Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 28 novembre 2022
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Cultura

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - PRES. MATTARELLA AGLI STATI GENERALI LINGUA E CREATIVITA' "INDEBOLIMENTO RETE ISTITUTI EDUCATIVI (ALL'ESTERO) ANCHE DI QUELLI DI PIU' ANTICO INSEDIAMENTO, NON AIUTEREBBE CAUSA PRESENZA EFFICACE"

VIDEO QUIRINALE :
Intervenendo stamane alla Farnesina alla XXI edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, dal titolo: “L’Italiano di domani. Stati Generali della Lingua e della Creatività italiane nel mondo” il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha, tra l'altro, dichiarato:

"Le precedenti edizioni degli Stati Generali, cui ho partecipato nel corso del mio mandato, si sono proposte di corrispondere alle attese di un incremento delle attività di promozione dell’italiano all’estero, nella giusta convinzione che la diffusione della lingua comporti un incremento del soft-power per i suoi promotori.
Occorre ammettere che gli sforzi messi in campo, per quanto frutto di un lavoro generoso, rendono evidente la necessità e l’urgenza di un impegno ancora più ampio e intenso, che sappia unire allo schema esistente, sia educativo sia di animazione culturale, la consapevolezza dell’ampiezza del messaggio della cultura italica nel mondo."

Il Presidente della Repubblica  ha fatto presente, inoltre, l'importante ruolo degli organismi culturali italiani all'estero, asserendo : "L’indebolimento della rete degli istituti educativi, anche di quelli di più antico insediamento, non aiuterebbe alla causa di una presenza efficace, così come le difficoltà nel sostegno a una rete consolare diffusa che, interagendo in modo intelligente e aperto con le comunità italiane all’estero, possa valorizzare la testimonianza che recano del modello di vita italiano".

.....La lingua rappresenta il naturale pilastro della nostra identità ovunque ci troviamo, un aspetto che ci caratterizza e che assume una rilevanza particolare nel mondo globalizzato in cui viviamo, dove i confini nazionali si fanno via via sempre più impalpabili e consentono ai popoli una frequente e aperta interconnessione economica, culturale, politica....

L’italiano, in altri termini, è figlio della creatività. Ed è strumento espressivo di questa creatività apprezzata e ammirata a livello internazionale.  I grandi autori che hanno tenuto a battesimo la nostra lingua e l’hanno “nutrita” nei primi due o tre secoli della sua esistenza hanno svolto un compito di portata straordinaria. Da una parte, si sono serviti, sviluppandola, di una lingua nuova, consegnandoci un patrimonio ancor oggi vivo e dinamico. Quello di Ciullo d’Alcamo, di Jacopone da Todi o dei poeti dello Stilnovo è un italiano per noi pienamente intellegibile, dove abbondano parole ed espressioni di uso tutt’ora corrente.

.........Un secondo opportuno spunto di riflessione riprende la domanda che Eco si poneva su cosa volesse dire italianità....
TESTO INTEGRALE: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=68307. (29/11/2021-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2021-11-29 00:11)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07