Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 23 maggio 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - EUROPA - VISENTINI (SEGR.GEN. CES) : I CITTADINI HANNO CHIESTO UN'EUROPA PIU' SOCIALE ANTEPOSTA AI PROFITTI: INCLUSO CONTRATTO SOCIALE RINNOVATO, ATTUAZIONE PILASTRO SOCIALE, RIFORMA TRATTATI

(2022-05-06)

Le conclusioni della Conferenza sul futuro dell'Europa saranno consegnate lunedì ai Presidenti delle istituzioni dell'UE.
Il Parlamento europeo, la Commissione e il Consiglio devono garantire che queste conclusioni siano rispettate e diventino realtà.
Ciò significa modifiche alle politiche, ai programmi di lavoro, al bilancio e alle iniziative legislative, ma significa anche modifiche ai Trattati.
I Trattati dell'UE dovrebbero garantire che le persone siano sempre messe al primo posto, ha raccomandato la Conferenza sul futuro dell'Europa.
Le modifiche al trattato proposte dai cittadini includono, grazie alla mobilitazione dei sindacati, un protocollo di progresso sociale, che garantisce che i diritti sociali abbiano la precedenza sulle libertà economiche in caso di conflitto. Le conclusioni chiedono anche la fine dei diritti di veto degli Stati membri attraverso il voto a maggioranza qualificata.

Il protocollo del progresso sociale è necessario per garantire che non si ripetano mai i famigerati casi Laval e Viking che hanno aperto la porta al dumping sociale in tutta Europa e per prevenire la regressione e l'elusione dei diritti sociali.

Inoltre, come richiesto dai cittadini, deve essere introdotta una forte dimensione sociale nella governance istituzionale ed economica dell'UE, evitando così un ritorno alle devastanti politiche di austerità, in particolare attraverso la piena attuazione dei principi del Pilastro Europeo dei Diritti Sociali.

La Conferenza ha anche sollecitato altri impegni sociali trasformativi come:

- crescita sostenibile, miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro e progresso umano nel quadro di un rinnovato Contratto Sociale

- Piena attuazione del pilastro europeo dei diritti sociali, compresi salari e condizioni di lavoro più equi, contrattazione collettiva più forte, occupazione sicura ed equilibrio tra lavoro e vita privata 

- Rivedere la governance economica dell'UE per garantire che "giustizia sociale e progresso sociale vadano di pari passo con la competitività economica"

- "Garantire una transizione giusta, basata sul dialogo sociale e su posti di lavoro di qualità", in modo che il passaggio a un'economia verde e digitale avvenga in modo equo per i lavoratori

Le conclusioni seguono un processo di coinvolgimento dei cittadini lungo un anno, inclusa una piattaforma di idee digitali in cui le proposte della CES sono state tra le più popolari in tutti i settori politici :

I presidenti di tutte e tre le istituzioni dell'UE hanno firmato una dichiarazione con la promessa di "dare seguito alle raccomandazioni formulate dalla Conferenza".

Il segretario generale della CES Luca Visentini ha dichiarato:

“I cittadini hanno detto chiaramente che vogliono un'Europa più sociale che metta avanti le persone prima dei profitti.

“Mentre l'UE si è mossa in una direzione più sociale durante la crisi del Covid, ora sono necessarie azioni più decisive.

“Ciò include un Contratto Sociale rinnovato, la piena attuazione del Pilastro Sociale, una revisione delle regole di governance economica, un protocollo di progresso sociale nei Trattati per garantire che i diritti sociali non siano annullati dalle libertà economiche.

“La Conferenza sul futuro dell'Europa ha esplicitamente sostenuto le modifiche ai trattati e le politiche sociali ambiziose e ci aspettiamo che i leader dell'UE mantengano la loro promessa di rispettarne le conclusioni.

“Questa è un'opportunità per mostrare ai lavoratori che l'Unione europea ascolta e lavora nei loro interessi. In caso contrario, farebbe il gioco del populista di destra che vuole indebolire l'Europa". (06/05/2022-ITL/ITNET)



Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07