Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 27 novembre 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

UNIVERSITA' ITALIANE NEL MONDO - ARTE XXI° SECOLO - DA "LA QUADRIENNALE" DI ROMA UN NETWORK INTERUNIVERSITARIO IN CAMPO ARTISTICO

(2022-11-18)

  Uno dei pilastri fondamentali della programmazione di Quadriennale di Roma è quello della formazione a livello accademico, sia in campo artistico che critico-curatoriale, nell’intento di trovare gli strumenti e le metodologie per una lettura il più possibile scientifica dell’arte contemporanea.
Due le direttrici principali su cui si sta muovendo l’istituzione: il “Network interuniversitario”, affidato a Raffaella Perna, e il progetto “Curatore in residenza”.

Dopo aver assegnato a Vincenzo Estremo e Alessandra Franetovich le prime due borse di ricerca post-doc dedicate a una prospettiva sull’arte digitale e a una panoramica sull’arte italiana del XXI secolo, il programma “Network interuniversitario” prosegue con una serie di seminari e incontri interdisciplinari negli atenei italiani, per stimolare l’approfondimento di temi, generi, innovazioni e correnti che muovono la scena dell’arte contemporanea. A ciò si aggiunge la costruzione di un network tra i dottorandi, che intende mettere in connessione le ricerche in fase di svolgimento sull’arte italiana contemporanea e la costruzione delle bibliografie e delle ricerche stesse, in modo da consentire la condivisione delle fonti.

Il 10 giugno 2022 a Palazzo Braschi si è tenuta la tavola rotonda L’arte in Italia dal 2000: opportunità di ricerca dalla Quadriennale, promossa da Quadriennale nell’ambito del ciclo di conferenze curato dal Servizio Coordinamento Attività didattiche della Sovrintendenza Capitolina.

L’8 e il 9 settembre 2022 si è tenuto il workshop La fine e altri inizi. Workshop dottorale sull'arte dal 1990, organizzato da Roberto Pinto, Daniel Borselli, Arianna Casarini, all'Università di Bologna, cui hanno partecipato Gian Maria Tosatti e Raffaella Perna con l’intervento: L’arte in Italia nel XXI secolo: obiettivi e progetti del “Network interuniversitario” della Quadriennale di Roma. Durante il workshop i dottorandi hanno presentato le loro ricerche sull’arte dagli anni Novanta a oggi.

Altro ambito di cui si occupa il “Network interuniversitario” è quello della mappatura delle più valide tesi di laurea tra gli iscritti al terzo livello di formazione (Scuola di specializzazione, Dottorato e Scuola di perfezionamento) per fare il punto sui ‘lavori in corso’ relativi all’arte italiana contemporanea. La tesi ritenuta più significativa sarà pubblicata da Quadriennale.

Infine, l’annuario critico dei maggiori eventi artistici in corso – realizzato da tre giovani ricercatrici delle università di Roma Tre e Sapienza, Elisa Turco Liveri, Alessandra Nardelli e Fabiola Tamboni, cui è stato affidato il compito di monitorare tutta la produzione critica pubblicata sui diversi media (online e cartacei) riguardante l’arte italiana contemporanea – permetterà di costruire uno strumento di facile consultazione e immediata fruibilità, per avere un quadro ben definito dello stato delle ricerche e degli studi affrontati.

Inoltre, la nomina di Gaia Bobò (1995) come curatrice in residenza (luglio 2022-2023) rispecchia la nuova linea di intervento della Quadriennale, che intende offrire ogni anno, attraverso un bando pubblico, l’opportunità di un percorso di perfezionamento a una nuova generazione di curatori, coinvolgendoli nella propria programmazione.

La prima tappa di questa esperienza è Quotidiana: la curatrice ha infatti contribuito a individuare gli artisti che partecipano alla sezione Portfolio e ha stabilito il format della presentazione della loro ricerca. Gaia Bobò è inoltre coinvolta nella realizzazione di altri eventi pubblici, quali presentazioni e il festival in programma nel 2023.

Saranno inoltre pubblicate le ricerche commissionate nel progetto “Network interuniversitario” e la tesi di dottorato dedicata all’arte italiana del XXI secolo, giudicata annualmente più valida da una commissione istituita da Quadriennale.

DA SEGNALARE CHE:
Tutti i progetti della Quadriennale prevedono una “Porta aperta”, ossia un canale che renda l’Istituzione permeabile a pensieri e collaborazioni esterne autocandidatesi.

È stato inoltre siglato un accordo con la Regione Lazio per offrire ulteriori agevolazioni ai possessori della LAZIO YOUTH CARD. Potranno beneficiare dell’80% di sconto sul tariffario dell’Archivio Biblioteca della Quadriennale e potranno avere diritto a uno sconto del 70% sulla quota di adesione al programma “Amici della Quadriennale”, con l’opportunità della gratuità per i primi dieci iscritti di loro. Il principale benefit associato al programma è la partecipazione a “Storie del XXI secolo”, ciclo di incontri, visite in atelier e in collezioni curato da Ludovico Pratesi e dedicato all’arte italiana dopo il Duemila. (18/11/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07