Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 25 giugno 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - FESTIVAL DELL'ECONOMIA DI TORINO - TREU (CNEL): PER LAVORO GIOVANI SERVONO DIGITAL SKILLS

(2022-06-04)

“Per sfruttare un'occasione eccezionale come il Next Generation Eu è necessaria una nuova alfabetizzazione sulle digital skills dei lavoratori, sempre più fondamentali per l'innovazione. C'è la volontà di avere forze giovani, ma devono essere pronte ad entrare nelle imprese per rispondere alle varie richieste”.

Lo ha detto Tiziano Treu, presidente del CNEL, intervenendo oggi in streaming al dibattito su “Imprese e amministrazioni a confronto con il piano Next Generation Eu”, curato da Global Thinking Foundation nell’ambito del Festival dell’economia, in corso a Torino.

“Possiamo implementare questo piano nei tempi giusti, anche grazie all’intervento dell’Europa. C’è la volontà di avere forze giovani, ma devono essere pronte ad entrare nelle imprese per rispondere alle varie richieste”, ha aggiunto.

“Lavoriamo per promuovere una cultura del lavoro meritocratica e ugualitaria perché la parità di genere, inserita come misura trasversale in tutti i principali obiettivi di sviluppo economico, veda piena attuazione nell’essere anche un obiettivo a sé, fondamentale per una riduzione delle disuguaglianze - ha sottolineato Claudia Segre, presidente Global Thinking Foundation durante i lavori, moderati da Arianna Voto, giornalista Rai, a cui sono intervenute anche l’economista Raffaella Tenconi, founder e Ceo di Ada Economics, e la consigliera comunale di Torino Tiziana Ciampolini - Condividere buone pratiche a livello internazionale serve a dare supporto a una piena collaborazione tra territori e comunità, sviluppando ecosistemi sostenibili nei quali al centro ci siano servizi che rispondono ai bisogni per una cittadinanza vigile, responsabile e ovviamente digitale. Un altro aspetto da tener presente è la competenza politica, altro snodo cruciale per una piena attuazione del PNRR soprattutto per le tematiche legate alla famiglia, dai nidi agli anziani. I ritardi si accumulano dove le istituzioni non hanno la competenza necessaria per attuare un processo virtuoso di utilizzo delle risorse”.

“La Pubblica Amministrazione deve essere in grado di saper sostenere il processo di ripresa e rilancio del Paese. La Pa è sovente percepita come un ostacolo e non, come invece dovrebbe essere, un valido ausilio per imprese e cittadini. Bisogna puntare sulla formazione, anche con progetti di medio periodo che facciano leva su scuole di alta formazione il cui ingresso sia riservato ai migliori diplomati Italia, dando vita a un'idea di comunità e ridestando il senso di orgogliosa appartenenza alla Pa - ha sottolineato Luigi Balestra, membro laico della Corte dei conti - La pandemia, dapprima, e adesso la guerra in Ucraina hanno posto in luce i difetti di una globalizzazione esasperata, per cui si impone un ripensamento del ruolo delle imprese e dei processi produttivi. Le imprese italiane sono chiamate ad affrontare grandi sfide: passaggio generazionale, creazioni di rete che le rendano più competitive, delocalizzazioni mirate in contesti geografici omogenei. Per queste sfide, ritengo che le capacità manageriali declinate al femminile possano essere vincenti, in quanto le donne sono dotate di capacità creative ed organizzative che oggi giorno sono qualità imprescindibili per un virtuoso rinnovamento”. (04/06/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07