Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 17 agosto 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - ISTITUTI ITALIANI DI CULTURA - A NAPOLI CONFERENZA DIRETTORI IIC A 100 ANNI DALL'ISTITUZIONE A PRAGA DEL PRIMO. MIN. DI MAIO "PREZIOSO STRUMENTO PER FAVORIRE DIALOGO TRA POPOLI"

(2022-07-28)

Al via oggi a Napoli la due giorni che vede riuniti al Teatro San Carlo per la Conferenza dei Direttori degli 84  Istituti Italiani di Cultura: un momento di dialogo sulla promozione culturale italiana nel mondo scandito da dibattiti, seminari e gruppi di lavoro.
La Conferenza assume quest’anno un particolare rilievo in quanto celebra il 100° anniversario della nascita della rete degli IIC, il primo dei quali fu istituito nel 1922 a Praga. In tale contesto l'annuncio dell'apertura di altri 6 Istituti, due dei quali ad Almaty e Amman enti quest'anno.
Alla Conferenza intervengono il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, il Sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova, ospiti di alto profilo pubblico e istituzionale e circa 100 funzionari dell’Area della Promozione Culturale in servizio alla Farnesina.

La scelta di una sede esterna alla Farnesina rappresenta la prima tappa di un nuovo percorso avviato dal MAECI che mira a favorire, anche in campo creativo e culturale, la proiezione internazionale delle più vivaci realtà dei diversi territori, rafforzandone l’interazione con la Farnesina e con la sua rete degli IIC.

“Oggi, di fronte a complesse sfide globali e a conflitti che coinvolgono anche il cuore dell’Europa – ha sottolineato il Ministro Di Maio – la cultura è un prezioso strumento per favorire la reciproca conoscenza e un dialogo costruttivo e rispettoso fra i popoli, volto ad appianare divergenze altrimenti di difficile risoluzione. E l’Italia, la cui politica estera ha per stella polare la stabilità internazionale, deve sfruttare la sua credibilità di punto di riferimento culturale per rafforzare la propria capacità di contribuire a orientare in modo costruttivo l’azione della comunità internazionale di fronte alle sfide attuali e future”.

La Conferenza assume un ruolo ancora più significativo dopo l’istituzione lo scorso 1° gennaio della nuova Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale diretta dall’Ambasciatore Pasquale Quito Terracciano. “Con la nascita della nuova DGDP, la Farnesina ha scelto la diplomazia culturale come strumento strategico al servizio dell’interesse nazionale. Oltre a costituire un’opportunità per ragionare insieme sulle prospettive della promozione culturale italiana, la Conferenza vuole rendere omaggio al lavoro delle donne e degli uomini che dirigono gli Istituti Italiani di Cultura riaffermandone la centralità nel quadro della nostra politica estera” ha spiegato l’Ambasciatore.

Nella sessione conclusiva interverranno il Ministro Luigi Di Maio, il Ministro della Cultura Dario Franceschini, Marta Ragozzino, Direttrice della Direzione Regionale Musei Campania, Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, Rosa Alba Impronta Presidente della Fondazione “Made in Cloister” e Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli. E' previsto l'intervento del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, il 29 luglio alle ore 17:00

Il nuovo Direttore Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale l’Ambasciatore Pasquale Quito Terricciato ha sottolineato l'importanza dell'impegno sulla promozione della lingua italiana, "porta d'accesso alla nostra cultura", ha detto Terracciano invitando i direttori a fare dell'insegnamento dell'italiano "una priorità" per i loro Istituti, insieme alla promozione del sistema educativo italiano "che è di altissima qualità dal punto di vista della didattica, ma anche per i valori che trasmette, è un modello particolarmente inclusivo".

In questo senso l'invito a coinvolgere le scuole: le 7 statali e le 42 paritarie ha affermato Terricciato che ha annunciato la volontà di incrementare il numero delle scuole paritarie, riconosciute dal Ministero dell'Istruzione con il contributo della Società Dante Alighieri.

Cento anni dopo,  Tante le iniziative previste per il centenario: un progetto a cui la Farnesina tiene molto è “Nuovo pensiero italiano”, ha spiegato il consigliere Filippo La Rosa, della Dg per la Diplomazia Pubblica e Culturale. Si lavora ad un format per far girare negli istituti di cultura giovani pensatori italiani che si interroghino sui primi 22 anni del nuovo secolo, dalle Torri Gemelle al ritorno della guerra in Europa, e fornire un contributo al dibattito internazionale.

Puntare ai giovani, "svecchiare" la relazione tra domanda e offerta, è infatti un altro degli obiettivi della rete degli Istituti: la cultura italiana non è solo Opera e Rinascimento – ha rimarcato il direttore dell'Istituto di Melbourne Angelo Gioè – ma parla anche di sfide climatiche e design spaziale. Così come a San Francisco è aperto dal 2021 il primo Italian cultural innovation hub, "il primo esperimento di istituto italiano di cultura che si fonde con un centro di innovazione: portiamo nel cuore della Silicon Valley sia la nostra cultura classica che quella tecnologica", ha spiegato la direttrice Annamaria Di Giorgio.

Domani la seconda giornata di lavori prevede l'intervento dei ministri degli Esteri e dei Beni culturali, Luigi Di Maio e Dario Franceschini, il governatore della Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi (28/07/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07