Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 1 dicembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - VI EDIZ. BUSINESS WEEK ITALIA/AFRICA - PRES. EKUE (BANCA AFRICANA SVILUPPO) : "CREARE PONTE TRAMITE COMUNITA' AFRICANE IN EUROPA, E MAGARI IN ITALIA"

(2022-11-17)

Per poter creare sviluppo e cogliere le opportunità ed impegnare  aumenti di capitale e investimenti, ma anche con un lavoro di comunicazione  per sapere cosa c’è di nuovo. Si tratti di energie rinnovabili, di digitale o magari di istruzione, di quel capitale umano che alla fine vale più di ogni altra cosa. 
Sono pensieri e parole di Serge Ekue, presidente della Banca di sviluppo dell’Africa occidentale, che parla del futuro di otto Paesi e dei loro 130 milioni di abitanti: Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo.
Ekue è ospite all'Italia Africa Business Week, giunta alla Via edizione  ed ha presentato  progetto di investimento che riguarda anche le diaspore e punta sulle piccole imprese

L'esponente della Banca Africana di Sviluppo Si comincia insomma dalle persone e da una popolazione con un’età media nettamente inferiore ai 20 anni, peraltro in forte aumento. E proprio per garantire servizi e prospettive sociali che la Banca di sviluppo dell’Africa occidentale ha approvato un aumento di capitale di un miliardo e mezzo di dollari. “In questo modo”, ragiona Ekue, “possiamo accedere al mercato per procurarci fino a sei miliardi di dollari da investire in infrastrutture, rinnovabili, agricoltura e sicurezza, edilizia popolare e non da ultimo capitale umano, cioè salute e istruzione”.

Infine,  Ekue torna a rivolgere un appello a manager, imprenditori, rappresentanti delle istituzioni e della società civile. “L’Italia può dare un contributo importante” assicura. “E’ parte di Team Europe insieme con la Francia, la Germania, il Belgio e la Banca europea per gli investimenti: le sue Pmi sono molto simili alle nostre e ideali come partner per le capacità di crescita e il trasferimento di tecnologie”.

Secondo il presidente, “l’obiettivo resta la creazione di valore, di lavoro e di sviluppo sostenibile per l’Africa”. Bene allora le Pmi, ma non bastano. Ekue sottolinea infatti l’importanza della partecipazione delle comunità di origine subsahariana che si sono stabilite all’estero, in Europa e magari in Italia. “Devono essere informate di cosa facciamo, che in Africa qualcosa accade e che sono cose positive” ammonisce il presidente. “Per questo comunico molto: desidero che offrano il loro contributo in ogni modo, o direttamente tornando nel Paese o indirettamente costruendo ponti tra l’Africa e l’Italia”. (17/11/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07