlo da casa.' E ora lo sappiamo tutti meglio.

Abbiamo assistito a una rivoluzione del lavoro, che ha significato cose diverse per tutti. Per riportare le donne nel mondo del lavoro e dar loro potere, dobbiamo sfruttare gli strumenti a nostra disposizione come la flessibilità, e non solo il lavoro ibrido. Per fare ciò, secondo Koch-Mehrin sarà fondamentale una base costruita sulla fiducia. 

"Tu credi. Ti fidi delle persone, ti fidi che vogliono fare il lavoro e ti fidi che facciano il lavoro. Non importa se si siedono alla scrivania di un ufficio, se si siedono a casa o se si siedono anche da qualche altra parte. Ciò che conta è portare a termine il lavoro e portarlo a termine", afferma Koch-Mehrin. "COVID ha davvero fatto capire a tutti noi che nulla è scontato e che possiamo adattarci e fare le cose in modo completamente diverso da quello che pensavamo di fare".

Le donne hanno bisogno di un sostegno e di risorse migliori per lo sviluppo e l'avanzamento di carriera. Le aziende dovrebbero investire in programmi di formazione e tutoraggio rivolti alle donne e fornire loro le competenze e le opportunità di networking di cui hanno bisogno per avanzare nella loro carriera.

Che lo chiamiamo tutoraggio, sponsorizzazione o persino amicizia, Frankiewicz consiglia alle persone di sostenersi a vicenda.

"Sono stato il benefattore di molte, molte donne e uomini che hanno investito in me, che hanno scommesso su di me, che hanno visto cose in me che non vedevo in me stesso", dice Frankiewicz. “Recentemente il nostro team dirigenziale ci ha chiesto di riflettere sull'ultimo anno sui risultati di cui andiamo più fieri. E senza pensare, ho detto: 'Consentire a una squadra di ottenere cose che non sapevano di poter fare' perché per me è questo che ci aiuta a sbloccare in noi stessi cose che non vediamo".

Riconoscere che l'adozione di un approccio olistico per sostenere le donne al lavoro è fondamentale per creare un ambiente di lavoro più inclusivo, solidale ed equo. Questo approccio affronta non solo i bisogni individuali delle donne, ma anche le barriere ei pregiudizi sistemici che devono affrontare.

Capire l'intera persona, i suoi bisogni, le sue lotte e quello che stava attraversando, è qualcosa su cui Cisco si è concentrata all'inizio della pandemia secondo Katsoudas. In tal modo, ha contribuito a informare la loro ricerca con il quoziente femminile che mostra quando le donne si sentono resilienti nella loro vita domestica che si manifesta nel lavoro e viceversa.

“Dobbiamo sentirci a nostro agio nel parlare dell'intera persona, e non solo della parte lavorativa di ciò che facciamo, afferma Katsoudas. "In questo modo, aiutiamo tutti a navigare attraverso questa fase successiva finché non troviamo il modo magico per lavorare tutti noi".

Il mondo del lavoro post-pandemia presenta nuove sfide per le donne, ma offre anche ai datori di lavoro l'opportunità di creare un luogo di lavoro più equo e solidale. Le donne vogliono essere trattate alla pari e avere le stesse opportunità degli uomini. Ciò include parità di retribuzione, accordi di lavoro flessibili, rappresentanza in ruoli di leadership e supporto per lo sviluppo della carriera. Affrontando questi problemi, le aziende possono creare una forza lavoro più inclusiva ed equa per tutti. (20/01/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07