Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 23 giugno 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE ITALIANE NEL MONDO...e non solo - G20 : RIAFFERMATA L'UGUAGLIANZA DI GENERE. ALLA PRESIDENZA BRASILIANA L'IMPEGNO PER NASCITA GRUPPO LAVORO SU EMANCIPAZIONE DONNE

(2023-09-10)

Considerata l'importanza e  la portata dell'argomento circa i diritti e l'empowerment delle donne nel mondo ITALIANNETWORK dedica in primis alle donne la 'ripresa' del documento licenziato al G20 di Nuova Delhi, dopo un lungo e complesso lavoro degli sherpa per ottenere l'unanimità', ricordando che nelle previsioni il documento avrebbe dovuto contenere una dichiarazione sulla questione russo-ucraina.

Il documento Finale del G20 di Nuova Delhi pone al 63° posto le questioni inerenti l'empowerment delle donne. nell'ambito della VII Sezione.

G. Uguaglianza di genere ed emancipazione di tutte le donne e ragazze:

63. Il G20 riafferma che la parità di genere è di fondamentale importanza, così come gli investimenti nell’emancipazione di tutte le donne e le ragazze, ha un effetto moltiplicatore nell’attuazione dell'Agenda 2030.

Rafforzare l’empowerment economico e sociale
64. Incoraggiamo lo sviluppo guidato dalle donne e rimaniamo impegnati a valorizzare le donne partecipazione piena, equa, effettiva e significativa come decisori per affrontare la questione sfide globali in modo inclusivo e contribuendo come partecipanti attivi in tutti gli ambiti società, in tutti i settori e a tutti i livelli dell’economia, il che non è cruciale solo per raggiungere l’uguaglianza di genere, ma anche contribuire alla crescita del PIL globale.

A tal fine, Noi:

io. Riaffermiamo il nostro impegno a raggiungere l’obiettivo di Brisbane per ridurre il divario nel lavoro forzare la partecipazione e attuare la tabella di marcia del G20 verso e oltre il Brisbane Goal “25 by 25” e chiedere all’ILO e all’OCSE di riferire annualmente sui progressi compiuti.

ii. Garantire la parità di accesso a un’istruzione conveniente, inclusiva, equa, sicura e di qualità dalla prima infanzia attraverso l'istruzione superiore fino all'apprendimento permanente e al sostegno del maggiore iscrizione, partecipa-zione e leadership di tutte le donne e ragazze, comprese persone con disabilità, nei campi STEM e nelle tecnologie digitali emergenti.

iii. Adottare misure per promuovere la piena e significativa partecipazione delle donne a
mondo del lavoro in transizione consentendo un accesso inclusivo all’occupazione
opportunità, con particolare attenzione alla riduzione del divario retributivo di genere e alla garanzia delle donne
parità di accesso al lavoro dignitoso e a posti di lavoro di qualità.

iv. Promuovere gli investimenti nella disponibilità e nell'accessibilità della protezione sociale e a
infrastrutture assistenziali a prezzi accessibili per affrontare la distribuzione iniqua tra retribuiti e non retribuiti
cura e lavoro domestico e promuovere la partecipazione continua delle donne

istruzione e occupazione.
v. Impegnarsi a eliminare la violenza di genere, compresa la violenza sessuale, le molestie, discriminazione e abusi contro donne e ragazze sia online che offline, e garantire luoghi di lavoro sicuri a questo riguardo.

vi. Promuovere l’inclusione delle donne nel sistema finanziario formale rafforzando la loro accesso alle risorse economiche, in particolare attraverso la finanza digitale e la microfinanza.

vii. Eliminare gli stereotipi e i pregiudizi di genere e cambiare norme, atteggiamenti e comportamenti che perpetuano la disuguaglianza di genere.

Colmare il divario digitale di genere

65. Ci impegniamo a dimezzare il divario digitale di genere entro il 2030. A tal fine:

io. Affrontare le norme di genere e gli ostacoli all’accessibilità, alla convenienza, all’adozione e utilizzo delle tecnologie digitali.

26 Progetto zero
ii. Promuovere quadri politici di regolamentazione che consentano a tutte le donne e le ragazze di agire attivamente
partecipare alla formulazione e all’attuazione delle strategie digitali nazionali, compreso il miglioramento dell’alfa-betizzazione e delle competenze digitali.

iii. Identificare ed eliminare tutti i potenziali rischi a cui vanno incontro le donne e le ragazze maggiore digitalizzazione, comprese tutte le forme di abuso online e offline, da parte di incoraggiare l’adozione di approcci safety-by-design negli strumenti digitali e tecnologie.

iv. Promuovere e attuare politiche attente al genere per creare un ambiente abilitante, inclusivo e e un’economia digitale non discriminatoria per le imprese gestite e possedute da donne, comprese le MPMI.

v. Incoraggiare e sostenere iniziative identificando, finanziando e accelerando le iniziative comprovate soluzioni, migliorando così i mezzi di sussistenza e la sicurezza del reddito delle donne.

vi. Accogliere con favore le iniziative a sostegno dell’emancipazione delle donne nell’economia digitale.


Promuovere un’azione climatica inclusiva di genere

66. Riconoscendo l’impatto sproporzionato del cambiamento climatico, della perdita di biodiversità, desertificazione e inquinamento su tutte le donne e le ragazze, è necessario accelerare l’azione per il clima avere al centro l’uguaglianza di genere.

A tal fine, noi:
io. Sostenere e aumentare la partecipazione, la partnership, il processo decisionale e le donne leadership nella mitigazione e nell’adattamento ai cambiamenti climatici e nella riduzione del rischio di catastrofi strategie e quadri politici sulle questioni ambientali.

ii. Sostenere soluzioni attente al genere e resilienti all’ambiente, tra cui l’acqua, soluzioni igienico-sanitarie (WASH), per rafforzare la resilienza all’impatto del clima cambiamento e degrado ambientale.


Garantire la sicurezza alimentare, la nutrizione e il benessere delle donne

67. La sicurezza alimentare e la nutrizione delle donne sono la pietra angolare dell’individuo e della comunità sviluppo in quanto pone le basi per la salute delle donne, così come per quella dei suoi figli, benessere della famiglia e generale della comunità.

A tal fine, noi:
io. Incoraggiare gli investimenti in un’agricoltura e un’alimentazione inclusiva, sostenibile e resiliente sistemi. Sostenere alimenti accessibili, convenienti, sicuri e nutrienti e diete sane nei programmi di ristorazione scolastica. Promuovere l’innovazione per catene di valore agricolo inclusive e sistemi da e per le donne agricoltrici.

ii. Sostenere un’alimentazione e un sistema alimentare attento al genere e all’età interventi facendo leva su strumenti di finanziamento innovativi e di protezione sociale sistemi per porre fine alla fame e alla malnutrizione."

Infine, si prevede la "Creazione di un gruppo di lavoro sull'emancipazione delle donne

"68. Siamo d'accordo nel creare un nuovo Gruppo di Lavoro sull'Emancipazione delle Donne per sostenere la Ministeriale delle donne del G20 e attendiamo con ansia la convocazione del suo primo incontro durante la presidenza brasiliana del G20".
------------------------------------------------------------------------
La creazione del Gruppo dei 20 (G20) venne annunciata dai Ministri delle Finanze dei G7, riuniti a Washington DC il 25 settembre 1999, con l'obiettivo di affrontare le sfide poste dalla crisi finanziaria e valutaria scoppiata in Asia nel 1997.
Dal 2010, i Leader del G20 si riuniscono con cadenza annuale.

Alle riunioni del G20 partecipano anche il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale, le principali organizzazioni internazionali (Nazioni Unite, Banca Mondiale, OIL, OCSE) e la Spagna, invitato permanente.  Nel complesso, il G20 rappresenta più dell’80% del PIL mondiale, il 75% del commercio globale ed il 60% della popolazione del pianeta. (10/09/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07