Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 23 giugno 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - ITALIA/FRANCIA - A ROMA V° FORUM ECONOMICO CONFINDUSTRIA/ MEDEF. RAFFORZAMENTO COLLABORAZIONE NEL SOLCO TRATTATO QUIRINALE. CHIESTA POLITICA INDUSTRIALE UE FORTE ED EFFICACE

(2023-05-26)

Si è concluso oggi a Roma, nella sede di Confindustria, il V Forum Economico Franco-Italiano tra Confindustria e il Mouvement des Entreprises de France (MEDEF), un appuntamento che testimonia il lavoro costante tra le due associazioni e relazioni sempre più robuste tra Italia e Francia.

I presidenti di Confindustria e MEDEF hanno ribadito la determinazione nel proseguire e rafforzare la loro collaborazione nel solco del Trattato del Quirinale, chiedendo a gran voce una politica industriale europea forte ed efficace.

Al centro dell’incontro la competitività del tessuto industriale rispetto al nuovo scenario geopolitico, il supporto agli investimenti necessari alle transizioni e il contributo dell’asse italo-francese per un’economia europea più solida.

Al termine dei lavori, il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi e il Presidente di MEDEF, Geoffroy Roux de Bézieux hanno siglato una Dichiarazione congiunta - che sarà inviata ai rappresentanti delle Istituzioni europee e dei due Governi nazionali – articolata in diversi punti così sintetizzati:

Confindustria e MEDEF sostengono una celere e ambiziosa riforma del mercato elettrico europeo, con strumenti efficienti, soprattutto nel lungo termine, che possano rendere il sistema produttivo europeo più competitivo a livello globale;

Confindustria e MEDEF chiedono alla Commissione Europea di prevenire gli effetti distorsivi degli aiuti di stato sul mercato interno e di sostenere il pieno utilizzo degli strumenti di difesa commerciale;

per raggiungere ambiziosi obiettivi UE in campo climatico ed energetico sono necessarie misure finanziarie adeguate che possano debitamente supportare gli investimenti, prevenendo il rischio di effetti distorsivi degli aiuti di stato sul mercato unico. A tal fine Confindustria e MEDEF sostengono fortemente l’istituzione di un fondo per la sovranità europea che supporti la capacità produttiva industriale nei settori strategici, da attuarsi in una prima fase ricorrendo ai finanziamenti attualmente disponibili;

la complessità normativa in costante aumento in Europa rende l’ambiente per gli investimenti meno favorevole rispetto ai concorrenti globali. Questo eccessivo carico legislativo mina la competitività delle imprese europee, aumentando anche significativamente i costi di cui si devono far carico per essere adempienti. MEDEF e Confindustria chiedono alla Commissione Europea di intraprendere azioni urgenti per semplificare norme e regolamenti, realizzando anche uno studio di impatto sulle pmi per ogni nuova legislazione;

la recente proposta su imballaggi e rifiuti da imballaggi dovrebbe tener conto degli investimenti sostenuti dalle imprese nella riciclabilità dei prodotti, evitando di fissare target sugli strumenti oltre che sui risultati perché’ non esiste un’unica soluzione da imporre; piuttosto una serie di soluzioni da adottare per ridurre l’impatto ambientale degli imballaggi;

La proposta euro 7 arriva dopo la nuova legislazione sulle emissioni di co2 di automobili e furgoni, per effetto della quale la maggior parte delle emissioni di scarico residue provenienti dalle nuove automobili scomparirà. Tenuto conto dell’impatto che già deriverà da questo nuovo regolamento, l’imposizione di nuovi limiti, eccessivamente severi, per tutti i tipi di veicoli, metterà le imprese in una situazione insostenibile; lo stesso vale per l’imposizione di limiti aggiuntivi per le emissioni di freni e pneumatici. a nostro avviso la proposta deve innanzitutto prendere adeguatamente in considerazione le condizioni attuali di produzione e di mercato, limitare gli obiettivi e le scadenze e allineare gli standard ai metodi di collaudo definiti a livello internazionale;

un quadro di governance economica credibile e rispettato è essenziale per promuovere la sostenibilità del debito pubblico e una crescita economica e inclusiva. Tuttavia, tale quadro dovrà garantire risorse sufficienti e adeguate a promuovere investimenti pubblici e privati e ad attuare le transizioni ecologiche e digitali;

MEDEF e Confindustria sono determinate a sostenere un dialogo permanente tra tutti gli attori economici francesi e italiani. Le imprese sono pronte ad adattarsi alle nuove sfide dei nostri tempi e a contribuire a una visione rinnovata dell’Europa. Le due associazioni continueranno a collaborare sulle questioni affrontate in questa dichiarazione congiunta, anche all’interno di BusinessEurope e in occasione del prossimo forum trilaterale MEDEF-Confindustria-BDI che si terrà a settembre a Berlino. (26/05/2023-ITL/ITNET)



Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07